Intervista a Jodi Ettenberg di Legal Nomads: Viaggi, fotografia e amicizia a lungo termine

Per rendere la vita più facile ai viaggiatori in autobus, abbiamo deciso di contattare i giramondo di tutto il mondo che hanno un po’ di esperienza nel settore. L’ultima volta abbiamo parlato con Dan e Audrey di Uncornered Market.
Oggi, non vediamo l’ora di condividere con voi le favolose storie di Jodi Ettenberg di Legal Nomads, apparse sul New York Times la scorsa settimana. Ex avvocato di Montreal, ha deciso di visitare il pianeta, un paese alla volta. Jodi esplora il mondo dal 2008.

Jodi Ettenberg al Passo del Tichka, la strada più alta del Marocco

1. dove si trova in questo momento e qual è la sua prossima destinazione?

In questo momento sono su un aereo da Istanbul ad Amman. Grazie Google offline! Ho passato tutto l’autunno in Turchia, Marocco e Inghilterra e ora sono tornato in Thailandia, dopo qualche settimana ad Amman. Non posso fare a meno del riso appiccicoso per troppo tempo.

Jodi Ettenberg alla Cittadella di Amman

2. Siete bravi a raccontare e condividere le vostre storie, sia sul vostro blog che sui social network. Cosa vi spinge a documentare tutti i vostri viaggi e a condividerli con la gente?

C’è una leggera differenza tra le storie che condivido sul mio blog e i link e le informazioni che pubblico su Twitter. Avevo una newsletter che ho inviato ogni giorno come avvocato, aveva un po’ di scienza, tecnologia e notizie politiche del giorno.

Quando ho lasciato il mio lavoro per viaggiare, ho smesso di inviare questa newsletter, ma Twitter è diventato uno spazio dove tutto è pubblicato in tempo reale. D’altra parte, su un blog, pubblichiamo le nostre avventure, le nostre storie culinarie, i nostri incontri e scriviamo lunghi saggi con molte foto. Durante le mie avventure, ho cercato di mantenere un certo senso dell’umorismo: non è mai bene prendersi troppo sul serio. Nei prossimi mesi, spero di poter mettere online queste due versioni di me e creare una newsletter per i nomadi legali.

In questa newsletter, vorrei inserire tutti i link di Twitter e Google+ che trovo più rilevanti e anche le storie che ho scritto, ognuna con un editoriale. Mi piacerebbe molto realizzare questo progetto perché combinerebbe i due aspetti che mi piacciono online, ed entrambi implicano la nozione di condivisione.

Articolo molto interessante
Sapsbus partner di Flixbus

3. Mi risulta che lei possiede una Olympus EP-3 e che la combina con un obiettivo Panasonic 20mm e 1,7. Io stesso ho lo stesso obiettivo che combino con un Panasonic GF1. Come ottenere il meglio dalla vostra macchina fotografica e qual è la vostra foto preferita scattata con la vostra macchina fotografica?

Adoro la mia nuova macchina fotografica! La gente mi scrive e mi chiede quale obiettivo ho usato per le foto che ho scattato in Myanmar o in Thailandia. Lo trovo piuttosto divertente (perché, come sapete, stavo usando una fotocamera digitale compatta.

Beh, ovviamente, per fare una grande foto, è necessario avere una grande macchina fotografica. Ma ho notato una differenza con la nuova E-P3: le immagini sono più nitide, i colori sono molto più brillanti e con l’obiettivo 20mm sono in grado di scattare belle foto di quello che mangio. Nonostante l’obiettivo della macchina fotografica sia di solito usato per la macrofotografia, la mia foto preferita è quella che ho scattato a Istanbul, Ayasofia. L’atmosfera scura e un po’ inquietante, l’illuminazione e l’architettura, il tutto combinato con la foto scattata attraverso un foro stenopeico, rende questa foto a mio avviso bella. Ma ehi, è una scelta difficile da fare; mi sento come un bambino in un negozio di caramelle, solo che lì si parla di foto scattate con il nuovo obiettivo.

La moschea di Sulemaniye, Istanbul (foto scattata attraverso un foro stenopeico) Le calme acque del lago Inle, Myanmar (Birmania)

4. Lei ha scritto un articolo molto divertente intitolato “Non è un vero viaggio in autobus se non c’è un pollo o 2” sul trasporto in Laos. Credo di non sbagliare se dico che viaggiare in autobus permette di avvicinarsi alla gente del posto. Puoi condividere con noi una di quelle storie famose?

Proprio così! Questa storia è meravigliosa, e mostra davvero le differenze tra la nostra cultura e quella degli altri. I bambini continuavano a vomitare a causa dell’autobus e il nostro gruppo continuava a ridere (così come i bambini, tra un mal di stomaco e l’altro) e quello che poteva essere un momento di miseria si è rivelato un momento divertente e divertente.

Articolo molto interessante
10 Consigli per viaggiare nel nord-ovest del Pacifico

Uno dei miei ricordi preferiti – ma anche uno dei più assurdi – è stato un viaggio di 30 ore tra Flores e Lombok. Ero seduto sul tetto di un minivan, con una capra in grembo. Qualcuno è salito sul tetto per prendere il mio biglietto e non ho potuto fare a meno di ridere – immaginate me, con una mano sulla sbarra del tetto e l’altra con la capra in grembo… come vi aspettate che gli dia il mio biglietto?
Per questo, abbiamo dovuto fermarci…

5. Come organizzate il vostro viaggio in autobus se non trovate gli orari su internet?

Chiedo all’ostello o dove andrò a dormire. Cerco anche nei forum online. Ma di solito quello che succede è che arrivo in un posto e vado direttamente alla stazione degli autobus un giorno o due prima di partire, compro il biglietto dell’autobus e chiedo l’orario della zona.

Strani “pericoli” che si possono incontrare sulla strada Un branco di capre in Marocco

6. A Sapsbus, la nostra missione è quella di rendere accessibili a tutti le informazioni sui viaggi in autobus e di permettere alle persone di pianificare correttamente i loro viaggi.
Pensa che la nostra missione ne valga la pena? Pensa che possa aiutare la comunità globale dei viaggiatori?

Naturalmente ci sono già molti forum e risorse online, ma un sito dedicato solo agli autobus è uno strumento meraviglioso per chi ha bisogno di informazioni. E penso che gli autobus siano un mezzo di trasporto molto più utilizzato di quanto si pensi. L’unico svantaggio a mio avviso è il cambio di orario e il fatto che alcuni autobus partono quando sono pieni e non quando dovrebbero partire. Ma questi sono solo piccoli inconvenienti in uno strumento utile a tutta la comunità dei viaggiatori.

7. Anche lei ha studiato alla McGill, come noi 3 di Sapsbus. Che consigli darebbe agli studenti che stanno per laurearsi e che esitano tra il viaggio e l’inizio della carriera?

Articolo molto interessante
Festeggiamo 5 anni di viaggi migliori in autobus!

Raccomando vivamente di viaggiare, ma penso che i viaggi lunghi dovrebbero essere risparmiati per dopo, dopo qualche anno di lavoro.

Per cominciare, direi che è necessario avere qualche risparmio di lato ma anche delle competenze in un determinato campo prima di lanciarsi in un’avventura. È una risposta un po’ controversa – ve lo concedo – perché spesso nella vita si sente dire che bisogna andare all’avventura, ma sono contento di aver preparato un piano “non si sa mai”. Se smettessi di viaggiare, so che potrei tornare al mio lavoro di avvocato. Tutti i contatti che prendete quando lasciate la scuola sono sempre buoni da mantenere anche quando viaggiate, perché possono sicuramente aiutarvi al vostro ritorno.

Una porta nella vecchia Essaouira.

8. Infine, siete l’esempio perfetto di una persona che sfrutta al meglio il viaggio e tutto ciò che ha da offrire. Lo avete spiegato in dettaglio sul vostro blog, così come il modo in cui i viaggi aiutano a mantenere una buona prospettiva sulla propria vita. Quali sono, secondo lei, i migliori vantaggi di viaggiare?

Penso che viaggiare sia una forma di educazione in sé. Se lo combini con ciò che porti dalla tua cultura, viaggiare ti permette di vedere ciò che ti circonda, ti rende più flessibile e aperto e ti trasforma come essere umano, diventi più interessante.
Come hai detto tu, ti aiuta a mantenere una buona prospettiva sulla sua vita e ad adattarti a ciò che mette sul tuo cammino. È anche un ottimo modo per farsi degli amici da tutto il mondo.

Jodi e la sua amica Honza al mercato di Myanmar Hogmanay in Scozia

Grazie Jodi!

Potete seguire le sue avventure su Facebook, Twitter e Google+. e sul suo blog Legal Nomads

Immagini di Jodi Ettenberg su Legal Nomads.

Lascia un commento