La storia di Monterey

Vedi tutte le 1 fotoEric GeisertwriterJan 1, 2005

Sai che è facile prendersela con i ricchi. Con le loro case eleganti, i vestiti eleganti con tutti quei bottoni, e l’uso di parole fantasiose che formano frasi perfette! Ma c’è da riconoscerglielo, perché la rugiada a riva sa come si organizza una festa in macchina!

Ci sono tre giorni consecutivi ogni agosto nel bel mezzo della costa californiana dove si raduna l’élite automobilistica, e non ci riferiamo ai proprietari delle auto. Il Concorso Italiano, le Monterey Historic Races e il Pebble Beach Concours d’ Elegance arrivano ogni anno con tutte le credenziali adeguate, e giustamente.

Il Pebble Beach show, giunto alla sua 54° edizione, un tempo si basava su un evento su strada dove leggende come Phil Hill hanno avuto il loro inizio nelle corse automobilistiche. La parte del salone dell’auto ha preso il sopravvento sui festeggiamenti alla fine degli anni ’50, quando la parte delle corse è stata ritirata, e l’evento è davvero decollato negli stravaganti anni ’80 e ’90.

Le Monterey Historics, o più precisamente le Rolex Monterey Historic Automobile Races, sono state avviate nel 1974 presso il vicino autodromo di Laguna Seca come modo per reintrodurre le corse di auto d’epoca in una nuova generazione di appassionati di auto d’epoca. Un tempo uno spettacolo di un giorno che richiamava 60 auto, oggi ne porta più di 400. Il Concorso Italiano è nato come un modo per i puristi che credono che solo gli italiani possano produrre automobili dalle belle prestazioni per riunirsi, oltre che scambiare ricette di pasta.

Articolo molto interessante
1956 Ford F-100 - Cavalli Deluxe

Il fatto che tutti e tre gli eventi automobilistici si sovrappongano in un modo o nell’altro durante un lungo week-end rende un grave caso di sovraccarico sensoriale. Gli eventi sono costosi da frequentare (100 dollari solo per un biglietto d’ingresso al Pebble Beach show, ma il denaro va in beneficenza), e anche le squallide camere d’albergo da 60 dollari aumentano magicamente il valore di quel weekend per la bellezza di 180 dollari a notte, ma è una garanzia sicura che non troverete mai più un’altra collezione delle più belle, rare, fantastiche e costose auto in nessun’altra parte del pianeta. Prendete ad esempio la classe Ferrari GTO al Monterey Historics; se riuscite a trovare una GTO dei primi anni ’60 in vendita, aspettatevi di pagarla tra i 5 e i 7 milioni di dollari. Ci sono state 17 GTO che si sono sfidate in una classe alle gare di sabato, il che rappresenta quasi la metà della produzione nota di queste auto.

Volete vedere le ultime supercar e i prototipi di tutto il mondo? Il Concorso vantava due debutti nel mondo dell’automobile: L’inaugurazione della Shelby GR-1 coupé della Ford (in realtà una Daytona coupé aggiornata in abiti del nuovo millennio per prenotare la nuova Cobra roadster parcheggiata accanto) e la nuova Lamborghini Murcielago Roadster (proprio quello che ci serve, un’altra auto con meno tetto e più soldi!) Anche i ragazzi della Chrysler sono entrati in scena, mostrando il loro nuovo prototipo di alta gamma, la ME Four-Twelve at the Races. Ma il Concorso quest’anno è stato grande anche in un altro modo, visto che 550 delle 1.700 auto iscritte quest’anno sono state Ferrari, forse un record mondiale di partecipazione di quel marchio.

Articolo molto interessante
Dodge Neon SRT-4 - Mini Muscle From Ma Mopar

Eppure, cosparsa tra i flauti di champagne e le Alfa da corsa, c’era una collezione di kit e replicar. Anche se lo show di Pebble Beach non includeva kit, c’erano molti rari esempi di design automobilistico da cui attingere se si cercava qualcosa di diverso da costruire nel proprio garage. Abbiamo anche trovato alcuni produttori di kit allestiti in questi spettacoli, ognuno dei quali vendeva alla folla le virtù di possedere un replicar a una frazione del costo dell’originale. Il kicker? Ha funzionato! Ogni azienda con cui abbiamo parlato ha finito per vendere auto e prodotti per il trasloco.

Per chi si considera un appassionato di auto, non si può sbagliare a passare una lunga settimana a Monterey e dintorni in agosto. Metà del divertimento è scoprire un’auto di cui non si è mai sentito parlare proprio dietro l’angolo, un’altra metà è il divertimento nel vederla esibirsi come doveva essere, con tubi dritti che sbattono le loro note di scarico e pedali a gas schiacciati sulle assi del pavimento, mentre l’ultima metà è la soddisfazione che ciò di cui si è lontani non sarà mai più duplicato. Aspetta un attimo, sono tre metà! Esatto, è troppo divertente!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20051501kc-01-ps-monterey-historics-event.jpg

Lascia un commento