Il parcheggio parallelo è obsoleto?

Cars parallel-parked on street” “Sembra che il parcheggio parallelo sarebbe ancora un’abilità utile da avere su questa strada. RelaxFoto.de/E+/Getty Images

Pubblicità

Se il pensiero del parcheggio parallelo ti fa sudare freddo, non sei solo. Sia che stiate cercando di superare l’esame di guida del vostro stato, sia che stiate usando queste abilità per rubare l’ultimo posto in una strada affollata, può essere una proposta stressante. Come per altri difficili compiti di guida, il parcheggio parallelo diventa più facile con la pratica, anche se sempre più automobilisti pensano che questa abilità sia irrilevante. E, i conducenti inesperti che vivono in certi stati americani potrebbero essere in grado di addormentarsi in quella parte della classe di guida e superare comunque l’esame di guida.

Il Michigan è l’ultimo stato a proporre l’idea di eliminare il parcheggio parallelo dall’elenco dei requisiti per ottenere la patente di guida. La House Bill 4576 è stata presentata il 9 maggio dalla rappresentante repubblicana Sarah Lightner. La deputata ha detto alle agenzie di stampa dell’area di Detroit che ha presentato il disegno di legge dopo aver ricevuto lamentele da parte degli elettori che erano infastiditi dal fatto di aver speso 50 dollari per l’esame di guida dello Stato solo per fallire per quella che vedevano come un’abilità inutile o superflua.

Il disegno di legge recita: “Il Segretario di Stato non richiede che il richiedente la licenza di operatore dimostri di possedere la capacità di parcheggiare in parallelo per completare con successo un test di abilità di guida”.

“L’idea alla base del disegno di legge è che le competenze alla base del parcheggio parallelo sono importanti e vengono insegnate durante tutto il processo di guida, ma pochi automobilisti del Michigan si trovano tipicamente in situazioni che richiedono il parcheggio parallelo”, ha detto l’ufficio del Rep. Lightner in una dichiarazione a HowStuffWorks. “Il feedback è stato misto, ma ha iniziato una grande conversazione sulle competenze attualmente necessarie per far funzionare un’auto in sicurezza”.

Articolo molto interessante
Morti di pedoni negli Stati Uniti d'America on the Rise

Nel maggio 2019, 16 stati non hanno richiesto la dimostrazione di abilità di parcheggio parallelo per la patente di guida, scrive Rob Stumpf per The Drive, anche se il Michigan sta facendo risorgere un dibattito che è rimasto in sospeso per un po’. Il Maryland è stato il più recente stato ad abbandonare il parcheggio parallelo dall’esame di guida, ed è stato nel 2015.

Altri stati che hanno abbandonato l’abilità includono Alabama, Arkansas, California, Colorado, Florida, Illinois, Nebraska, North Carolina, Ohio, Oregon, South Dakota, Tennessee, Virginia e Wyoming. Nel caso del Maryland, come riportato da NPR e USA Today nel 2015, la Motor Vehicle Administration dello stato ha ritenuto che fosse troppo ridondante continuare a includere il parcheggio parallelo nel test, dato che le competenze utilizzate sono quasi identiche ad altri segmenti del test, come ad esempio una svolta inversa a due punti. All’epoca, i critici suggerirono che le motivazioni dello stato erano sia di accelerare il test che di ridurre il numero di conducenti che dovevano rifare il test, preoccupazioni che trovano eco nei critici della proposta di legge del Michigan. La NPR ha anche riferito che c’è stata un’ampia risonanza pubblica, soprattutto da parte dei residenti più anziani dello stato che hanno commentato le notizie online che era ingiusto che i guidatori più giovani traessero vantaggio da un esame di guida più facile.

parked cars touching” “Ooh, questo è close.simonkr/E+/Getty Images

Allora, cosa succede ai conducenti che imparano a parcheggiare in parallelo, in teoria, ma non ne padroneggiano mai del tutto l’abilità? In molti posti è facile aggirarli, grazie ai parcheggi, ai garage, ai parcheggi in strada angolati e ai parcheggi per i parcheggiatori. E, se avete un’auto più recente, probabilmente include almeno alcune caratteristiche tecnologiche per aiutarvi. Alcuni produttori di automobili li chiamano sistemi di sicurezza “avanzati” o “attivi”, mentre altri li chiamano “aiuti alla guida” o “assistenza alla guida”. Più la macchina è nuova e più costosa, più è probabile che queste caratteristiche tecnologiche appaiano in un pacchetto commercializzato come una variante della tecnologia “semi-autonoma” o “auto-parcheggio”.

Articolo molto interessante
La legge del Texas permetterebbe ai genitori di dare l'esame di guida per adolescenti

Queste caratteristiche, dice AAA, includono:

  • Telecamere per la retrovisione
  • Telecamere multiangolo
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori che rilevano gli ostacoli in prossimità dei paraurti
  • Sensori laterali che consentono di sapere quando si è vicini al marciapiede
  • Sistemi che aiutano a identificare un parcheggio che possa ospitare l’auto
  • Sistemi che guidano parzialmente (driver assist) o completamente l’auto nel parcheggio

Alla fine, la gente andrà a fare un giro in auto completamente autonome che non avranno bisogno di altrettanti tempi morti in un parcheggio, ha scritto la società di ricerca Deloitte.

Anche se Lightner ha detto alle agenzie di stampa dell’area di Detroit che il parcheggio parallelo sta “diventando una pratica obsoleta”, il suo ufficio ha detto a HowStuffWorks che il disegno di legge non dovrebbe essere interpretato nel senso che la nuova tecnologia di parcheggio sia un sostituto delle effettive capacità di guida. I sistemi di assistenza alla guida erano sicuramente tra i fattori considerati nel disegno di legge, ma il disegno di legge non è stato progettato specificamente sulla base dell’idea che i conducenti si affidano ai sistemi di assistenza al parcheggio, secondo l’ufficio di Lightner.

In generale, gli stati che hanno smesso di testare i parcheggi paralleli richiedono ancora che i conducenti alla prima volta completino un corso di formazione per conducenti, che includerà ancora l’istruzione per i parcheggi paralleli.

Articolo molto interessante
Perché qualcuno dovrebbe voler rubare il mio airbag?

Anche se gli Stati che hanno smesso di testare i parcheggi paralleli non lo hanno fatto a causa della disponibilità di nuove tecnologie, sembra inevitabile che tali tecnologie alla fine sostituiranno le capacità di parcheggio. Dopo tutto, se i rappresentanti degli stati introdurranno fatture basate sul feedback degli elettori, e questi ultimi si abitueranno sempre più a caratteristiche relativamente basilari come telecamere di backup e sensori di parcheggio, e a tecnologie più sofisticate come i sistemi di assistenza al parcheggio che aiutano effettivamente a guidare l’auto, beh, è facile capire dove andrà a parare.

Per quanto riguarda il Michigan, la patria di molte case automobilistiche che introducono queste nuove caratteristiche il più rapidamente possibile, vedremo se altri legislatori sono d’accordo con Lightner. Per passare, il disegno di legge deve essere approvato da entrambe le camere del legislatore statale e firmato dal governo del Michigan Gretchen Whitmer. Il Michigan, come gli altri Stati che hanno approvato tali leggi, insegnerebbe ancora il parcheggio parallelo nei corsi di formazione per conducenti.

Ora questo è interessanteLa prossima grande cosa da cambiare quando si tratta di parcheggio potrebbe non essere come la vostra auto è parcheggiata, ma dove. Il parcheggio genera 30 miliardi di dollari all’anno negli Stati Uniti, e l’americano medio passa in media 17 ore all’anno alla ricerca di un parcheggio, secondo la ricerca Deloitte del 2018. Deloitte prevede che, tra gli altri progressi, vedremo più strutture di parcheggio adottare la tecnologia di gestione dello spazio utilizzata in molti aeroporti e parcheggi a noleggio per aiutare a ridurre il tempo speso alla ricerca di un posto auto.

Lascia un commento