L’uomo fa uscire la vera Daytona dal naufragio dell’SRT8: Aggiornamento!

Il clone Dodge Daytona di Steve Mirabelli, basato sulla piattaforma LX del 1969, sta facendo progressi; abbiamo nuovi dettagli costruttivi e foto esclusive.

Vedi tutte le 68 fotoJohnny HunkinswriterSteve MirabelliphotographerFeb 23, 2016

Clicca qui per vedere la nostra storia originale (e un’enorme galleria fotografica di altre foto di accumulo) sul clone Dodge Daytona di Steve Mirabelli del 1969.

Nel caso vi siate persi la storia del mese scorso sul clone Dodge Daytona di Steve Mirabelli del 1969, ecco la versione Cliff Note. Steve è un costruttore di auto da corsa alla Hendrick Motorsports di Mooresville, NC. Dal lunedì al venerdì, costruisce le auto più veloci della Coppa sul circuito NASCAR per Dale Jr., Jimmie Johnson, Kasey Kahne e Jeff Gordon. Quello che quei ragazzi della Chevy non si rendono conto è che hanno un vero uomo Mopar blu in mezzo a loro quando vincono la domenica, Steve riceve un assegno bonus il lunedì. Quel denaro confluisce nel progetto che vedete qui, così quando quelle Chevy vincono, questa Dodge ne beneficia!

Steve ha iniziato il suo progetto tre anni e mezzo fa con una Dodge Charger SRT8 del 2006 e una Dodge Charger del 1968. Lungo la strada, ha raccolto alcuni pezzi extra, come le pelli di ricambio delle portiere, un cono di naso Daytona e un alettone posteriore. Con una lunga storia familiare di partecipazione alle gare NASCAR alla fine degli anni ’60 e ’70, Steve ha capito subito che voleva costruire un clone di una Dodge Daytona del 1969, e ora aveva i pezzi e le competenze necessarie per costruirla.

Articolo molto interessante
Custom 1931 Ford Hot Rod - Che cos'è?

La fusione delle due vetture, il telaio, le sospensioni e il gruppo propulsore della LX, ultimo modello, e la carrozzeria della Charger del ’68, sembra semplice, ma ha richiesto molta sperimentazione per farla sembrare a posto e funzionare in sicurezza. Incredibilmente, Steve è riuscito a convincere l’occhio tipico che si tratta di una vera Daytona, anche se il passo, la pista e l’altezza del cofano della piattaforma originale della LX sono stati mantenuti. Viene da chiedersi perché Dodge non sia stata in grado di costruirla in questo modo.

Dalla nostra storia originale, Steve ha completato l’allineamento dei pannelli, la carrozzeria, il primer e ha persino iniziato a spruzzare le aree degli stipiti nel bagagliaio e nella zona della porta. Tutti i sistemi meccanici sono stati costruiti (fari a scomparsa, nuovi meccanismi porta/finestra, trasmissione tergicristallo, pannello di rifornimento del cruscotto, rifornimento carburante e portiera, pannelli interni delle portiere, pozzetti delle ruote, ecc. ), e Steve l’ha persino portata in giro per il quartiere prima di verniciare, solo per assicurarsi che tutto funzioni correttamente. Infatti, Steve ha fabbricato tutte le sue parti interne, che sono state testate e sono pronte per essere installate una volta che la carrozzeria è stata verniciata.

In queste ultime foto inedite si può vedere una sequenza di immagini che circonda la Charger. (Steve l’ha recentemente spostata all’aperto in una bella giornata per fare il punto della sua carrozzeria e ci ha preso queste per noi). I parafanghi, il cofano, il naso e le portiere sono fuori dalla macchina, e offre ai curiosi l’opportunità di vedere come Steve ha fuso insieme il vecchio e il nuovo in aree critiche come i pannelli del rocker, il pavimento, la zona del cofano e i pannelli dei quarti. Gli occhi acuti noteranno anche l’ossatura scheletrica che monta i parafanghi e individua il nasello nella parte anteriore dell’auto. Si può vedere molto bene come questi pannelli esterni si relazionano con il resto delle sospensioni, le ruote e il gruppo propulsore sotto la pelle.

Articolo molto interessante
1972 Chevy 4x4 - Mai dire mai

Clicca qui per vedere la nostra storia originale (e un’enorme galleria fotografica di altre foto di accumulo) sul clone Dodge Daytona di Steve Mirabelli del 1969.

Vedi tutte le 68 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento