Joe Oros: Designer capo della Ford Mustang del 1965

Come capo dello Studio Ford, Joe Oros ha supervisionato il design della prima Mustang. Vedi altre immagini della Ford Mustang . .

Si possono ringraziare le tecniche di gestione motivazionali per il design originale del Mustang, con l’aiuto di un abile capo progettista, Joe Oros. Oros ha lavorato per GM negli anni ’30 e all’inizio degli anni ’40, poi si è unito al gruppo indipendente George Walker che ha dato forma alla nuovissima Ford del 1949 e alle auto e ai camion che hanno costruito il suo tempestivo successo. Quando Walker divenne vicepresidente del design interno della Ford nel 1955, fece di Oros un assistente, poi lo nominò a capo dello Studio Ford nel 1956.

Anche se Oros avrebbe supervisionato la progettazione di quasi tutti i veicoli della marca Ford degli Stati Uniti nei successivi dodici anni, la Mustang è stato senza dubbio il suo più grande successo come capo studio. Ironia della sorte, quindi, che il design vincente del suo team fu una sorta di lavoro di corsa, proprio come quella Ford del ’49. Ecco, nelle sue stesse parole, come Oros ricorda la nascita del prototipo della Ford Mustang del 1965.

Lee Iacocca voleva un’auto che fosse più una quattro posti personalizzata e sportiva, piuttosto che un pacchetto 2+2 europeo. Gene Bordinat ha richiesto le proposte del nostro studio Ford, Lincoln-Mercury [e Corporate Advanced].

Galleria immagini Ford Mustang

Articolo molto interessante
La Pontiac Firebird 1982-1992

La richiesta è arrivata un lunedì, e sono andato a un seminario di una settimana: sessioni di formazione sull’analisi dei problemi e sui metodi di risoluzione dei problemi. Dave Ash era il mio dirigente. Martedì l’ho chiamato per sapere come vanno le cose, e lui mi ha detto del nuovo incarico. Ash aveva già fatto alcuni schizzi, e mi è parso di capire che lo studio stava rapidamente mettendo insieme un modello in argilla da farmi vedere il lunedì successivo. Non vedevo l’ora. Avevo difficoltà a concentrarmi sul seminario.

Il lunedì successivo sono andato all’edificio del Design molto presto e mi sono recato allo studio Ford. E c’era quest’auto con un frontale a bocca bassa, un paraurti integrato con l’apertura della griglia e una serra con retroilluminazione inversa come quelle delle recenti Lincoln, delle Mercury e della Ford Anglia britannica.

Ho pensato: “Non possiamo usare la retroilluminazione in retromarcia se questa macchina deve essere nuova”. E la parte anteriore sarà costosa e aggiungerà peso”. Anche le fiancate non erano nuove ed emozionanti. Quindi non pensavo che avremmo vinto tutte le biglie contro gli altri studi. Poi i designer hanno iniziato a fare il loro ingresso, e ho chiesto a Gale Halderman e John Foster, due manager che lavorano sotto Ash, “Cos’è successo qui? Mi hanno risposto: “È quello che Dave voleva iniziare”. Poi è entrato Dave e io ho detto: “Per favore, coprite questo modello”.

Articolo molto interessante
In che modo la progettazione di auto ibride aiuta l'efficienza del carburante?

Nella pagina successiva si può vedere come il team di Oros ha progettato il prototipo di successo della Ford Mustang del 1965.

Per saperne di più sulla Ford Mustang di ieri e di oggi, consultate i seguenti articoli:

  • In sella per la storia completa dell’auto sportiva più amata d’America. Come la Ford Mustang Works racconta la leggenda dalla sua nascita nei primi anni Sessanta fino alla nuovissima Mustang di oggi.
  • Era l’auto giusta al momento giusto, ma la Mustang ha dovuto attendere i primi anni ’60, quando un esperto dirigente Ford ha capito il potenziale della Mustang. Scoprite come Lee Iacocca ha dato vita alla sua “idea migliore” nel 1965, la Ford Mustang Prototypes.
  • Per un rapporto completo sulla Ford Mustang del 2007, consultate la Consumer Guide New Car Reviews. Qui troverete i risultati dei test su strada, foto, specifiche e prezzi per centinaia di auto, camion, minivan e SUV.
  • Le muscle car Ford sono state tra le migliori interpreti dell’era delle muscle car. Date un’occhiata ai profili, alle foto e alle specifiche di alcune robuste muscle car Ford.

Lascia un commento