Intervista con il nomade Samuel: Insegnare all’estero, tour epici in autobus e … Struzzo in giro?

Nell’ambito del nostro obiettivo di rendere la vita più facile ai viaggiatori in autobus, ci rivolgiamo ai viaggiatori che hanno già avuto esperienze di questo tipo in tutto il mondo. L’ultima volta vi abbiamo offerto un’intervista con Matthew Kepnes di NomadicMatt. Oggi siamo lieti di offrirvi un altro blog di viaggio con Samuel Jeffery di Nomadic Samuel, un blog di viaggio che offre foto, video e storie interessanti dei loro viaggi insieme a consigli fotografici, interviste, consigli di ESL, opinioni e consigli di viaggio in generale.

Samuel Jeffery del nomade Samuel ad Angkor Wat

Samuel Jeffery del nomade Samuel non è il tipico nomade a cui sei abituato. Nato in Canada, ha trascorso la maggior parte dei suoi vent’anni lavorando in varie posizioni in Asia. Ha visitato 26 paesi nei 6 anni in cui è stato all’estero e il suo viaggio in autobus più lungo è stato di 68 ore consecutive da Quito, Ecuador, a Puno, Perù. Siamo molto lieti di mostrarvi la nostra intervista.

1. Dove sei ora e dove stai andando?

Attualmente mi trovo in Asia come nomade digitale. Di recente sono andato a trovare alcuni amici in Corea e a Taiwan. E mi trovo a chiedermi ora dove collocarmi dopo. Con così tante opzioni interessanti non è facile prendere una decisione!

2. Si descrive come un apprendista a tutto tondo con una lunga lista di competenze e orientamenti professionali? Quali di queste competenze ha trovato più utili durante i viaggi e quale lavoro ha trovato più gratificante mentre viveva uno stile di vita a lungo termine sulla strada?

Questa è una grande domanda! Dal mio punto di vista, le mie competenze e le mie qualifiche come insegnante si sono rivelate le più utili mentre ero all’estero. Prima di diventare un Digital Nomad, ho pagato tutte le mie spedizioni con i miei risparmi facendo l’insegnante oltre i confini del mio paese. Ora, come Digital Nomad, credo che le mie capacità di scrittura, fotografia e blog di viaggio siano ciò che mi permetterà di continuare a guadagnarmi da vivere. Avere esperienza come insegnante è in qualche modo confortante, poiché so che se in qualsiasi momento non è finanziariamente possibile per me, posso sempre tornare ad insegnare temporaneamente per mantenermi.

Articolo molto interessante
Domande e risposte con Clemens Sehi: Raccontare storie di viaggio attraverso aneddoti

Foto a La Paz

3. Noi di Sapsbus ci concentriamo sul rendere più facile il viaggio. Quali consigli darebbe ai viaggiatori che viaggiano per la prima volta? E in quali paesi ha trovato il modo migliore per viaggiare in autobus?

Ho fatto dei bei viaggi in autobus, due Paesi che mi vengono subito in mente per i loro meravigliosi viaggi e servizi sono l’Argentina e il Cile. Non solo ho trovato gli autobus piuttosto moderni e confortevoli, ma hanno anche offerto pasti e spuntini molto buoni e un intrattenimento decente. Per i viaggiatori che viaggiano per la prima volta, vi consiglio di portare abbastanza roba per farvi divertire. Il trasporto di una batteria completa sul vostro iPod, Kindle o qualsiasi altro dispositivo vi aiuterà a mantenere le ore più leggere. Inoltre, avere qualche libro o guida turistica da leggere è un ottimo modo per passare il tempo. Infine, non dimenticate un cuscino per il collo, una copertura leggera o tappi per le orecchie, che possono certamente farvi sentire più a vostro agio e rilassati e aiutarvi a dormire.

4. Hai cavalcato un cavallo, un cammello, un asino, un elefante e uno struzzo Puoi dirci qualcosa di più su come ci si sente a cavalcare un uccello così grande e come si differenzia da un viaggio in autobus?

Hahaha. Posso dirvi senza pensarci due volte che preferisco un viaggio in autobus a uno struzzo. E sicuramente se lo struzzo potesse parlare direbbe qualcosa del tipo “vuoi una bella cavalcata? Te ne darò una che non dimenticherai mai!” Se non fosse per così tante piume direbbe che stai cavalcando un cavallo selvaggio! Potrei paragonare un giro in struzzo a uno dei più indimenticabili viaggi in autobus che abbia mai fatto in Bolivia. In entrambi i casi, in qualche modo temevo per la mia vita!

Articolo molto interessante
I buoni piani di OUIBUS per l'estate (offerta terminata)

Arrampicata sul Macchu Picchu

5. Ha qualche aneddoto divertente da raccontare ai nostri lettori?

Anche se ho un sacco di storie piuttosto sfortunate tra cui scegliere, ve ne racconterò una positiva. Quando ero in viaggio in Sud America ho incontrato uno dei miei migliori amici con cui mi tengo in contatto e con cui ho condiviso diversi viaggi in autobus in seguito. molti dei miei viaggi sono stati di 24 ore o anche più lunghi, quindi ti permette di conoscere abbastanza bene la persona seduta accanto a te. Consiglierei di mantenere una mente aperta mentre si viaggia in autobus. Un nuovo grande amico potrebbe essere seduto accanto a te.

6. Sei canadese come noi.

Sono un tifoso della squadra canadese alle Olimpiadi e ai Campionati del Mondo Juniores, ma devo ammettere che sono un grande tifoso dei Chicago Blackhawks. E’ ancora peggio quando si scopre che vengo da una piccola città dell’isola di Vancouver, quindi la recente tensione tra i Blackhawks e i Canucks è stata particolarmente intensa per me. Ero a Sucre, in Bolivia, quando i Blackhawks hanno vinto la Stanley Cup nel 2010. Questa volta stavo saltellando in cortile e una folla (per lo più europea) non aveva idea di cosa stesse succedendo.

Cactus gigante nel nord dell’Argentina

E infine, qual è l’aspetto che trova più gratificante e che la appassiona a viaggiare dopo 6 anni e 26 paesi?

Articolo molto interessante
Le più belle città di Instagram in Europa

Lo stimolo che sento di essere in una terra esotica e di sperimentare qualcosa di nuovo mi fa andare avanti. Inoltre, alcuni luoghi che amo visitare mi fanno sentire più a casa che quando torno nella mia città natale. Mi sembra di vivere la mia vita al massimo delle sue potenzialità quando sono in viaggio. Sento ancora quell’emozione che ho provato la prima volta che ho fatto un viaggio. Mi piace molto quello che faccio.

Grazie mille, Samuel!

Samuel Jeffery è il mago che tira i fili del sito Nomadic SamuelTravel. Controlla anche altri siti come Smiling Faces Travel Photos. Potete contattarlo tramite Facebook, Twitter , Stumble Upon, Youtube e Google +.

Foto per gentile concessione di Samuel Jeffery

Lascia un commento