La Ford Mustang Goes Trans-Am Racing

Il Campionato Transamericano è stato concepito nel 1966 dallo Sports Car Club of America come serie professionale per auto sportive. Vedi altre immagini di Ford Mustangs .

L’enorme successo di vendita della Ford Mustang del 1965 è stato un fattore chiave per il lancio della Trans-Am racing, che si è svolta su impegnativi percorsi stradali da costa a costa. Ma la gente ama le belle lotte, quindi l’affluenza e l’interesse dei media non decollò fino a quando non apparve la concorrenza dei pony per inseguire la Mustang in pista e nello showroom.

Nei suoi primi anni, il Campionato Trans-Americano – Trans-Am in breve – è stato la sede di alcune delle più emozionanti e combattute corse automobilistiche d’America. Inaugurato nel 1966, fu concepito dallo Sports Car Club of America come una serie professionale per le auto sportive e le popolari compatte sportive di Detroit, anche se la pubblicità iniziale si riferiva solo alle “berline”.

All’inizio, c’erano due classi in base alle dimensioni del motore. La maggior parte dei modelli stranieri correva nella categoria sotto i 2,5 litri, mentre alle auto più grandi come la Mustang erano ammessi motori tra i 2,5 e i 5,0 litri. Le regole imponevano gabbie di sicurezza, peso minimo da corsa, dimensioni del serbatoio del carburante e altri requisiti, ma permettevano di armeggiare con le sospensioni di serie e la catena cinematica.

Articolo molto interessante
Come funziona il Lazareth Wazuma

SCCA ha specificato una produzione minima di 2500 unità per un dato modello, almeno 500 per i motori di base, e solo modifiche alla carrozzeria di produzione regolare come spoiler per l’aumento della velocità. In altre parole, per far funzionare un’auto in Trans-Am, si doveva fare una versione stradale per vendere al pubblico. Come la NASCAR a quei tempi, la SCCA sapeva di poter spostare più biglietti se le auto sul percorso assomigliavano molto alle auto che la gente poteva effettivamente comprare.

Con quasi nessuna competizione in pista o fuori pista, la Mustang è stata la facile campionessa della prima stagione nella sua categoria, con Jerry Titus il pilota più vincente. La Ford ha conquistato la corona di seconda classe nel ’67, spendendo cifre maggiori per uno squadrone di squadre con piloti di grande fama che correvano con le Mustang e le Mercury Cougars, anche se Titus si è portato a casa il trofeo del pilota.

” ” Il Boss 302 del 1970 era il pilota della Trans-Am, ma Ford si è tirato fuori da ogni forma di corsa dopo il 1970.

I due anni successivi appartennero all’arcirivale Chevrolet e alla sua Chevrolet Camaro Z-28, appositamente progettata. Ma le prospettive della Ford hanno avuto un enorme impulso quando Bunkie Knudsen è arrivato come presidente, determinato a riconquistare il titolo dal vecchio datore di lavoro e dal nuovo nemico aziendale, la General Motors.

Articolo molto interessante
Come funziona Chrysler

Non badando a spese e mettendo a disposizione tutte le risorse disponibili, Knudsen ha dato una corsia preferenziale al Boss 302 come nuovo guerriero di Dearborn, e ha dato al veterano manager della squadra Bud Moore fondi praticamente illimitati per i test, la preparazione, la meccanica e i piloti. I piloti Ace George Follmer e Parnelli Jones hanno rinnovato il loro impegno per una stagione che ha visto la maggior parte delle vetture pony sulla griglia di partenza.

Le battaglie sono state feroci, poiché il Boss ha dovuto affrontare le Dodge Challenger e le Plymouth Barracudas sostenute dalla fabbrica, così come i formidabili Z-28, i Pontiac Firebirds, e persino alcuni AMC Javelins della Little American Motors. È stato il massimo delle “corse di cavalli”. Quando tutto è finito, la Mustang è tornata di nuovo al top, segnando sei vittorie, cinque per mano esperta di Parnelli Jones.

Sorprendentemente, Ford ha poi abbandonato ogni forma di corsa, e l’interesse per la Trans-Am ha cominciato a diminuire insieme al mercato delle auto con pony. Alla fine, la serie fu messa a riposo. Anche se SCCA ha recentemente fatto rivivere il nome, le auto Trans-Am di oggi sono molto meno disponibili rispetto alle auto da corsa originali, e la serie ha ricevuto meno supporto da parte dei produttori e meno attenzione da parte del pubblico.

Vuoi saperne di più su Mustang legacy? Segui questi link per saperne di più sull’auto pony originale:

  • In sella per la storia completa dell’auto sportiva più amata d’America. Come la Ford Mustang Works racconta la leggenda dalla sua nascita nei primi anni Sessanta fino alla nuovissima Mustang di oggi.
  • Le vendite erano in ritardo, ma le prestazioni e lo stile si sono accumulati. Scoprite come i tempi duri della Ford Mustang del 1969-1970 abbiano dato vita a due delle più grandi auto della storia delle prestazioni.
  • La Ford Mustang Boss 302 del 1970 era una Chevrolet Camaro Z28 da combattimento. Scopri questa muscle car unica, e guarda le foto e le specifiche esclusive.

Lascia un commento