Luglio 2012 Editoriale Bangin Gears – The Moonshine Special

Vedi tutte le 1 fotoJohnny HunkinswriterJul 1, 2012

All’inizio dell’incontro editoriale mensile mi sono sentito più pensieroso del solito. Ogni mese, il Tech Editor Christopher Campbell ed io ci sediamo con il nostro editore e una dozzina di persone circa dal lato della vendita degli annunci, delle operazioni, dell’arte, del web e della diffusione. Di solito rimbalziamo le idee di storie del mese prossimo sulla nostra gente prima di sottometterle al resto del mondo. La situazione è tesa perché, incontrandoci, abbiamo già passato un bel po’ di tempo a vivere e a lavorare sulle nostre idee di storia – abbiamo già la pelle d’oca.

Confesso che nella preparazione di questo numero ci siamo trovati di fronte a numeri difficili da edicola. Dobbiamo tirare fuori un grande mese in un periodo dell’anno in cui le vesciche calde escono dal letargo dai loro garage e si riversano in strada. Mettere insieme un numero di luglio alla fine di febbraio è certamente più facile quando la vostra rivista si trova nella soleggiata SoCal, ma non me la sono cavata così facilmente; se quello che ho immaginato potesse essere tirato fuori, significherebbe dirigersi verso un luogo freddo, ventoso e piovoso. Ma prima ho dovuto convincere tutti al quartier generale della PHR.

Quello che ci serviva per questo numero era qualche munizione in più, qualcosa che gridasse: “Questo lo devi vedere! La fortuna volle che lo ottenemmo sotto forma del bootleg-runnin’ ’74 Pontiac LeMans di Tim Smith. Non riesco a capirlo, e nemmeno Discovery Channel, che lo scorso autunno ha mandato in onda la serie di reality show dei Moonshiners con Smith, ma c’è qualcosa di avvincente in un tipo normale che inventa whisky al chiaro di luna nel cuore della notte, per poi sfuggire agli agenti del fisco mentre gestisce il suo simpatizzante fatto in casa in un punto di consegna clandestino in un hot rod che ha costruito lui stesso. All’apertura della riunione di redazione, ho chiesto di alzare le mani: Quanti hanno visto il reality show dei Moonshiners? Con mio grande sollievo, 11 su 12 hanno detto di averlo visto e che gli è piaciuto. Io ero a metà strada.

Articolo molto interessante
Quindi questo è Power Tour

c’è qualcosa di avvincente in un ragazzo normale che inventa whisky al chiaro di luna nel cuore della notte, per poi eludere gli agenti del fisco

Cresciuto nella zona piemontese della Carolina del Nord, conoscevo bene la Virginia centro-meridionale, avendo trascorso molto tempo negli anni ’70 nella baracca del fine settimana della nostra famiglia sulle montagne del Blue Ridge. Vedere lo show di Smith on the Moonshiners mi ha riportato alla mente una marea di ricordi, fino ai personaggi che ricordo da bambino – e ai luoghi ancora abbandonati che trovavamo a peppering sul fianco della collina nei boschi intorno alla nostra piccola cascina. Lo dico solo perché la gente mi chiede: “Ma è tutto vero? Non pensavo che la gente facesse più il moonshine”. Sì, è reale, è ancora in corso, e fa parte della vita di molte persone che vivono nel Sud.

Se siete seguaci del programma televisivo Moonshiners, probabilmente sapete già che le ultime imprese di bootlegging di Smith hanno iniziato a essere trasmesse di nuovo su Discovery Channel. Potreste essere di nuovo sul bordo della vostra poltrona, a fare il tifo per lui, sperando che continui a eludere il consiglio di stato delle entrate. O forse siete dell’idea che dovrebbe essere catturato e affrontare la situazione. In un modo o nell’altro, non si può non amare il fatto che Smith sia un vero hot roder fai da te con un budget ridotto.

Articolo molto interessante
Shirley Muldowney al 1968 NHRA Springnationals - Dall'archivio

Conoscere il programma televisivo dei Moonshiners, tuttavia, non è un requisito per apprezzare questa Pontiac, o ciò che Smith ha realizzato. Se vi piacciono i muscoli della metà degli anni ’70, questo corpo da GM GM in stile Colonnade vi farà ripensare il significato di “accessibile” e “cool”. La GM A-body del ’73-77 (Pontiac LeMans, Olds Cutlass, Buick Century e Regal, Chevy Monte Carlo e Malibu) è il primo alimento per il prossimo round di hot rod, e la Pontiac di Smith è tipica di come si giocherà a hot roding nel prossimo decennio.

Ora che la copertina è saltata sulla LeMans nera del ’74, Smith dice che si ritirerà a compiti strettamente legali come andare in crociera con suo figlio, JT (che si prende molto credito per aver salvato il Poncho dalla frantumazione). Avrà un’ultima apparizione televisiva questa primavera, quando Smith farà un ultimo bootleg con la copertina, quindi tenete gli occhi aperti su Discovery Channel. Nonostante l’intero tie-in televisivo, stiamo ancora mettendo una muscle car non del ’64-72 in faccia. Senza le gomme Monster Pro Touring. Con vernice nera. A luglio. Questo è il genere di cose che fa impazzire i miei capi. Se vi piace il problema, lo sapremo tra qualche mese, quando i numeri torneranno, ma nel frattempo, dirò che è stato sicuramente divertente stare nel garage di campagna del Moonshiner, scambiarsi storie di hot rod e lavorare a LeMans. Volete vedere il video del servizio fotografico? Collegatevi a www.YouTube.com/PopularHotRodding!

Articolo molto interessante
Keith Dorton¿ s 1.000HP, 260ci Small-Block Chevy

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201271207phr-01-z-july-2012-bangin-gears-editorial-.jpg

Lascia un commento