La Pontiac Firebird 1982-1992

Pagina successiva ©2007 Publications International, Ltd.               Pontiac slimmed down the Firebird for the 1980s, ushering in a decade of sleek styles. See more Pontiac Firebird pictures.©2007 Publications International, Ltd. Pontiac ha snellito la Firebird per gli anni ’80, inaugurando un decennio di stili eleganti. Vedi altro Pontiac Firebird pictures . 2007 Publications International, Ltd.

“Ora inizia l’eccitazione”. Così è andato il vanaglorioso vanto di Pontiac nelle sue pubblicità per la splendida, ordinatamente ridimensionata Pontiac Firebird del 1982, che rappresenta una piattaforma che ha resistito fino al 1992.

Fortunatamente per la General Motors, la nuova e diversa Camaro e la Firebird per gli anni Ottanta sono emerse proprio mentre l’America stava percependo scintille di rinnovato interesse per le auto ad alte prestazioni. Una coincidenza? Forse; ma anche nei giorni più bui degli anni Settanta, quando le prestazioni sembravano una reliquia del lontano passato, la Pontiac aveva continuato a lottare. Ora quella battaglia aveva l’opportunità di trasformarsi in vittoria.

Galleria di immagini di Pontiac Firebird

Gli stilisti sotto John Schinella hanno mantenuto ancora una volta il look distintivo di Firebird, nonostante il suo continuo legame con la Camaro. Le differenze includevano un naso a bassa guida con griglie gemelle poco profonde all’interno di fessure d’aria, più i fari nascosti – impiegati in precedenza sulla Camaro, ma una Firebird “prima”.

Ancora una volta, Firebird ha adottato un profilo più arrotondato rispetto alla Camaro, esemplificato dalle morbide curve a S su ogni parafango. Pontiac ha richiamato l’attenzione sul suo “naso a sciabola e la coda rauca”.

Articolo molto interessante
1958-1965 Volvo PV544

Alcuni modelli indossavano taillamp a tutta larghezza, con lente affumicata, creando un effetto di oscuramento. Tutti erano coupé “glassback”, con un portellone posteriore al posto del coperchio del bagagliaio. Diverse case automobilistiche avevano fatto rivivere le cabriolet, ma non ci sarebbero state aperte

Firebird fino alla fine di questa terza generazione.

Più lucida e più leggera, più leggera e meno ingombrante di prima, Firebird ha beneficiato di ciò che l’esperto di Pontiac John Gunnell ha descritto come “ingegneria dell’era spaziale”. Sotto, i montanti MacPherson modificati hanno sostituito le vecchie sospensioni anteriori in stile wishbone. Sul retro, le molle elicoidali hanno sostituito le unità multifoglio.

La trazione anteriore era stata presa in considerazione, ma i ponycar si sono bloccati invece sulla tradizionale trazione posteriore. Tra gli obiettivi di progettazione c’era quello di mantenere l’abitacolo spazioso come prima, riducendo al contempo le dimensioni esterne. Il passo si è ridotto di sette pollici; la lunghezza totale di otto; la larghezza di uno.

Per i dettagli sul 1982, passare alla pagina successiva.

Per ulteriori informazioni sulle auto, vedere:

  • Recensioni di Firebird secondo la Guida per il consumatore
  • Muscle Cars

Lascia un commento