Il potere del rosso: Belvedere del ’65

L’interasse modificato di Bob Munoa ’65 Belvedere

Vedi tutte le 9 fotoBob MehlhoffwriterFeb 23, 2004

Prendete un Belvedere del ’65, riempite il vano motore con la doppia potenza Hemi, puntatelo lungo la pista di atterraggio e tenetevi forte mentre venite spinti a 135 miglia orarie in 10 secondi. Durante l’inizio dell’era del Super Stock, questo è proprio quello che ha fatto Plymouth, mentre la gara di un quarto di miglio era in corso per la copertura.

Vedi tutte le 9 foto

Ma con le guerre di dragstrip a tutto gas, Chrysler doveva mantenere il suo vantaggio. Così, con una manciata di auto da corsa standard Super Stock in mano, gli ingegneri Chrysler hanno deciso di alzare ulteriormente l’asticella costruendo non solo un’auto molto più leggera, ma anche una che fornisse una trazione notevolmente migliorata con le posizioni delle ruote anteriori e posteriori spostate in avanti di diversi centimetri. Queste vetture monouso divennero note come A/Factory Experimentals (A/FX) a passo alterato e furono un successo per la loro potenza e le loro prestazioni, guadagnando allo stesso tempo notorietà per il loro aspetto unico. Quasi immediatamente, queste auto dall’aspetto buffo e dall’interasse alterato divennero le prime “Funny Cars”, e, così, il termine iniziò.

Vedi tutte le 9 foto

Bob Munoa ha sempre amato i primi Mopar e il loro meritato contributo alle gare di accelerazione. Tra la sua lunga lista di Mopars precedentemente posseduti ci sono Hemi ‘Cudas e decine di fantastici e veloci B-Bodies del ’62-’65. Ora Bob non è il solito tipo di Mopar, che ha solo alcuni esempi di scelta parcheggiati nel garage della sua famiglia. Invece, Bob ha un negozio abbastanza grande da poter stallare più di una dozzina di Mopar, con quasi 30 auto dei primi B-Bodies parcheggiate appena fuori. Così, quando questo veterano capitano dei vigili del fuoco della città di Los Angeles ha avuto l’impulso di costruire la sua auto A/FX del ’65 a trazione integrale Hemi, aveva sicuramente i mezzi.

Articolo molto interessante
1969 Dodge Charger - Rischio biologico

Con l’aiuto di suo padre John (un artigiano del metallo di lunga data), di suo figlio, del bodyman RJ e del fratello Phil, la squadra si è messa in moto per costruire un Belvedere davvero fantastico. I ragazzi iniziarono il loro assalto automobilistico con un sei cilindri Belvedere intatto e fecero un lavoro veloce smontando completamente la carrozzeria e imbullonandola ad una rosticceria. In seguito, la carrozzeria, il pianale e i tamburi hanno dovuto essere misurati e tagliati chirurgicamente per alterare l’interasse. Davanti, il membro K e le torri d’urto hanno preso una nuova residenza 10 pollici in avanti rispetto alla loro posizione originale. Nella parte posteriore, hanno accorciato la Dana 60 di quattro pollici per fornire più spazio per i pneumatici. Successivamente, Bob e il team hanno spostato in avanti di 13 pollici l’alloggiamento dell’assale posteriore e i punti di montaggio della molla a balestra. Con tutti i cavalli che avevano previsto di inserire in questo Belvedere, sapevano che aveva bisogno di molta potenza. così prima di finire i compiti di sospensione hanno installato un set di freni a tamburo posteriori da 11 pollici e freni a disco in acciaio inox freni a disco nella parte anteriore.

Vedi tutte le 9 foto

All’esterno, Bob e i ragazzi hanno spostato in avanti le aperture del parafango anteriore e posteriore in modo che corrispondessero alle posizioni originali delle ruote modificate. A differenza delle auto originali che utilizzavano pannelli di carrozzeria in fibra di vetro non corrispondenti, Bob ha insistito per installare pezzi di lamiera più adatti. Poi ha lavorato e regolato con cura i pannelli in modo che le cuciture delle portiere e della carrozzeria si allineassero. L’intero revamping della carrozzeria B-Body ha richiesto la saldatura a X delle barre a X all’interno dell’auto per mantenere una struttura integrale che non si muovesse durante il lavoro.

Articolo molto interessante
1950 Ford F1 - Il progetto F-1 è terminato

Vedi tutte le 9 foto

Dopo mesi di lavoro, i ragazzi hanno creato con successo un Belvedere con un interasse più corto di 111 pollici, invece dell’originale distanza di 116 pollici.

Vedi tutte le 9 foto

Con la fabbricazione della carrozzeria e il montaggio ampiamente completato, RJ e Bob hanno poi rivolto la loro attenzione alla vernice e alla carrozzeria. Per prima cosa, hanno levigato la carrozzeria a blocchi fino a quando non hanno avuto pannelli a specchio, e poi hanno applicato diversi strati di smalto acrilico Porsche Guards Red per una finitura scintillante.

Per alimentare questo Belvedere rosso fuoco Bob sapeva che avrebbe sicuramente avuto bisogno di una Hemi, ma voleva qualcosa che superasse il livello di 426 CV d’epoca. Come dice Bob, “Doveva fare un sacco di cavalli, molta coppia, funzionare a gas a pompa e, soprattutto, essere degna di un’auto A/FX a passo alterato”. Così ha assemblato una 528 Hemi e l’ha equipaggiata con un set di testate in alluminio Mopar Performance, una Comp Cam da 0,550 pollici, pistoni Wiseco 10,5:1 e un geardrive di Pete Jackson. Per un’adeguata lubrificazione, Bob ha rielaborato una coppa dell’olio Milodon da 10 litri per adattarsi ai confini del membro K anteriore riposizionato. Per alimentare questo assetato propulsore con carburante e aria preziosi, Bob ha selezionato due carburatori Holley d’epoca corretti, attaccati a un collettore di aspirazione a croce di fabbrica. Poi ha dato alla sua corsa rovente un suono fresco con una serie di collettori tti collegati a un sistema di scarico da 3 pollici e marmitte a due camere Flowmaster. Per l’aspetto, John Stangl della Precision Powder Coating di Temecula, California, ha applicato una finitura ad alto calore al sistema di scarico.

Vedi tutte le 9 foto

Per la selezione delle ruote, Bob ha insistito su un set di cerchi American Torq-Thrust II da 15×4,5 all’anteriore e un paio di acciaierie posteriori da 15 pollici sul retro, rielaborati per misurare 10 pollici di diametro. Poiché quest’auto avrebbe avuto bisogno di molta trazione, Bob ha selezionato un set di pneumatici Hoosier su tutte e quattro le curve, con radiali Quick Time Drag montati sul retro.

Articolo molto interessante
1972 Pontiac GTO - Occasione d'oro

Vedi tutte le 9 foto

Con un’enorme mandria di cavalli imbrigliati sotto il cofano, il Belvedere richiedeva una robusta trasmissione, così è andato un robusto trans TorqueFlite 727 TorqueFlite e un convertitore da 3.500 stalli che fa girare il gruppo dell’asse posteriore 4.10 Dana 60.

Vedi tutte le 9 foto

Dopo più di due anni di lavoro, i ragazzi hanno fatto completare il Belvedere, hanno sparato il motore da 528 pollici e sono scesi in strada. Bob ci dice: “La macchina ne è valsa assolutamente la pena, e guida e maneggia molto bene”. Con più di 700 CV e 650 libbre di coppia, questo B-Body Hemi alimentato da Hemi vi piantonerà duramente sul vostro sedile”.

Ma ciò che è davvero notevole è l’attenzione ai dettagli in tutta questa Plymouth. Abbiamo incontrato Bob al Mopar Spring Fling l’anno scorso a Van Nuys, in California, e non abbiamo potuto fare a meno di notare il fascino della vettura. Che si tratti del suono impressionante della Hemi, grande come un elefante, o del colore scintillante, questo è un Belvedere rovente.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento