Macchine malvagie vanno testa a testa in auto Craft Real Street Eliminator Pro/Am

Metti su o taci

Vedi tutte le 46 fotoRobert McGaffinphotographerEvan PerkinswriterDominick DamatophotographerSep 14, 2015

Come si dimostra che la vostra macchina è la più brutta con la targa? Facile, eseguitelo nel Car Craft Real Street Eliminator Pro / Am. La sfida mette i veicoli ai box contro gli orologi sull’autocross, sul percorso stradale e sullo Speed Stop una prova unica di maneggevolezza e abilità di frenata. Negli anni passati, la RSE era stata strutturata intorno a singoli concorrenti tutti in lizza per la vittoria. Quest’anno, la formula è stata rinnovata in una dinamica di squadra con l’intenzione di far incontrare i produttori o i proprietari di negozi (i professionisti) con gli appassionati (i dilettanti). Da qui è nata la Pro/Am.

Per livellare il campo di gioco tra la vecchia e la nuova scuola tecnica, l’evento è stato diviso in due categorie. La prima comprendeva veicoli americani a trazione posteriore costruiti prima del 1982, mentre la seconda comprendeva veicoli americani a trazione posteriore costruiti dal 1982 all’anno del modello in corso. Tutte le auto erano limitate a pneumatici con 200 battistrada e tutti i partecipanti dovevano dimostrare che il loro veicolo era legale per strada, registrato e assicurato. Dopo tutto, l’obiettivo era quello di dimostrare chi aveva la macchina stradale più veloce – qui non ci sono auto da corsa.

Vedi tutte le 46 foto

Categoria 1 (post 1982)

Squadra: Schwartz

Pro: Jeff Schwartz

Veicolo: 2016 Corvette Z06

Motore: Stock LT4

Sospensione: Stock con Schwartz Performance Alignment, Forgeline GA1R ruote.

Dilettante: Dan Howe

Veicolo: 1986 El Camino

Motore: Motore LS con 515hp

Sospensione: Telaio Schwartz Performance G-Machine Chassis G-Machine, triangolato 4-link, Moser full-floating 9 pollici con ingranaggi 3.50:1, coilover Ridetech, freni Baer e pneumatici BFG Rival Tires.

Vedi tutte le 46 foto

Vincitore di categoria 1 Schwartz Performance

La squadra vincitrice della categoria 1, per la prima volta in assoluto RSE PRO/AM, è stata l’accoppiata di Jeff Schwartz (il professionista) e Dan Howe (il dilettante). Jeff, il proprietario della Schwartz Performance, ha aiutato Dan ad allestire la sua El Camino del 1986 con un telaio Schwartz Performance G-machine e a comporre il tutto alla perfezione. L’ Elky è stato messo insieme da Dan e suo figlio e fa un serio 512 cavalli alle gomme.

Articolo molto interessante
Scena al raduno dei derelitti della ciambella

Jeff ha segnato il tempo più veloce sull’autocross QA1 (30,183 secondi) e anche sullo Speed Stop (4,555 secondi). Dan ha tenuto duro nell’autocross ma la El Camino ha faticato ad accucciarsi sulla Speed Stop Challenge segnando il tempo più lento (5,395). E’ stata la prestazione stellare della squadra nel tratto di percorso su strada a conquistare la vittoria finale.

Vedi tutte le 46 foto

Squadra: Viking Performance

Pro: Damion Campbell

Veicolo: 2001 Corvette

Motore: LS3 scambiati con l’albero a camme Texas Speed e l’aspirazione FAST LSX (498 cavalli).

Sospensione: Bobine Viking Performance a doppia regolazione, freni da una C6 Z06.

Dilettante: Brad Smith

Veicolo: 1997 S10 Pickup

Motore: ’99 LS1 scambiati con testate, camme e testate a tubo lungo della Stainless Works fatti 435 cavalli al pneumatico.

Sospensione: Ammortizzatori Viking a doppia regolazione, ruote Boss da 18×9,5 pollici e pneumatici BFGoodrich Rival 275/35 su tutti e quattro gli angoli, freni anteriori C5 Corvette, conversione a disco nella parte posteriore, bracci di controllo anteriore superiore e inferiore UMI, barre di ondeggiamento anteriore e posteriore Hotchkis, drop-leaf modificato nella parte posteriore,

Vedi tutte le 46 foto

Categoria 1 Secondo classificato prestazioni vichinghe

Il secondo classificato della prima categoria è stato l’accoppiata di Damion Campbell e Brad Smith. Damion, nella sua Corvette 2001 modificata, ha preso il timone come pro diver per conto della Viking Performance ed è stato in testa alla squadra Schwartz per tutto il fine settimana. La Corvette di Damion ha ottenuto il secondo tempo Speed Stop più veloce, ma non è riuscita a navigare con la stessa spensieratezza del nuovo fratello di Schwartz, lo Z06.

Brad Smith, la metà amatoriale della squadra ha tirato fuori una S10 estremamente competente che era stata scambiata con una LS1 e una T-56 da un corpo F. Il camioncino era una forza da non sottovalutare, dato che era appeso a destra con il pacco nell’autocross, ma i tratti di Speed Stop e Road Course si sono rivelati una lotta per il ritiro.

Articolo molto interessante
La berlina Ford Model A del 1929 di Steve Macchione - Rhineback Turtle Wax Top 100 di Steve Macchione

Vedi tutte le 46 foto

Categoria 2 (Pre-1982)

Squadra: Schwartz 2

Pro: Dale Schwartz

Veicolo: 1965 Pontiac Tempest

Motore: Schwartz-built LS3 (stima 520hp)

Sospensione: Telaio Schwartz G-Machine, freni Baer da 14 pollici, pneumatici BFGoodrich Rival montati su ruote anteriori da 18×9,5 pollici e posteriori XXR da 18×12,5 pollici.

Dilettante: Adam Koch

Veicolo: 1969 Camaro SS/RS

Motore: Schwartz Performance costruito LS7 675 cavalli, carter secco LS7 di fabbrica

Sospensione: Coilover Ridetech, posteriore 4-link con alloggiamento Moser M9, ruote Billet Specialties da 8 pollici anteriori e 11 pollici posteriori con pneumatici BFGoodrich.

Vedi tutte le 46 foto

Categoria 2 (pre-1982) Vincitori Schwartz Performance 2

Come padre; come figlio, la squadra di Dale Schwartz (il professionista) e Adam Koch (il dilettante) ha portato a casa la vittoria di categoria 2. Dale’s Tempest ha stabilito il terzo tempo di autocross più veloce dell’evento, e lui e Adam erano vicini al top del gruppo durante il segmento del percorso su strada, nonostante entrambi fossero in muscle car degli anni ’60. Le vetture hanno faticato un po’ a mettere le redini della loro combinazione di 1.196 cavalli durante lo Speed Stop, ma hanno messo su un tempo totale combinato di tutti e tre gli eventi per conquistare la vittoria nella categoria pre-1982.

Vedi tutte le 46 foto

Squadra: West Bend Dyno Tuning

Pro: Dennis Prunty

Veicolo: 1980 Trans Am

Motore: Lysholm Supercharged 416ci LS su E85

Sospensione: Ammortizzatori afco a doppia regolazione, freni a disco Wilwood, ruote anteriori da 18×10 pollici e posteriori da 18×12 pollici Formula 43 con pneumatici BFGoodrich Rival Tires, sospensioni Heidts Pro G.

Dilettante: Al Robertson

Articolo molto interessante
1960 Chevrolet Corvette - Il vincitore - Rod e Custom

Veicolo: 1971 C10 Pickup

Motore: Stock-bottom end 350 con testate Dart, camma a rulli Comp, e Holley Carb

Sospensione: Molle e ammortizzatori in CPP, telaio del letto in alluminio personalizzato, ruote in alluminio aftermarket

Vedi tutte le 46 foto

Categoria 2 Runner Up West Bend Dyno Tuning

Il West Bend Dyno Tuning team di Dennis Prunty e Al Robertson era composto da due giostre polari opposte. La Trans del 1980 guidata da Dennis e di proprietà di Brad Riekkoff è una macchina mostruosa completamente costruita per confezionare una LS Lysholm da 3,3 litri da 1.000 cavalli con 416 cubi sovralimentati su E85 e sospensioni pro touring new-age.

Il C10 a letto lungo messo in campo da Al Robertson nella parte amatoriale non avrebbe potuto essere più popolare. Il camion ha un’umile Chevrolet Chevy a blocco piccolo con testine Dart e una camma a rulli Comp. Le sospensioni sono per lo più di serie con molle e ammortizzatori potenziati da CPP. Il pianale è dotato di un telaio in alluminio personalizzato costruito da Al.

Vedi tutte le 46 foto

La squadra ha compiuto un nobile sforzo con la C10 che ha entusiasmato gli spettatori nell’autocross e la Trans Am che ha orchestrato diverse scivolate fumose e laterali nel finale dello Speed Stop che ha fatto impazzire gli spettatori. Dennis ha corso duramente la Pontiac, afferrando il secondo percorso più veloce e il tempo di autocross, ma i tempi combinati della combinazione PRO/AM li ha trovati poco più di due secondi dietro la squadra di Dale Schwartz e Adam Koch.

Guarda tutte le 46 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento