La rotazione delle mie gomme le farà durare più a lungo?

Image Gallery: Car Safety Tire rotation is an important part of routine car maintenance. See more car safety pictures. Galleria immagini: Sicurezza dell’auto La rotazione dei pneumatici è una parte importante della manutenzione ordinaria dell’auto. Vedi altre immagini di sicurezza auto . Jupiterimages/Stock/ Thinkstock

Quasi tutte le case automobilistiche raccomandano la rotazione delle gomme di un’auto come parte di un programma di manutenzione ordinaria insieme al cambio dell’olio, alla messa a punto, al liquido di raffreddamento e alla sostituzione del cambio e dei fluidi. La loro argomentazione è semplice e logica: ogni pneumatico di un’auto si usura ad un ritmo diverso, quindi, per mantenere l’usura relativamente uniforme e aumentare la durata del pneumatico, dovrebbe essere ruotato. Con allungamento della vita si intende specificamente l’allungamento della vita del pneumatico entro il suo limite dato.

Questo può essere stato il caso quando gli pneumatici erano relativamente uguali nella costruzione e nella tecnologia, differendo poco ma in dimensioni. Tuttavia, oggi i pneumatici sono disponibili in una gamma sconcertante di tipi, costruzioni, modelli di battistrada – e tutti sono montati su auto con esigenze molto diverse.

Pubblicità

Eppure, la fisica che colpisce le gomme è rimasta la stessa. Il calore è la rovina di qualsiasi pneumatico. Pensate a un guidatore che fa un burn-out, il fumo che esce dalle gomme. Quando quel fumo svanisce le gomme hanno perso molto della loro vita. Lo stesso accade su ogni auto ogni volta che si muove – il calore è generato dall’attrito e dalla pressione, solo su una scala molto meno drammatica.

Il punto chiave è che il calore generato è irregolare. Un’auto a trazione anteriore tirerà l’auto utilizzando le gomme anteriori, generando così più calore su quell’asse. La trazione posteriore farà il contrario. Questo differenziale termico significa che ci sarà un’usura irregolare tra l’anteriore e il posteriore.

Ancora più appuntito è quando un’auto si gira. Le ruote anteriori, che guidano il veicolo, si usurano più velocemente delle ruote posteriori, che seguono semplicemente. A questo si aggiunge il raggio di sterzata. Quando un’auto compie una svolta, ogni ruota attraversa un arco leggermente diverso a una velocità leggermente diversa, consumandosi a una velocità leggermente diversa.

A questi fattori si aggiungono la frenata, l’accelerazione, il manto stradale, il calore del manto stradale e dei pneumatici, la pressione del pneumatico, la composizione del pneumatico, la sospensione del veicolo e gli angoli di allineamento, se il pneumatico ha raschiato contro un marciapiede e se il cerchio è stato danneggiato da una buca o da un urto.

Data la miriade di condizioni è quasi una garanzia che le gomme di un’auto si usurino in modo non uniforme, e che la rotazione sia una buona idea. Eppure questi sono gli stessi argomenti che molti usano per dire che la rotazione dei pneumatici è una parte costosa, e spesso non necessaria, della manutenzione dell’auto.

Questo gruppo eterogeneo di fattori di usura, impossibile da prevedere o controllare, significa che i vostri pneumatici dureranno per tutto il tempo in cui dureranno, indipendentemente dal fatto che siano ruotati o meno. Alle argomentazioni dei critici si aggiungono esattamente il modo in cui gli pneumatici vengono ruotati e la relativa efficacia data la costruzione e l’ingegneria avanzata degli pneumatici di oggi.

Ad esempio, la Chrysler Crossfire, un modello sportivo-lusso di breve durata, aveva pneumatici di dimensioni diverse nella parte anteriore rispetto a quella posteriore, e la rotazione era possibile solo da un lato all’altro di ogni asse. Inserendo pneumatici direzionali con battistrada asimmetrico su un Crossfire non sarebbe stato possibile ruotarli.

Eppure la rotazione serve a uno scopo. Muovendo gli pneumatici per uniformare l’usura, invece di permettere semplicemente a una sezione di usurarsi mentre un’altra rimane incontaminata, si massimizza la vita data di un pneumatico. Farà durare più a lungo il vostro pneumatico? Sì, ma solo fino al chilometraggio per il quale è stato valutato in origine. Un pneumatico che percorre 60.000 miglia (96.561 chilometri) senza rotazione può durare, ad esempio, 50.000 miglia (80.467 chilometri). Ma con la rotazione ci sono buone probabilità che lo stesso pneumatico possa raggiungere le 60.000 miglia (96.561 chilometri), date le giuste condizioni.

Alla fine, si può stabilire che la rotazione dei pneumatici è una buona idea in quanto fornisce una guida migliore e più sicura per gli occupanti dell’auto – anche se non necessariamente fa durare i pneumatici molto più a lungo.

Per ulteriori informazioni sulla rotazione dei pneumatici e su altri argomenti correlati, seguire i link sottostanti.

Articoli correlati

  • 5 Cose da cercare in un pneumatico nuovo
  • 5 Segnali di avvertimento: servono pneumatici nuovi
  • Auto Smarts: Pneumatici
  • Come funzionano i pneumatici
  • Come funzionano i pneumatici Q
  • Come funzionano i pneumatici autogonfianti
  • Come funziona il battistrada auto-rigenerante
  • Come funziona la trazione dei pneumatici
  • Come funziona il pneumatico airless Tweel
  • Cos’è un eLSD?
  • Alcuni pneumatici sono più sicuri di altri?
  • Cosa rende un pneumatico sicuro?

Fonti

  • Memmer, Scott. “Come far girare le gomme”. Edmunds.com. (9 agosto 2010)http://www.edmunds.com/ownership/howto/articles/43785/article.html
  • Owen, Clifton E. “Basic Automotive Service and Systems, 3rd Edition”. Thomson Delmar Learning. 2007.

Lascia un commento