In che modo il posizionamento del motore influisce sulla gestione?

The mid-engine, all-wheel-drive, 2014 Audi R8 V-10 plus -- a supercar that simply begs to be driven fast. Il motore centrale, trazione integrale, 2014 Audi R8 V-10 plus V-10, una supercar che chiede semplicemente di essere guidata velocemente. (Per gentile concessione di Audi of America)

Ci sono così tanti buoni motivi per progettare un’auto con un motore nella parte anteriore, che è probabilmente il motivo per cui è il layout più semplice e più comune. Ma quando la complessità è un vantaggio – come nelle auto ad alte prestazioni – gli ingegneri automobilistici hanno altre opzioni. Il posizionamento del motore tende a corrispondere a come è configurato il resto dell’auto – nello specifico, quali ruote guidano l’auto (questa connessione è forte, ma non completamente infallibile – le auto a 4 ruote motrici e quelle a trazione integrale sono eccezioni notevoli e abbastanza comuni). E’ un argomento così intensamente dibattuto che Auto e Pilota hanno condotto un’analisi intensa, utilizzando una Porsche a motore posteriore e una Porsche a motore centrale per il confronto. Anche se una Porsche non rientra nel budget, molti dei principi sono gli stessi. Diamo quindi un’occhiata ad alcune delle caratteristiche di ogni layout. Ci sono molti aspetti fisici e ingegneristici coinvolti in questi progetti, ma cercheremo di mantenerli il più semplici possibile.

I motori montati sulla parte anteriore sono il più comune posizionamento dei motori. Di conseguenza, anche le auto a trazione anteriore sono le più comuni. Sono pratiche – un vano motore anteriore è il più facile da lavorare, e un motore anteriore permette di avere cabine più spaziose e più spazio per i passeggeri. E mentre un veicolo a motore anteriore può essere messo a punto per una guida più vivace, le auto a motore anteriore sono talmente svantaggiate dal punto di vista ingegneristico dal punto di vista delle prestazioni che molti costruttori di auto ad alte prestazioni le riservano per i loro modelli di fascia bassa o le saltano del tutto. Perché? La spiegazione più semplice è che le auto a trazione posteriore gestiscono il meglio dal punto di vista delle prestazioni, e una tonnellata di potenza andrebbe sprecata se un motore anteriore dovesse inviare la sua potenza per tutta la lunghezza dell’auto per far girare le ruote posteriori. Le auto a motore anteriore perdono anche un po’ di capacità di frenata perché il peso dell’auto si sposta in avanti man mano che la macchina decelera, dandogli una spinta in più nella direzione indesiderata.

Articolo molto interessante
10 Sorprendenti sistemi di sicurezza per auto

Pubblicità

Un motore montato posteriormente significa fondamentalmente che il motore si trova in quella che pensiamo sia la zona del bagagliaio. È un design popolare per le auto sportive, perché collocare la fonte di energia dietro l’asse posteriore aumenta l’accelerazione e la capacità di frenata. L’accelerazione potrebbe sembrare controintuitiva – dopo tutto, l’auto ha essenzialmente bisogno di una grande spinta da dietro per andare avanti, e questo è proprio il punto su cui si basa tutto il peso. Ma quel peso grava anche sulle ruote posteriori, il che migliora la trazione delle gomme. E semplicemente a causa della natura del design, le auto a motore posteriore tendono ad essere notevolmente più piccole di un veicolo passeggeri medio. Questo vantaggio in termini di dimensioni migliorerà anche la maneggevolezza. Tuttavia, c’è uno svantaggio specifico nella maneggevolezza: le auto a trazione posteriore sono soggette a un tipo di sbandamento noto come sovrasterzo. Il sovrasterzo è quando l’estremità posteriore dell’auto scivola fuori dalla linea della parte anteriore, causando un effetto “fishtailing”. Il sovrasterzo può essere difficile da controllare, specialmente in condizioni di tempo inclemente, ma molti guerrieri della pista del fine settimana sembrano godere dell’effetto.

Le auto a motore centrale sono la configurazione meno comune delle tre, ma presentano il motore in “posizione ottimale”, secondo il già citato articolo Car and Driver – proprio davanti all’asse posteriore. Questo perché, oltre alla vicinanza del motore centrale alle ruote posteriori, questo design permette alla vettura di raggiungere la distribuzione ideale del peso, il centro di gravità e la trazione. Quando il peso dell’auto è centrato, le ruote non si sbilanciano per il peso extra, e l’auto può essere guidata con maggiore precisione. Questi sono fattori ai quali il guidatore medio probabilmente non pensa mai, ma che possono fare un mondo di differenza, facendo la differenza nelle curve strette su una pista.

Articolo molto interessante
Come faccio a sapere quando le mie gomme devono essere sostituite?

Contents

Nota dell’autore: In che modo il posizionamento del motore influisce sulla gestione?

Si parla molto di come il posizionamento del motore influisce sulla gestione… molto. È uno degli argomenti preferiti dagli appassionati dei marchi di fascia alta. E io ho guidato tutte le configurazioni – forse non in modo esteso, ma abbastanza per avere un’idea della differenza. Se si vuole metterla in termini più semplici, è l’esperienza di essere tirato, piuttosto che l’esperienza di essere spinto. In entrambi gli scenari, il driver è totalmente in controllo, ma ci sono sottili differenze difficili da mettere a parole. Guidare un’auto con un motore anteriore (che è la maggior parte di loro, tra l’altro) è come se il motore conoscesse il suo scopo – sta facendo il suo lavoro per tirare il veicolo. Un montaggio posteriore sembra che sia fuori per una crociera, così potente che non si accorge nemmeno che ti sta spingendo. Montato al centro? Beh, è proprio viscerale. Quasi come se fossi inchiodato alla strada.

Anche se avete poca (o nessuna) esperienza con la differenza, potreste comunque essere in grado di capire se avete passato un po’ di tempo sulle montagne russe. Pensate a una configurazione tradizionale, treno su binari, rispetto alle montagne russe d’acciaio sospese. Sensazione totalmente diversa: ci si sente come se si venisse sollevati, anche in discesa. L’altra è come cadere e rimanere intrappolati all’ultimo minuto. Anche se i sottobicchieri seguono percorsi simili, c’è un motivo per cui gli ingegneri hanno ideato più di un progetto.

Articolo molto interessante
Come faccio a sapere quando la mia auto ha bisogno di una ceretta?

Articoli correlati

  • 5 Innovazioni che riducono le vibrazioni del motore
  • Come funzionano i motori delle auto
  • Come funzionano le sospensioni auto
  • Come funzionano le sospensioni per auto
  • Top 10 Miglioramenti nella progettazione del motore

Fonti

  • American Driver and Traffic Safety Education Association. “Confronto di posizionamento del motore”. (21 maggio 2013) http://www.adtsea.org/adtsea/ADTSEA%20Documents%20Pages/Comparison%20of%20Engine%20Placement.html
  • Sherman, Don. “Il dibattito sul motore posteriore contro il motore posteriore”: Porsche Cayman R contro 911 GT3.” Auto e autista. Giugno 2011. (21 maggio 2013) http://www.caranddriver.com/features/the-mid-vs-rear-engine-debate-porsche-cayman-r-vs-911-gt3-feature

Lascia un commento