Introduzione alla Citroen DS e ID del 1955-1975

The first Citroen DS19 production convertibles were built by Henri Chapron's coachbuilding firm in the late 1960. See more classic car pictures. La prima Citroen DS19 convertibile di serie è stata costruita dalla carrozzeria di Henri Chapron alla fine del 1960. Vedi altro immagini di auto d’epoca . ©2007 Publications International, Ltd.

L’introduzione a Parigi e negli Stati Uniti della Citroen DS e della carta d’identità del 1955-1975 ha suscitato grande scalpore. Le pagine seguenti descrivono il profilo di questi due modelli Citroen in un periodo di vent’anni.

Galleria di immagini di auto d’epoca

Quando la serie DS si inchinò a Parigi nel 1955, fece scalpore. Era aerodinamica – qualcuno ha detto che aveva un aspetto strano – e vantava il sistema idraulico oleopneumatico “Citro-Matic” per le sospensioni, lo sterzo, i freni, la frizione e il cambio.

La Citroen Serie D si inchinò al Salon di Parigi nell’ottobre 1955 e fece subito scalpore. Ancora oggi sarebbe difficile immaginare un nuovo modello che possa suscitare altrettanti commenti sulla sua presentazione al pubblico.

Qui in una sola macchina ci sono state più sorprese tecniche che altro dopo il tardivo, controverso Tucker – e altrettanta pubblicità. Era quasi qualcosa di un altro mondo, come se i progettisti alieni avessero guardato le auto della Terra, le avessero trovate carenti, e avessero deciso di dimostrare le loro idee su cosa dovrebbe essere un’automobile veramente moderna.

La Serie D ha fatto il suo debutto negli Stati Uniti la primavera successiva al Salone Internazionale dell’Automobile del New York Coliseum, suscitando la stessa reazione entusiasta. Un comunicato stampa la proclama “l’auto dei sogni di domani, sulla strada di oggi” e viene promossa agli americani come la prima “auto automatica di tipo americano prodotta in Europa”.

Articolo molto interessante
1965 Pontiac Catalina 2+2 Convertibile

Nonostante i progressi tecnici, sono stati lo stile funzionale e le proporzioni insolite ad attirare inizialmente l’attenzione di tutti. Car Life’s Jim Whipple ha definito la Serie D “dieci anni prima del suo tempo”, commentando che aveva “una marcata somiglianza con gli schizzi delle auto da sogno”. Da Auto Age’s punto di vista, tuttavia, la nuova Citroen era “Studebaker-ish in apparenza”. Per molti altri, invece, era semplicemente un design da amore o da odio.

Robert Opron, chief of the Citroen styling bureau, created five renderings (one seen here) for an evolutionary redesign of the D-Series.” ” Robert Opron, capo dell’ufficio stile Citroen, ha creato cinque rendering (uno visto qui) per una riprogettazione evolutiva della Serie D. ©2007 Publications International, Ltd.

Non importa. Per i due decenni successivi, la Citroen a dimensione di famiglia è rimasta probabilmente l’auto tecnicamente più avanzata al mondo. Vantava più innovazione, più magie tecniche e più complessità di qualsiasi altra auto familiare precedente, il che significava che, come per lo stile, non solo si era costruita un grande seguito, ma aveva anche attirato un bel po’ di critiche. Se i fan amavano la D per la sua raffinatezza, i detrattori la rimproveravano esattamente per lo stesso motivo.

La grande Citroen DS19 è stata soprannominata “La Dea”. Continua alla pagina successiva per sapere perché.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Auto d’epoca
  • Muscle Cars
  • Auto sportive
  • Guida per il consumatore Ricerca auto nuove
  • Guida del consumatore Ricerca auto usate

Lascia un commento