Il bicilindrico a V Twintech Formula Car

Potrebbe esserci un V-Twin nel vostro futuro?

Vedi tutte le 12 fotoEric GeisertwriterMay 30, 2006

Se avete notato quali veicoli stanno creando un ronzio nell’aftermarket, potreste aver visto una proliferazione di auto stradali spaziali a razzo che devono una buona parte del loro design ai piloti di Formula 1 non scuoiati.

Probabilmente perché i piloti di Formula vengono pagati per sapere cosa funziona, e sarebbe bello se qualcuno riuscisse a capire come far arrivare quelle auto in strada. Beh, TwinTech l’ha fatto, solo con un twist a V.

Situato a Brighton, Michigan, Dave Piontek era sdraiato in giro una sera a guardare American Chopper in televisione quando gli venne in mente un’idea che avrebbe sposato il design di un telaio spaziale con il rombo di un motore di una moto bicilindrica a V. Non era un concetto del tutto nuovo per l’ex tecnico di design Ford, poiché aveva creato il suo veicolo Sportech (www.funcar.com) alla fine degli anni ’80 utilizzando un motore da 1.100 cc in fibra di carbonio e carrozzeria in Kevlar. Dave si è avvicinato a questo progetto in modo un po’ diverso, volendo che fosse un po’ più elegante ma molto più minimalista: niente porte, tetto o carrozzeria complicata da affrontare. Per far funzionare le cose, Dave si è rivolto a una coppia di amici del mondo del design e dell’ingegneria, Jay Novak e Kip Ewing. Jay è un pilota SCCA che ha familiarità con il design delle sospensioni da quando lavorava per Ford come specialista di tecnologia (i produttori chiamano quando qualcosa non funziona bene su una nuova auto). Kip è un ingegnere laureato con molte tendenze artistiche, e ha realizzato alcuni schizzi basati su ciò che Dave e Jay sapevano che avrebbe funzionato.

Articolo molto interessante
1954 Ford Victoria - Auto da sogno del designer

Il prodotto finale, il prototipo che vedete qui, incorporava una forma visibile di tubo spazzola che era guidata dall’ingegneria, con l’estetica che si avvicinava in un secondo. Sì, il team si rende conto che avrebbe potuto progettare l’auto in modo un po’ diverso, ma quando il primo elemento di design doveva includere “un motore per moto bicilindrico a V montato trasversalmente nella sezione del muso”, allora si lavora con quello che si ha a disposizione al meglio delle proprie capacità! Così com’è, il team ha pensato che quest’auto ha una perfetta distribuzione dei pesi 50/50 da anteriore a posteriore.

Molte volte quando si costruisce un prototipo si fa funzionare quello che si ha, ma questi ragazzi hanno usato alcuni dei migliori componenti disponibili per costruire il loro pezzo unico. Sono stati utilizzati montanti in alluminio billet basati sui disegni delle sospensioni delle auto da corsa, così come le pinze dei freni e i cappelli in alluminio billet di Wilwood. Grandi ruote forgiate da 17 pollici occupano ogni angolo della vettura e sono avvolte in gomma Goodyear F1. Gli ammortizzatori coilover regolabili in nitronio sono azionati attraverso un’asta di spinta e un bilanciere che permette agli ammortizzatori di appoggiarsi accanto ad alcuni dei tubi strutturali del telaio, quindi fuori strada. Il telaio stesso è realizzato con tubi da 1,75 pollici con un interasse di 95 pollici.

Articolo molto interessante
1970 AMC AMX - Tutti i Mopar sperimentali

Ci sono ancora alcuni bug che devono essere risolti prima che l’auto venga offerta al pubblico in forma finita, ma a un prezzo stimato di 50.000 dollari, il team spera che la gente riconosca i pezzi di qualità utilizzati in questo sforzo e si renda conto che anche la sicurezza non è a buon mercato! Probabilmente seguirà una versione in kit, dice Piontek, ma l’offerta iniziale sarà solo per le auto finite. Potete saperne di più sul veicolo TwinTech visitando il sito web dell’azienda, www.twintech.com.

Vedi tutte le 12 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento