La bobina degli anni

I primi 20 anni del Circle Track

Vedi tutte le 11 fotoGlen GrissomwriterDec 1, 2002

In 20 Years of Putting Paint on Canvas, il nostro venerabile Bob Myers racconta come ha iniziato con Circle Track e il suo continuo tour di lavoro con queste pagine. Uno dei ragazzi più umili e rispettabili che tu abbia mai incontrato, Bob merita una paga da combattimento estrema per le sue imprese di reportage sulle auto di serie, e la sopravvivenza per quasi 20 anni in una sola rivista nel veloce e morto mondo editoriale delle corse.

Ive ha accumulato solo abbastanza strisce per sei anni di personale in totale per tenere attualmente al secondo posto per anzianità di servizio qui. Questo è il mio secondo tour dello staff, anche se in origine ho contribuito con articoli a partire dal 1988. Sono stato redattore/direttore editoriale del Circle Track dal 1992 al 1997, ma sono stato attirato a diventare il direttore generale dei siti web di TNN Motorsports da quando sono scomparso. (The Internet! The Future! The Busted Bubble!) Ho avuto il privilegio unico di lavorare con i principali protagonisti originali di questa rivista, e ora una seconda possibilità di contribuire al suo futuro. Questo mi qualifica in qualche modo per questa panoramica editoriale.

I due nomi chiave nell’assunzione di Bobs sono stati l’editore originale C.J. Baker e il collaboratore tecnico Smokey Yunick. Loro, insieme all’editore originale Harry Hibler, sono il motivo principale per cui continuavano ad assemblare problemi e a generare articoli per voi, anche se non sono più coinvolti. La permanenza di C.J. e Smokey Yunick è durata fino a pochi anni fa, e questa continuità ha contribuito non poco alla crescita e alla sopravvivenza del Circle Track s. C.J. ha assunto me (e molti altri editori) e ha fornito una guida editoriale costante. Smokey probabilmente mi avrebbe licenziato se avesse avuto i suoi druthers.

A differenza dell’attuale collaboratore tecnico del Circle Track, Jim McFarland, il cui articolo tecnico su Hot Rod ho letto e riletto da bambino, e che ha anche lavorato con Smokey per molti anni, non ho avuto il buon senso di non modificare la scrittura di Smokeys e ho cercato di piegarlo dolcemente per conformarsi all’inglese tecnico dei Kings. Smokey e C.J. mi hanno insegnato molto. Jims ci sta ancora provando. C.J. e Smokey hanno impostato e mantenuto il tono editoriale tecnico di base del Circle Track , e il suo ancora valido e il nostro mantra di oggi: fornire spiegazioni approfondite e accurate che sono utili per il mondo reale stock car racer. Questa approfondita e pratica tecnica ha attratto (e continua a farlo) anche i piloti di altri tipi di sport motorizzati, e questo è un piacevole bonus. C.J. è arrivata da Petersen Publishings (ora Primedia), la rivista di punta della Petersen Publishings (ora Primedia), Hot Rod , e ha ampliato quello che era un piccolo reparto nelle sue pagine in un titolo di rivista dedicata.

Articolo molto interessante
Il 18 aprile 2011 il governatore di Washington ha firmato il disegno di legge per l'introduzione di un'asta stradale e di un veicolo personalizzato nella legge - Allarme legislativo urgente (aggiornamento)

Come un’auto da corsa professionale che non può correre a lungo senza sponsor, una rivista di corse non pubblicherà a lungo senza inserzionisti. L’archetipo del venditore Hibler, che poteva incantare gli ordini di pubblicità dal conto più flinte, sia che si trattasse di una grande società di capitali o di un imprenditore con le cinture di sicurezza, ha costruito la fondazione per le entrate pubblicitarie che ha aiutato a far sorridere i contabili aziendali, o almeno a farli divertire. C.J. ha imparato le corde dell’editore da Harry e alla fine ha assunto quel ruolo.

Il lancio di un nuovo titolo dalla nave madre aveva già funzionato per Petersen. In quei tempi lontani, quando le auto da corsa provenivano ancora dalle auto di serie, la Hot Rod esplorava ciò che la tecnologia delle prestazioni della pista ovale (o del trascinamento, o della barca, o della moto) poteva trasferire al vostro personale giro su strada, e offriva anche qualche caratteristica di gara e una certa copertura di personalità. Era sempre più orientata al drag racing rispetto alle auto di serie (provenienti dal sud della California, dopo tutto), ma la direzione si è impegnata a dedicarsi ad alcuni numeri dedicati del Circle Track nel 1982, per poi passare alla produzione mensile l’anno successivo. Da allora è rimasto mensile.

Il successo non era garantito, come non lo è mai stato con una rivista/avviamento multimediale, ma Circle Track ha tagliato un’ampia fascia editoriale in quelle giornate pre-tv e internet di saturazione di copertura di corse di quasi tutti i tipi. La gente continuava ad acquistare riviste mensili per ottenere le notizie e i risultati delle corse, articoli sui propri personaggi preferiti e articoli tecnici. Circle Track ha esaminato ai rivetti qualsiasi hardware da corsa che avesse quattro ruote, un motore a combustione interna, e ha girato a sinistra. Spiegava la teoria degli sport motoristici e come usarla nella pratica. Ha anche delineato il profilo delle persone intense che gareggiavano nei campionati automobilistici di serie. Il pubblico non era enorme, ma di sicuro era molto numeroso e questo non è cambiato.

Articolo molto interessante
Ford imposta la nuova velocità sul giro singolo a Daytona

Anche allora il contenuto solido era il re, e Circle Track è cresciuto negli anni perché ha avuto scrittori e collaboratori di alto livello. E’ stata una fortuna avere Smokey come pietra di paragone tecnico delle corse che ha potuto affrontare qualsiasi hardware e domanda riguardante le corse e contribuire con specialisti tecnici come Bill Von Helmolt, Herb Adams, Tom Madigan e molti altri dello sport che hanno potuto fare zero su specifici argomenti tecnici. La sua copertura delle caratteristiche di stock car era ancorata dal sottile Bob Myers (ancora lo è), e la sua equivalente copertura di Indy e Sprint car assicurata dall’ineguagliabile Joe Scalzo.

Anche se le corse a ruote aperte erano il dominio primario di Joes, è stato assunto da C.J. all’82 Firecracker 400 a Daytona in quella che doveva essere una festa per i busman. Lo stile di scrittura di Joes era fisico come la serie che ha coperto. Mentre la scrittura di Bobs ti ha sedotto e sedotto come il fumo che si sprigionava dai suoi sigari fumati a catena, Joes ha sfidato i tuoi sensi come se la punta di fuoco ti arrivasse in faccia. La scrittura di Smokeys era più simile a un lanciafiamme collegato a un camion di benzina con la sicura disinserita. Ho dovuto fare il pompiere per tutti loro.

Mentre la televisione via cavo e la televisione di rete hanno scoperto le corse ai vertici e ora producono centinaia di ore di programmazione per coprirle, il mix editoriale di Circle Track s sulla stampa si è evoluto, e anche questo ha creato un nuovo punto di riferimento per i media. Era impensabile, nel 1982, concepire che ogni gara della Winston Cup sarebbe stata trasmessa in televisione, per esempio, o che si potesse avere un personal computer collegato a una rete mondiale 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con più informazioni di quante se ne potessero assorbire in una sola vita. L’era dell’informazione ci dà un accesso incredibile alle informazioni, ma pone più che mai l’accento sulla qualità dei contenuti. Fin dall’inizio abbiamo dato un’importanza fondamentale alla qualità dei contenuti, e continueremo a farlo.

Articolo molto interessante
2015 Dodge Challenger SRT Hellcat SRT Hellcat corre 10,80 nel Quarto Miglio

Sono stati dedicati ad aumentare la qualità delle nostre informazioni per i corridori amatoriali di auto di serie. Abbiamo aggiunto www.circletrack.com per integrarlo con le pagine di stampa mensili. La copertura degli eventi sportivi è stata spostata sul nostro sito web per un accesso rapido e a tutte le ore, ed è stata notevolmente ampliata per coprire i risultati di gara e le informazioni di supporto sulle auto di serie dalla Winston Cup fino al livello regionale.

Senza dimenticare le nostre radici, abbiamo pubblicato sul sito web anche materiale tecnico, e continueremo ad ampliare quella parte di esso per l’accesso a tempo pieno. Per esempio, date un’occhiata al Comprehensive Circle Track Article Index1982-2002 di questo numero dell’anniversario, che è ora disponibile sul sito. Questa è la prima volta che un indice completo è stato compilato e reso disponibile da noi su carta o online, e promettiamo di non aspettare 20 anni prima di farlo di nuovo.

Continuiamo ad apprezzare l’opportunità di produrre stock car di alta qualità come modificare per voi, non importa il mezzo, ora o nei prossimi 20 anni.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites200212a93399-thumb.jpg

Lascia un commento