La Ford Club Coupé di Doyle Thomas del 1951 è la sua ultima auto e la sua prima auto

Doyle Thomas possiede un sacco di auto. La sua più recente è la prima.

Vedi tutte le 24 fotoRobert McGaffinphotographerTim BernsauwriterNov 19, 2015

Vi siete mai chiesti se le hot roders con grandi collezioni di auto di alto livello sviluppano per le loro auto lo stesso tipo di affetto che i proprietari di auto singole sviluppano spesso? Doyle Thomas ha più di 50 auto nella sua Longview, Texas, corral, e siamo sicuri che ognuna di esse significhi qualcosa per lui. Quella che significa di più potrebbe essere questa bellissima Shoebox nera.

Avete visto diverse auto di Doyle in queste pagine nel corso degli anni. La più recente è stata la sua Ford Fairlane Sports Coupé bianca del 1964. Quella road cruiser, costruita da Rutterz Rodz a Bristol, nel Tennessee, era una di quelle auto che sembra dolce mentre ci passi accanto, ma ti bombarda con mille modifiche impressionanti non appena ti avvicini. STREET RODDER ha scelto la Fairlane come vincitrice della Top 100 a Columbus nel 2013. Alla fine della stagione, è stato il nostro Street Rod dell’anno.

Rutterz Rodz aveva appena finito quella macchina quando Doyle chiese loro di costruire questa Ford Club Coupé del 1951 con un trattamento simile. Mike Rutter e i suoi costruttori avevano lavorato con Doyle su diverse auto prima di uno di questi Ford, ma questo nuovo progetto era qualcosa di speciale anche prima dell’inizio della costruzione.

La coupé è stata acquistata originariamente nuova di zecca dal padre di Doyle, ed è passata di padre in figlio come la prima auto di Doyle e l’auto che ha imparato a guidare. Nel corso dei decenni, la Ford ha attraversato alcune fasi evolutive di un’asta da strada. Dopo la prima fase come auto di serie, è stata riportata alle condizioni originali. Poi, quando Doyle si è stancato del motore originale Flathead, ha costruito la coupé in una hot rod da cortile, completa di sospensioni anteriori in stile Mustang II, di un motore Chevy a iniezione e di un nuovo interno. La quarta e ultima fase è iniziata il giorno in cui Doyle ha consegnato la Ford a Rutterz Rodz.

Articolo molto interessante
Vaughn Koshkarian 1934 Ford coupé - Street Rodder Detroit Autorama Top 100

Vedi tutte le 24 foto

Un telaio PROfile da 2×4 pollici della Art Morrison Enterprises fornisce le basi moderne per la Ford ricostruita. Il frontend è costituito da una Mustang II personalizzata Morrison con fuseruole Wilwood, una barra d’oscillazione Morrison e bobine JRI per addolcire la corsa. La parte posteriore triangolata a quattro linee individua una Ford da 9 pollici a slittamento limitato con 3,70 marce e 31 assi a 31 scanalature. Una barra Panhard e un’altra coppia di coilover JRI completano la sospensione posteriore.

Rutterz Rodz ha estratto il motore della Chevy, restituendo alla Ford la potenza della Ford nello stesso stile della Fairlane. Ancora una volta, hanno riempito il vano motore con un motore modulare Shelby GT500 5.4L, una sorpresa inaspettata, a meno che non si conosca il gusto di Doyle. Il motore è stato spogliato, ricablato e verniciato prima che venisse fatto cadere tra i parafanghi. Un radiatore in alluminio di Brice Thomas impedisce al motore da 600 CV di surriscaldarsi. Al sistema di scarico personalizzato sono state aggiunte marmitte Flowmaster. La trasmissione GT500 continua con un cambio Tremec a sei marce con una frizione a doppio disco Ford.

Il motore chomping-at-the-bit e il telaio pronto per il lancio sono nascosti dall’aspetto esterno della coupé. Ancora una volta, un’ispezione più attenta rivela un lavoro straordinario. Il costruttore Greg Whitehead di Rutterz Rodz non si è fermato fino a quando ogni pannello non è stato dritto e allineato, e ogni fessura non era uniforme. La vernice Super Jet Black di Axalta amplificava qualsiasi difetto di carrozzeria, quindi l’auto non si è avvicinata alla cabina di verniciatura fino a quando il carrozziere Jonathan Tolley non ha esaminato ogni centimetro di lamiera in preparazione. Mike si è occupato della verniciatura. Il lavoro di squadra ha dato i suoi frutti: la finitura è fantastica. La vernice arancione mango sulle ruote, e qualche placcatura di prima classe della Lucidatura di Dan’s Polishing Shop ad Adamsville, Tennessee, rende il nero più appariscente per contrasto.

Articolo molto interessante
Pioggia o lucentezza ¿ We¿ re Portare 2016 HOT ROD Power Tour per le strade

I cerchi in stile primitivo erano la strada da percorrere, e il coupé di Doyle rotola su ruote della serie Vintage di The Wheelsmith, accessoriato con anelli di rifinitura cromati e coprimozzi Ford del 1941. Visivamente, i radiali Michelin 225/45R17 e 275/45R18 sono perfettamente proporzionati con le ruote 17×7 e 18×9. I freni a disco Wilwood da 13 pollici sono controllati da un master cylinder GM di serie e da un doppio booster da 7 pollici, più un gruppo pedale personalizzato di Kugel.

Vedi tutte le 24 foto

Doyle e sua moglie Karen si godono il viaggio da un interno ben arredato, creato da Paul Atkins Interiors a Hanceville Alabama. Atkins ha rivestito la panchina personalizzata a schienale basso (e i sedili posteriori) in splendida pelle nera, con cuciture decorative che si adattano al periodo e allo stile dell’auto. Il cruscotto originale mantiene molte delle manopole di controllo di serie, il pannello del riscaldamento e la radio AM, ma un gruppo di indicatori personalizzati della Classic Instruments riempie la capsula del tachimetro e la superficie del cruscotto è stata modificata. Una replica della ruota T-bird wheel è la scelta perfetta per superare la colonna di Flaming River. Quella vecchia unità AM è stata ritirata a favore di un’unità stereo JVC con amplificatori e altoparlanti Memphis Audio, installata da Benny Broyles alla Rutterz Rodz. E un sistema A/C Vintage Air A/C sostituisce il riscaldatore di fabbrica. Mike ha installato un sistema Painless Performance Products per garantire che tutto sia cablato correttamente.

Articolo molto interessante
1962 Chevy Packs LS9 Punch, Style & AME Handling

Doyle probabilmente in futuro possiederà altre auto. Alcune potrebbero non essere così belle come questa fantastica coupé. Alcune potrebbero diventare ancora più belle, chi lo sa? Ma nessuna sarà mai l’auto di suo padre e la sua prima auto. Questa distinzione apparterrà sempre a questa Ford del 1941. Solo questo la rende speciale.

Vedi tutte le 24 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites2015111951-ford-club-coupe-front-three-quarter4.jpg

Lascia un commento