Maggio 2011 Editoriale Dietro la ruota

Attuale Tradizionale?

Vedi tutte le 1 fotoRob FortierwriterMay 1, 2011

Sono totalmente a mio agio con l’esistenza di due tipi distinti di usanze tradizionali:

Vera tradizione e attualità tradizionale.

Durante una recente visita al negozio di un amico, la Fullerton Fabrication di Rudy Rodriguez, per vedere la Merc del ’40 di Paul Hoffman (non preoccupatevi, ne parleremo a fondo nel prossimo numero), mi sono messo a pensare al mio progetto personale personalizzato… beh, più che altro a ripensare. Tra i miei pensieri c’erano cose come le combinazioni di colori e la scelta di componenti specifici. Ma alla fine mi sono ritrovato nella stessa mentalità in cui ero stato prima di vedere la bellezza nera di Paul in forma finita.

Sono totalmente a mio agio con l’esistenza di due tipi distinti di usanze tradizionali: la vera tradizione e l’attualità tradizionale. La Merc che Rudy ha appena completato è senza dubbio il primo tipo, il mio è il secondo. Per quanto io sia pignolo con i dettagli, il pensiero di fare il reverse-engineering della mia Fleetline per inserirla nell’altra categoria sarebbe in definitiva più lavoro, richiederebbe più tempo e, naturalmente, costerebbe più soldi. Ma comunque, vedere un’auto come la Paul’s-dropped axle, i freni a tamburo, la Columbia a due velocità, la Flathead originale, ecc… seduta con una posizione perfetta, che corre come un bell’orologio svizzero, e quant’altro, beh, la tentazione era difficile da resistere.

Articolo molto interessante
Chrysler contribuisce alla parata del Ringraziamento di Chicago in grande stile

All’esterno della Chevrolet, però, sarà a tutti gli effetti un’usanza, un’usanza per così dire attuale. I primi proiettori GM (S1 SportLites), i coprimozzi da 16 pollici GM per accessori, i muri bianchi sbiechi, le gonne Candy Apple Red, forse persino le gonne. E sbirciando attraverso i finestrini, il tradizionale tuck ‘n’ roll e gli accessori scarsi (spostamento della colonna di stock, strumenti di stock retrofit, ecc.) daranno anche l’aspetto di una costruzione tradizionale. È sotto il cofano e sotto il corpo che sarà tutt’altro. Ma come ho detto, per me va bene così… almeno lo è oggi.

Forse 10 o più anni fa, avrei affrontato questo progetto in modo diverso. Ma non sono più lo stesso di dieci anni fa, fisicamente o mentalmente. Dopo aver subito due importanti interventi alla colonna vertebrale (solo negli ultimi due anni) e aver avuto mio figlio, ora guardo le cose da un punto di vista completamente diverso. La pigrizia può essere confusa per convenienza (o è il contrario?!), ma più invecchio, meno voglio incasinare le cose – l’abitudine a certe componenti moderne è solo una delle cose che rende la vita più facile e più piacevole.

Nonostante tutto quello che ho appena detto, ucciderei per avere la Mercedes di Hoffman parcheggiata nel mio garage!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

Articolo molto interessante
AMC Rambler V8 - Macchina Mossy

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\05\1105rc-02-o-may-2011-behind-the-wheel-editorial-.jpg

Lascia un commento