Il derelitto – 1952 Chrysler Town & Country – La bellezza nella bestia

È un’auto brutta con un moderno sistema di guida. Non è una nuova idea, ma pensiamo che questa sia la più grande battitrice del mondo.

Vedi tutte le 10 fotoRob KinnanwriterRandy LorentzenphotographerDavid FreiburgerwriterWes AllisonphotographerApr 1, 2011

Pensi di poter fare di meglio?

Il vagone Derelict in questa storia è il miglior rat cruiser a tutto topo che abbiamo mai guidato. Se non pensate che sia il più grande del mondo, provateci che ci sbagliamo. Pubblicate una foto e una descrizione del vostro battitore definitivo su Facebook.com/HotRodMag. Vedremo ogni post, ne commenteremo alcuni e leggeremo i contributi degli altri. I redattori sceglieranno un’auto degli Stati Uniti continentali che consideriamo migliore del Derelict, e noi voleremo per girare un servizio completo della rivista HOT ROD su quell’auto.

Cerchiamo solo grandi battitori, guidati quotidianamente e modificati. Niente auto da esposizione, niente auto da corsa, niente battitori. Il miglior battitore dovrà superare il derelitto per carattere e stile, comfort e comfort, qualità di guida e accelerazione e affidabilità. E non può avere una buona vernice.

È tutta una questione di nostra opinione, e accettiamo solo le voci pubblicate su Facebook.com/HotRodMag, quindi non inviarci e-mail. La scadenza è il 15 marzo 2011. Andate!

Sapete cosa c’è che non va in questa macchina? I portabicchieri fanno schifo. A parte questo, questo è l’esempio più ben assortito di un mash-up per auto nuove/vecchie di ratti cruiser che abbiamo mai guidato o cavalcato. Lo sappiamo perché il proprietario Jonathan Ward di Icon 4×4 si è dimostrato non troppo brillante prestandoci la cosa per una settimana della nostra normale routine: i 15 km all’ora per andare al lavoro, il drop-in alla notte di crociera di Bob’s Big Boy, il trekking per il meeting di scambio di Pomona, e così via. Ogni momento è stato una gioia. Questo grazie alla clip di Art Morrison, alla 6.1L SRT8 Hemi, alla 6.1L SRT8 Hemi, al trans automatico a sei velocità, e a un bell’interno carico di musica e aria condizionata. Eppure, come abbiamo imparato tante volte, l’hardware da solo non fa la macchina. In alcuni casi, anche un assemblaggio di grandi pezzi può essere poco brillante, ma qui tutto è caduto insieme alla perfezione nel carattere e nell’esperienza. La cosa ha anche il giusto odore.

Articolo molto interessante
1974 Dodge Dart Sport - La prima acquisizione

Vedi tutte le 10 foto

Gestisce bene e ha abbastanza potenza per fare burnout tutto il giorno. I freni funzionano perfettamente, è facile da guidare, è confortevole e le comodità della creatura sono fantastiche. Questi ultimi due sono stati particolarmente apprezzati durante il nostro viaggio di un’ora al mattino e il viaggio di un’ora e mezza verso casa (29 miglia. . . . non lo capiamo neanche noi). Dato che non c’è un ricevitore radio, non abbiamo potuto ascoltare la radio parlante che normalmente ci mette di cattivo umore per iniziare la giornata, ma un iPod collegato a un controller Parrot ci ha fatto sballare. Il Derelict ha i componenti stereo da manovrare, ma ha bisogno di un po’ di messa a punto, perché il suono non è granché. I sedili di serie sono stati rivestiti con materiali originali e sono super rilassanti, l’enorme volante ha la giusta quantità di assistenza e, a differenza della maggior parte delle hot rod, funziona tutto tranne l’antica radio AM. Una delle cose che ci ha sconvolto di più è che il rumore del vento è molto basso, e non ci sono cigolii e tintinnii. Gli indicatori funzionano tutti, ma all’inizio abbiamo messo in discussione l’indicatore del carburante perché non si spostava da “Full”. Poi ci siamo ricordati che la macchina ha un enorme serbatoio di carburante da 40 galloni, così si può guidare questa macchina da Los Angeles a Las Vegas e ritorno con un solo rifornimento. Le porte si chiudono con la solidità di una Mercedes, cosa che non siamo mai riusciti a fare su nessuna delle nostre auto personali.

Articolo molto interessante
Hot Rods, Harleys, & Full-Race Flatties - H&H Automotive Engines li ha visti tutti

Per tre anni abbiamo avuto una Dodge Magnum 5.7L Dodge Magnum da 5,7L al giorno con un gruppo di bulloni che ha funzionato a metà del trimestre. Il Derelitto, con la sua Hemi da 425 CV 6.1L, spinge un po’ più forte. Sembra di correre con una SRT8 Challenger, il che non sorprende, visto che è la stessa trasmissione. La Derelict è una cruiser, non una macchina da corsa, quindi non l’abbiamo fatta derapare o trascinare in gara, ma funziona molto bene e siamo completamente venduti sulle parti del telaio Art Morrison. Il Derelict va benissimo, le gomme non sfregano da nessuna parte, non va mai a fondo, niente sferraglia nelle sospensioni, si maneggia bene, e i freni funzionano come quelli di una macchina nuova. Non c’è nulla di sbagliato nel telaio e nella guida.

Ma la parte migliore è che il pubblico ordinario, quello dei Camry-drive non sembra due volte. Se gli autisti di Los Angeles ci pensano, si aspettano di vedere attrezzature per il giardinaggio nell’area di carico, non computer e borse per la macchina fotografica. Guidate una Camaro del ’69 di colore arancione chiaro lungo l’autostrada e avrete i pollici in su per tutto il giorno. Non questa macchina, e per questo ci piace. È sottile. Ma i tizi della macchina che la fanno quasi schiantare e bruciare cercano di dirti che è bella.

Articolo molto interessante
1958 Pontiac Bonneville Woodie Woodie Wagon - Evviva Bonnewood

Il che non vuol dire che non ci siano state alcune cose che abbiamo trovato sulla vettura nel complesso che non sono perfette. Il piantone dello sterzo ha un po’ di tremolio a circa 70 mph. A Freiburger non piace il posizionamento del pedale dell’acceleratore drive-by-wire e del pedale morto, ma Kinnan non ha avuto problemi. Ma, cosa più discutibile, i portabicchieri fanno davvero schifo. Non terranno il nostro gustoso dolcetto mattutino preferito alla caffeina in una tazza Super Big Gulp. Ci sentiamo come lo staff di Motor Trend in questo momento.

Prima che arrivasse il Derelitto, Jonathan l’ha portato a Las Vegas dove è stato esposto al SEMA, poi l’ha portato a casa. Abbiamo percorso probabilmente 300 miglia senza alcun problema o problema di guidabilità. Non avremmo più paura a girare per il paese con questa cosa di quanta ne avremmo avuta per qualsiasi auto nuova, ed è esattamente quello che vogliamo in un guidatore di tutti i giorni – nessuna domanda sulla sua affidabilità, nessuno sguardo teso agli indicatori per assicurarsi che non ci sia niente che non vada o che si surriscaldi. Il fatto che la Derelict sia una delle auto più belle che si vedranno mai su un’autostrada di Los Angeles la rende davvero perfetta. Onestamente non volevamo restituirla.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento