Limitazione dell’uso di vernici per automobili – Sparatoria

I Feds Gunning For Do-It-Yourself Painters?

Vedi tutte e 4 le fotoTim Bernsauwriter24 aprile 2007

Ormai, le vesciche calde dovrebbero essere abituate alla montagna di ostacoli legislativi che devono affrontare nel perseguimento del loro hobby. Ci siamo occupati di tutto, dalle questioni relative all’immatricolazione dei veicoli, alle norme di controllo delle emissioni, alle ordinanze anti-crociera, alle leggi sui veicoli inutilizzabili, ai tentativi di limitare l’uso di vari prodotti aftermarket, solo per citarne alcuni. In tutto questo, nessuna sfida è stata abbastanza grande da farci chiudere, e le hot rod, le hot roding e le hot rod hanno continuato a prosperare.

Uno dei problemi più grandi che continuano ad affliggere le hot roders in questo momento è quello di dipingere la vostra auto. Abbiamo già visto dei cambiamenti in questo settore nel corso degli anni. Le vernici laccate, ad esempio, non possono più essere utilizzate legalmente in molti settori. Lo stesso vale per le pistole di verniciatura ad alta pressione, in stile sifone, e molti verniciatori hanno scelto o sono stati costretti a passare alle pistole ad alto volume/bassa pressione (HVLP).

Il prossimo grande cambiamento potrebbe influire sulla capacità degli hobbisti di acquistare vernici per auto e prodotti correlati. Per molto tempo, ci sono stati sforzi da parte dell’industria e delle agenzie governative per ridurre la quantità di COV (composti organici volatili) e di altri materiali tossici che entrano nell’atmosfera. I COV si trovano nelle vernici, tra gli altri prodotti, e sono controllati da vari regolamenti governativi-mentali dal livello federale a quello locale.

Ora, molti hot roders sono preoccupati e si chiedono se una sentenza dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA), prevista per la fine di quest’anno per una possibile implementazione già nel 2008, possa limitare ulteriormente l’uso di vernici per auto, limitando l’uso di vernici per auto a negozi e concessionari professionali autorizzati e certificati, togliendolo dalle mani degli hobbisti non commerciali una volta per tutte.

Non tutti in questo hobby pensano che sia necessariamente una catastrofe. Una delle nostre riviste sorelle ha già raccomandato ai suoi lettori che, alla luce della proliferazione di ordinanze di verniciatura già in vigore, del costo e del trucco delle vernici moderne e dei materiali adeguati, e della qualità che un pittore professionista fornisce, è una scelta migliore portare la propria auto e il libretto degli assegni in un negozio professionale dove il lavoro sarà fatto in modo sicuro e corretto. È un’argomentazione ragionevole, ma ci piace l’idea che gli hot roders siano effettivamente in grado di fare questa scelta da soli, invece di non avere alcuna scelta. E sappiamo che pagare qualcun altro per svolgere il proprio hobby per voi è contrario alla definizione di hot rodding per molti di voi.

Recentemente, questo problema ha ricevuto una certa attenzione tra gli hot roders a seguito di una lettera inviata all’EPA dall’Automotive Service Association (ASA) e dalla National Automobile Dealers Association (NADA), a sostegno dei controlli sull’acquisto e l’uso delle vernici, di un programma di certificazione per i negozi, e di restrizioni sulla vendita e l’uso di prodotti per carrozzeria a chiunque non sia impiegato in un negozio certificato. Nell’anno e mezzo trascorso da quando la lettera è stata scritta, ha trovato la sua strada su Internet, scatenando una raffica di informazioni contraddittorie e una reazione allarmistica da parte di molti hobbisti. Per cercare di chiarire alcuni dei malintesi e delle disinformazioni che volavano intorno all’hobby, abbiamo chiamato i rappresentanti dell’ASA e della NADA che hanno scritto la lettera per avere una spiegazione di prima mano della loro posizione, e abbiamo chiesto loro come le posizioni della loro agenzia avrebbero influenzato le hot rodders.

La mem-bership ASA è costituita da aziende indipendenti di auto service e riparazione; NADA è composta da concessionarie automobilistiche in franchising, di cui poco meno della metà ha un’attività di carrozzeria come parte del proprio business. NADA e ASA non sono né NADA né ASA a favore dell’imbianchino, ma, allo stesso tempo, nessuna delle due agenzie cerca di rivolgersi specificamente all’imbianchino.

La preoccupazione per queste agenzie è che le normative che riguardano il settore siano coerenti e applicate in modo uniforme in tutto il settore, in modo che non vi sia concorrenza sleale. Doug Greenhaus di NADA ha elaborato, dicendo che mentre le concessionarie devono essere autorizzate e vincolate, le carrozzerie più piccole sono attualmente meno regolamentate. Inoltre, il modo in cui le carrozzerie sono regolamentate varia molto da un paese all’altro. “La NADA ha assunto la posizione secondo cui se lo si deve fare, allora lo si deve fare in modo equo, in modo che tutti coloro che emettono queste sostanze tossiche per l’aria siano trattati allo stesso modo”, afferma Greenhaus. “Qualunque sia il costo che un’azienda deve sostenere in base alle regole, qualunque esse siano, noi vogliamo essere sicuri che siano applicate in modo equo in tutti i settori”.

Allo stesso modo, Bob Redding di ASA sta cercando il miglior interesse della sua agenzia concentrandosi su uno standard simile e paritario all’interno del settore. “Dal nostro punto di vista, quello che speriamo di vedere è qualcosa che sia una linea di base di regolamentazione per le imprese commerciali, e che includa la formazione e le attrezzature”, dice. “Gli obiettivi, dal nostro punto di vista, sono le persone che operano nel settore commerciale e i negozi che dovrebbero aderire a questo regolamento”.

Entrambi gli uomini hanno indicato che la loro attenzione è rivolta alle imprese e ai negozi commerciali. Né NADA né ASA si sono concentrati sull’hobbista, né come qualcuno da proteggere, né come qualcuno da prendere di mira. Naturalmente, anche qualcuno che non è un bersaglio può essere preso nel fuoco incrociato. Il punto critico per gli hobbisti è evitare che ciò accada.

E come facciamo? Per una risposta a questa domanda, abbiamo contattato Jason Tolleson, direttore del SEMA Action Network. Questa organizzazione, con sede a Washington, D.C., è in parte sostenitrice degli hobby e in parte osservatore legislativo. Il suo sito web si descrive come “una partnership nazionale di club automobilistici e di singoli appassionati che lavorano insieme per influenzare la legislazione che riguarda gli hobbisti di auto e camion di tutti i tipi”. Lavora anche a stretto contatto con l’EPA per assicurarsi che gli obiettivi ambientali possano essere raggiunti in modo da non disturbare il nostro hobby.

Tolleson ricorda chiaramente la frenesia di Internet che si è verificata in risposta alla lettera già citata di ASA e NADA all’EPA. A causa del disturbo che ha causato, è stato molto attento a ricordarci che l’EPA non ha ancora presentato alcuna sentenza, e ci ha avvertito che è troppo presto per il SEMA Action Network – o per chiunque abbia un hobby – per saltare alle conclusioni.

Una sentenza dell’APE, spiega, è la prima parte di un lungo processo. Una volta presentata la regola iniziale (chiamata NPRM, o avviso di proposta di regolamentazione), deve ancora essere esaminata dal pubblico. Gruppi come SEMA, NADA, ASA, produttori, distributori, rivenditori e il pubblico in generale hanno l’opportunità di rispondere. L’EPA prende in considerazione le preoccupazioni sollevate e viene presentata un’altra proposta di regolamentazione. Anche dopo la presentazione della regola finale, c’è ancora la possibilità di commenti e di potenziali cambiamenti. Al momento non è stata rilasciata alcuna NPRM in merito ai controlli e alle restrizioni sull’acquisto e l’uso di vernici o su eventuali programmi di certificazione per i negozi. La SEMA risponderà quando lo farà; nel frattempo non può prendere posizione su qualcosa che non esiste.

Abbiamo espresso a Tolleson la nostra speranza che qualsiasi potenziale decisione che limiti la vendita e l’uso di vernici per auto sia finalizzata ad una regolamentazione equa e coerente in tutto il settore, consentendo esenzioni per gli hobbisti non commerciali. In cambio, ci ha dato un link a una pagina di FAQ informativa sul sito web dell’EPA (www.epa.gov/ttn/ atw/area/auto/autobody_refinishing_faq_12-30-05.pdf) che fornisce molte informazioni specifiche su ciò che possiamo aspettarci in futuro. Date un’occhiata. Le notizie potrebbero essere migliori di quanto vi aspettavate.

Quali azioni possono intraprendere gli hobbisti per promuovere il “hot rodding”, oltre a illusioni o ad infiammare inutilmente il problema su Internet? Un passo è quello di assicurarsi che le procedure di verniciatura e le attrezzature che si utilizzano attualmente siano sicure e aggiornate. Ciò comprende l’uso corretto delle vernici e dei prodotti chimici correlati, la sostituzione delle pistole a sifone ad alta pressione con pistole HVLP, il lavoro in una cabina di verniciatura ben ventilata e lo smaltimento corretto dei prodotti chimici non utilizzati, tra le altre cose. Un altro passo è imparare quali sono le normative esistenti nella vostra zona. In questo articolo abbiamo incluso il sito web e il numero di telefono delle agenzie statali per la qualità dell’aria in altre parti. E voi o il vostro club potete entrare a far parte del SEMA Action Network (gratuitamente all’indirizzo www.semasan.com), che fornisce notizie sulle questioni legate all’hobby e sulla legislazione in tutto il paese.

Vernice Verde Uno degli svantaggi ambientali della vernice è la quantità di COV ostili all’atmosfera nel solvente. Auto Air Colors, produttori di vernici a base d’acqua praticamente prive di VOC, esiste da quasi 30 anni, ma il prodotto sta ora facendo un grande successo tra i verniciatori. Secondo Craig Kennedy, vicepresidente delle vendite e del marketing dell’azienda, queste vernici, che utilizzano la buona vecchia acqua al posto del solvente come agente di trasporto, sono state utilizzate per la prima volta per aerografare magliette e grafica automobilistica. Negli ultimi cinque anni, quando sono iniziati i miglioramenti dei pigmenti e degli ingredienti, Auto Air è stata in grado di creare un grado esterno che può essere utilizzato per coprire un’intera auto.

“La vernice è fondamentalmente due componenti: legante e pigmento”, ci dice Kennedy. “Ci sono altri ingredienti per le caratteristiche, ma sono fondamentalmente questi due. I nostri pigmenti sono gli stessi. Ciò che è diverso è il legante. Noi usiamo un legante che è un polimero plastico. È una forma di lattice, come la vernice della vostra casa”.

Invece di lampeggiare, come fanno le vernici a solvente, il legante nelle vernici ad acqua Auto Air evapora. Il tempo di polimerizzazione tra una mano e l’altra è molto più lungo rispetto alle altre vernici, ma i COV dannosi non vengono rilasciati nell’aria durante questo tempo. Un altro vantaggio è che la vernice può essere utilizzata direttamente dalla lattina, senza riduttori o indurenti, e può essere spruzzata direttamente sul metallo nudo e non impregnato. Secondo Kennedy, una trasparente ad acqua non è troppo lontana, il che dovrebbe rendere gli ambientalisti felici come i pittori. Il fatto che ciò avvenga o meno dipende da alcuni fattori, come il fatto che l’EPA estenda o meno la sua attenzione oltre i COV anche ad altri elementi di vernice dispersi nell’aria, in particolare l’overspray.

Fino a quel giorno, gli Auto Air Colors possono essere la vernice ecologica del futuro. “Ci hanno messo alla prova molte volte”, ha detto Kennedy. “Abbiamo avuto un sacco di gente in rosso che ha preso la vernice e ha detto che ci avrebbe risposto. Non abbiamo ancora avuto risposta”.

Consultate il sito web www.autoaircolors.com

Vedi tutte e 4 le foto

Le leggi che regolano la pittura in casa variano da stato a stato. La divisione per la qualità dell’aria dell’agenzia per l’ambiente del vostro stato potrebbe essere in grado di tenervi dalla parte giusta delle vostre leggi locali. Ecco un elenco di siti web e numeri di telefono, per stato.

Alabama www.adem.state.al.us/AirDivision/AirDivisionPP.htm334-271-786

Alaskawww.dec.state.ak.us/air/index.htm 907-269-7634

Arizona www.azdeq.gov/environ/air/index.html 800-234-5677

Arkansas www.adeq.state.ar.us/air/default.htm 501-682-0730

California www.arb.ca.gov/homepage.htm 800-242-4450

Colorado www.cdphe.state.co.us/ap/index.html 303-692-3100

Connecticut www.dep.state.ct.us/air2/prgacti.htm 860-424-3026

Delaware www.awm.delaware.gov 302-323-4542

Florida www.dep.state.fl.us/air/Default.htm 850-245-2118

Georgia www.gaepd.org/Documents/index_air.html888-373-5947

Hawaii www.hawaii.gov/health/environmental/air/cab/index.html

Idaho www.deq.state.id.us/air/prog_issues.cfm 208-373-0502

Illinois www.epa.state.il.us/air/index.html 888-372-1996

Indiana www.in.gov/idem/your_environment/air_quality/index.html 317-232-8603

Iowa www.iowadnr.com/air/index.html 515-281-5918

Kansas www.kdheks.gov/bar 785-296-1500

Kentucky www.air.ky.gov 502-573-3382

Louisiana www.deq.louisiana.gov/portal/tabid/68/Default.aspx 225-219-5337

Maine www.state.me.us/dep/air 207-287-2437

Maryland www.mde.state.md.us410-537-3000

Massachusetts www.mass.gov/dep/air 617-292-5500

Michigan www.michigan.gov/deq 800-662-9278

Minnesota www.pca.state.mn.us/air/index.html 651-296-6300

Mississippi www.deq.state.ms.us/MDEQ.nsf/page/Air_Homepage

Missouri www.dnr.mo.gov/env/apcp/index.html 573-751-4817

Montana www.deq.state.mt.us/AirQuality/AQinfo.asp 406-444-2929

Nebraska www.deq.state.ne.us 402-471-2186

Nevada http://ndep.nv.gov/bapc/index.htm 775-687-9350

New Hampshire www.des.state.nh.us/ard_intro.htm 603-271-1370

New Jersey www.state.nj.us/dep/airmon 609-292-0138

New Mexico www.nmenv.state.nm.us/aqb/index.html 505-827-1494

New York www.dec.state.ny.us/website/dar/index.html

North Carolina http://daq.state.nc.us 919-733-3340

Nord Dakota www.ehs.health.state.nd.us/AQ 701-328-5188

Ohiohttp://web.epa.state.oh.us/dapc 614-644-2270

Oklahoma www.deq.state.ok.us/AQDnew/index.htm 405-702-4100

Oregon www.oregon.gov/DEQ/AQ 503-229-5696

Pennsylvaniawww.dep.state.pa.us/dep/deputate/airwaste/aq/default.htm 717-787-9702

Rhode Island www.dem.ri.gov/programs/benviron/air/index.htm 401-222-2808

Carolina del Sud www.scdhec.net/environment/baq 803-898-4123

South Dakota www.state.sd.us/denr/DES/AirQuality/airprogr.htm 605-773-3151

Tennessee www.state.tn.us/environment/apc 615-532-0554

Texas www.tceq.state.tx.us/nav/eq/eq_air.html 512-239-1000

Utah www.airquality.utah.gov 801-536-4022

Vermont www.anr.state.vt.us/air 802-241-3840

Virginia www.deq.state.va.us/air 804-698-4000

Washington www.ecy.wa.gov/programs/air/airhome.html

West Virginia www.dep.state.wv.us/item.cfm?ssid=8 304-926-0475

Wisconsin www.dnr.state.wi.us/org/aw/air 608-266-2621

Wyoming http://deq.state.wy.us/aqd/index.asp?pageid=8 307-777-7391

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20074706rc-01-ps-limiting-use-of-automotive-paint-painter.jpg

Lascia un commento