Le auto elettriche sono sicure negli incidenti?

©Peter Cade/Getty Images ©Peter Cade/Getty Images DCL

Questo post, parte di una serie di cui stiamo parlando auto elettriche , è stato scritto da Christopher Lampton di HowStuffWorks.com.

Le auto sono macchine pericolose. Uccidono più di 30.000 persone all’anno solo negli Stati Uniti. Ciò che le rende pericolose sono le loro dimensioni, il loro peso, la loro velocità, il loro slancio e – cosa forse più spaventosa – hanno un serbatoio pieno di benzina, una sostanza che potenzialmente può prendere fuoco ed esplodere.

Questo è un modo in cui le auto puramente elettriche sono nettamente più sicure delle auto con motore a combustione interna: Non trasportano benzina. Ma aggiungono un fattore completamente nuovo all’equazione della sicurezza. Quasi tutte le auto elettriche attualmente in viaggio verso il mercato utilizzano grandi serie di batterie agli ioni di litio (Li-ion). E — fermatemi se vi suona familiare — le batterie agli ioni di litio hanno la tendenza a prendere fuoco e occasionalmente ad esplodere.

Abbiamo imparato a convivere con i pericoli delle auto con motore a combustione interna. I costruttori di automobili hanno compiuto sforzi considerevoli nello sviluppo di sistemi che riducono la perdita di vite umane – le cinture di sicurezza e gli airbag sono un esempio lampante – e oltre a ciò accettiamo semplicemente che una certa perdita di vite umane a causa di incidenti è il prezzo inevitabile che paghiamo per tutti i benefici che le automobili ci forniscono. In alcuni casi, ciò include il salvataggio di vite umane. Basti pensare a tutte le vite che andrebbero perse se non fossero disponibili ambulanze alimentate da motori a combustione interna. Forse, alla fine, le auto salvano più vite di quante ne salvano.

Articolo molto interessante
1940-1942 Chrysler New Yorker Navajo

Ma mentre stiamo lentamente passando dalle auto a gas a quelle elettriche, stiamo passando a qualcosa che è ancora meno sicuro di quello che abbiamo ora? Quanto sono sicure le batterie agli ioni di litio? Dopo tutto, ci sono stati diversi casi documentati di batterie agli ioni di litio nei computer portatili e nei telefoni cellulari che hanno preso fuoco. Il problema è legato all’alta densità di energia delle batterie. La quantità di energia contenuta in ogni batteria è piuttosto grande rispetto alle sue dimensioni. Ecco perché le batterie agli ioni di litio sono diventate la batteria scelta per le auto elettriche, ma conferisce loro anche alcune delle caratteristiche di un esplosivo. E se le piccole batterie agli ioni di litio nei telefoni cellulari sono un pericolo, immaginate quanto più pericolosa possa essere l’enorme batteria di un’auto. Il pacco batterie di una Tesla Roadster, ad esempio, è composto da 7.000 batterie sotto il cofano di una singola auto.

Per combattere la possibilità che queste batterie diventino nucleari, Tesla e altri produttori di auto elettriche stanno installando un insieme di dispositivi precauzionali – per esempio, fusibili e interruttori automatici che scollegano le batterie quando i rilevatori di collisione si rendono conto che il pacco batterie sta per subire dei danni. Anche mantenere le batterie al fresco è essenziale; più calde sono le batterie, più è probabile che esplodano. Tesla e Ford (nel suo nuovo modello Focus Electric) fanno circolare il liquido refrigerante raffreddato a radiatore in tutto il pacco batterie per mantenere la temperatura più bassa possibile mentre l’auto è in funzione. La Nissan, nel suo modello completamente elettrico LEAF, utilizza un sistema di raffreddamento ad aria. Anche la divisione delle batterie in un array (al contrario di una batteria di grandi dimensioni) è in parte una scelta di sicurezza: le batterie sono separate l’una dall’altra da casse d’acciaio per evitare che il fuoco si diffonda attraverso l’intero pacco.

Articolo molto interessante
1957 Corvette

Non sorprende che uno degli attuali leader nell’invenzione di modi per rendere più sicure le batterie per auto elettriche sia Volvo, una società che ha sempre considerato i sistemi di sicurezza avanzati come il loro principale punto di vendita. Il loro nuovo C30 DRIVe Electric localizza il pacco batteria il più lontano possibile dalle zone di accartocciamento dell’auto per tenerlo al sicuro in caso di collisione. Secondo l’esperto di sicurezza della Volvo Thomas Broberg, “Potremmo benissimo vedere più avanti che le auto alimentate esclusivamente da elettricità possono essere rese ancora più sicure delle auto con motore a combustione”.

Possiamo solo sperare che abbia ragione.

Lascia un commento