La regola del monomotore della NASCAR

I costruttori di motori continueranno a lavorare per rendere i motori migliori e più veloci, non importa quali siano le regole o le restrizioni

Vedi tutte le 1 fotoSam SharpephotographerKeith DortonwriterDec 1, 2001

NASCAR ha discusso l’implementazione di una regola monomotore per la Winston Cup Series. Questa regola è stata usata nella Busch Grand National Series, e credo che sia stata, per la maggior parte, un successo. I proprietari di auto Busch avevano certamente bisogno di un qualche tipo di aiuto, considerando l’enorme aumento dei costi che hanno sostenuto con le regole del motore del 2001.

Parliamo un po’ degli aspetti positivi e negativi dell’utilizzo di una regola monomotore per la Winston Cup. Dal punto di vista dei proprietari, risparmierebbe una notevole quantità di denaro. Quando costruivamo i motori della Winston Cup, un motore di qualificazione costava poco più di un motore da corsa.

Molti dei componenti utilizzati nei motori di qualificazione da alcune delle squadre con budget più elevati sono irraggiungibili da altre. Alcune di queste parti sono molto fragili e sono spinte oltre i loro limiti. In un numero precedente (marzo 2001) abbiamo parlato di parti di motori leggeri e di quanto siano migliorati nel corso degli anni. Questi, o almeno la maggior parte di essi, possono essere gestiti con successo. Tuttavia, molte delle parti esotiche nei motori di qualificazione vengono utilizzate sapendo che dureranno solo per poco tempo.

Articolo molto interessante
John Lasseter della Disney/Pixar e il Comico Adam Carolla saranno premiati al Galà "Commedia e Auto" del Petersen Automotive Museum

Questo è davvero poco preoccupante per chi ha un budget illimitato. Ma, è necessario, o è giusto nei confronti di tutti i concorrenti? Non sono sicuro di essere pronto a decidere. Posso solo immaginare cosa porterà il prossimo anno e l’anno dopo se le cose continueranno come negli ultimi anni. Non posso dire che vedremo macchine e tecnologia dell’era spaziale, perché questo è qui oggi! E poi cosa succederà? I tecnici dei motori sono innovativi e non sono mai soddisfatti, quindi continueremo come in passato a fare tutto ciò che serve per andare veloce. Questo potrebbe significare parti e modifiche ancora più estreme. Attenzione agli ispettori.

A proposito di ispezione, questa è un’altra area di spesa. Al fine di determinare se i motori di qualificazione soddisfano i requisiti della regola significa uno strappo completo e l’ispezione, così come viene fatto con il vincitore della gara, un’altra spesa per l’ente sanzionatore, più tempo in pista, più strumenti e personale, ecc.

Alla Automotive Specialists attualmente costruiamo motori per la serie Hooters Pro Cup che tecnicamente non ha una regola di monomotori. Tuttavia, i partecipanti si qualificano e mettono in fila le auto con lo stesso motore, la regolazione del carburatore, la fasatura dell’accensione e il nastro adesivo sulla griglia. Non sono davvero autorizzati a fare nulla al motore dopo le qualifiche. Se lo fanno, in molti casi perdono la posizione di qualifica e devono partire dal retrotreno. Questo potrebbe funzionare in alcuni casi o su alcune piste per la serie Winston Cup.

Articolo molto interessante
Archivio General Motors Filmati di Corvette SS Test Car

Un altro aspetto di questo tema sono le persone coinvolte. La maggior parte dei negozi di motori Winston Cup hanno da due a quattro persone che lavorano solo sulle qualifiche e su alcuni motori di prova. Sono sicuro che se questa regola venisse applicata, questi dipendenti verrebbero utilizzati in altri settori. Tuttavia, sono anche sicuro che molti di loro diventerebbero disoccupati. Quindi, dovremmo usare questi motori speciali e costosi o no? Non ho fatto altro che costruire motori da corsa per tutta la mia vita e ho sempre cercato di migliorarli. Ho disprezzato alcune regole e limitazioni e spesso ho trovato il modo di aggirarle. Questo rende il mio lavoro impegnativo e spesso gratificante.

Questa parte di me dice: “Corri quello che hai portato, senza esclusione di colpi”. La parte sensata, per quanto piccola, dice: “Dobbiamo rimanere entro i limiti della ragione (in termini di costi) perché le corse continuino ad avere successo”. Questo vale per tutti i tipi di corse, così come per la Winston Cup.

Abbiamo discusso alcuni degli aspetti positivi e negativi della presunta regola del monomotore. Quindi fate le vostre conclusioni. I costruttori di motori continueranno a lavorare per rendere i motori migliori e più veloci, indipendentemente dalle regole o dalle restrizioni.

Keith Dorton è il fondatore e proprietario di Automotive Specialists, un’azienda produttrice di motori Concord, con sede a New York.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

Articolo molto interessante
Faresti una nuova vignetta se ne avessi l'occasione?

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2001\12\a66578-thumb.jpg

Lascia un commento