La piccola Deuce Coupé: Profilo di un Hot Rod

In 1961, Little Deuce Coupe graced the cover of Hot Rod magazine. See more hot rod pictures. Nel 1961, Little Deuce Coupe abbellì la copertina della rivista Hot Rod . Vedi altro immagini hot rod . .

Nel 1955, il quindicenne Clarence “Chili” Catallo pagò 75 dollari per una Ford coupé del 1932 che divenne la Little Deuce Coupé – il suo biglietto per la scena del rodding a caldo che tanto amava.

Raschiando i centesimi lavorando nel mercato dei suoi genitori a Taylor, Michigan, Chili ha fatto costruire a Bill Wanderer e installare un Olds V-8 344-cid Olds. Chili ha completato la trasmissione con parti di Olds, tra cui una trasmissione Hydra-Matic e un posteriore cromato del 1955.

I personalizzatori locali Mike e Larry Alexander si sono occupati della carrozzeria. I fratelli “A Brothers” hanno sezionato e incanalato la carrozzeria, aggiunto un quadruplo faro in fibra di vetro, realizzato una speciale padella posteriore arrotolata, modificato il telaio e ricoperto i binari del telaio acciottolato con alette in alluminio lucidato. Con sopra una vernice laccata blu, Chili ha soprannominato l’hot rod Silver Sapphire.

Chili drag ha corso la coupé, girando di 12,9 secondi a 112 miglia all’ora nel quarto di miglio, poi l’ha trainata verso ovest quando ha compiuto 18 anni. Ha trovato lavoro come spazzino nel negozio di George Barris a Lynwood, in California, e ha barattato il suo lavoro per far smontare l’hot rod, tagliare la parte superiore e ridipingerla.

Nel 1961, l’auto era una vera e propria esibizione. Ora era dotata di un soffiatore 6-71, tre Stromberg 97s carbs, cerchioni cromati, un inserto per il tetto in Naugahyde imbottito e ciuffato, ed una cromatura a scaglie.

Articolo molto interessante
1956-1957 Serie Metropolitana di Nash 56 1500

Con la campagna della coupé sul circuito di show della West Coast, Chili ha catturato l’attenzione della rivista Hot Rod , e l’auto è apparsa sulla copertina del luglio 1961. La sua più grande fama, tuttavia, arrivò nel 1963, quando apparve sulla copertina dell’album dei Beach Boys Little Deuce Coupe .

Chili ha venduto l’hot rod, ora noto come Little Deuce Coupé all’apice della sua popolarità. Nel 1963, quando Ray Woloszak la comprò, passò attraverso tre proprietari. Ray cambiò l’auto nel corso degli anni, installando un motore Chrysler 440-cid, e la portò sul circuito dell’autoshow.

The Beach Boys album that gave Chili's hot rod its famous name.” ” “The Beach Boys album che ha dato a Chili’s hot rod il suo famoso nome.

Quando il figlio di Chili, Curt, lo vide ad una mostra doganale di Detroit nel 1997, convinse Chili a riacquistarlo. Ora, tornati in Michigan, Chili e Curt hanno iniziato a ripristinare il coupé al suo aspetto nel servizio fotografico della rivista Hot Rod che è stato utilizzato per la copertina dell’album dei Beach Boys.

Purtroppo, Chili è morto prima che l’hot rod fosse pronto a tornare alla ribalta. Curt è andato avanti, tuttavia, chiedendo l’aiuto di molti degli uomini che originariamente lavoravano alla macchina, oltre che della General Motors.

Riconoscendo il motore soffiato Olds come una parte significativa della storia dell’azienda, GM ha aiutato Curt nella ricostruzione del motore e della trasmissione. L’auto restaurata è apparsa al Concours d’Elegance di Pebble Beach nel 2001 e al 50° Autorama di Detroit nel 2002.

Articolo molto interessante
Auto sportive MG

Dopo molti cambiamenti, la Little Deuce Coupé ora ha l’aspetto che aveva quando i Beach Boys l’hanno resa una delle auto più famose nella storia del hot roding.

Per saperne di più sulle auto personalizzate e le hot rod, vedi:

  • Storia delle Hot Rods
  • Profili auto personalizzati
  • Profili ad asta calda

Lascia un commento