Maggio 2011 Hottown Hot Rodding

Vedi tutte le 1 fotoLiz MileswriterMay 1, 2011

Hai una macchina che vuoi che il mondo veda?
Inviare le specifiche e pix a john.hunkins@sorc.com

1969 Chevy Camaro

Domenico Buffa Long Island, NY

Il padre di Dom Buffa è partito per un ritiro di routine per la sua attività di rimorchio quando si è fermato su questa Camaro del ’69. Cominciò a chiacchierare con il proprietario sul perché avesse bisogno dell’ascensore, gli rispose che gli dava sempre fastidio e che stava cercando di venderla. Inutile dire che la Camaro non è mai tornata a casa del proprietario, ma è stata rimorchiata a casa come Dom e il nuovo progetto di suo padre. Era un sogno per Dom, che aveva sempre ammirato da lontano lo stile classico del ’69. Insieme, Dom, i suoi due fratelli minori e suo padre hanno lavorato all’auto mentre crescevano. Essendo il più grande, Dom ha preso in mano il progetto e ha continuato a costruirlo con il passare degli anni. Come la maggior parte dei progetti, ha incontrato dei blocchi stradali, e i ragazzi e le ragazze di Pro-Touring.com lo hanno aiutato a superarli. La sua visione della Camaro è cambiata nel corso degli anni, ma alla fine ha messo da parte il motore a numeri abbinati per un piccolo blocco per la corsa, ha potenziato il TH350 e le sospensioni e gli interni pronti per la gara.

1970 Plymouth ‘Cuda

Spiro Varthos Albany, NY

Per molti, la famiglia è la motivazione definitiva. Spiro Varthos è cresciuto molto vicino a suo cognato, che possedeva e gestiva un’officina di riparazioni automobilistiche. Spiro lo ammirava e, essendo un fan di Mopar, anche Spiro lo è diventato. Ha comprato la sua prima auto dall’officina prima ancora di prendere la patente. Quel ’74 Satellite aveva bisogno di un po’ di lavoro, così iniziò il suo primo progetto di auto. Quella è stata la prima di molte, ma il trasportatore a lungo termine è stato questo Cuda del ’70, che è stato dato a Spiro 12 anni fa da suo zio, che era il proprietario originario. Spiro si è occupato del progetto fino al giorno della morte dello zio, quando ha deciso che era giunto il momento di dare il via alla costruzione. Lo trascinò al negozio del suo amico Harry, dove misero l’auto su un girarrosto e iniziarono il restauro del palazzo. Non è stato un lavoro da fabbrica; hanno accarezzato la 383 con cui è arrivata a 496, mischiata a una tonnellata di prestazioni, e hanno fatto 550 CV e 630 libbre di coppia. Per il massimo del divertimento, ha optato per un Tremec a cinque velocità e per le aste dei montanti regolabili Hotchkis, per i bracci di controllo regolabili Magnum Force e per alcuni grossi e grassi freni Brembo da 13 pollici.

1970 Ford Mustang Coupé

Pat Unger Sierra Vista, AZ

Anche le coupé sono belle! Il proprietario Pat Unger è stata la terza persona ad acquistare questo ‘Stang 33 anni fa. Pat è stato schierato oltreoceano nell’esercito per la maggior parte del tempo. La Mustang ha trascorso gran parte della sua vita in un magazzino, in attesa del giorno in cui sarebbe stata ricostruita. Nel frattempo, ha inviato il motore ad un amico e costruttore, Dave, per valutare i danni. Trovò un anello rotto, guide e sedi delle valvole difettose e un paio di sollevatori difettosi. Piuttosto che ricominciare da capo, Dave l’ha preso a pugni .010-over nel suo negozio di Herndon, Kansas, e l’ha rimesso a posto con alcuni nuovi pistoni TRW, una camma Crower Beast, una presa Edlebrock Torker e un carburatore Holley 780-cfm. Una volta andato in pensione, Pat aveva molto più tempo e denaro da investire nella Mustang. La spogliò di tutte le sue rifiniture e la portò all’Autobody di Carr di Tombstone, in Arizona, dove fu raddrizzata e verniciata di Grabber Blue. Questa coupé è pronta e funzionante con interni nuovi di zecca, ma la prossima in programma è una Tremec a cinque marce e forse una migliore serie di testate per il piccolo blocco di Cleveland.

1968 Pontiac Firebird

Steve Bourdon Navarra, FL

Nell’ambito di un divorzio, questo Firebird è finito sulle pagine di una rivista AutoTrader quando Steve Bourdon lo ha individuato. Incontrò il venditore, lo convinse ad abbassare il prezzo e lo portò a casa. La maggior parte dei componenti erano di fabbrica, il che lo rendeva affidabile, ma niente di speciale. Nel corso dei sette anni in cui Steve l’ha posseduta, ha aggiunto un distributore MSD 6AL e Pro-Billet, un radiatore in alluminio, ruote e pneumatici migliori, un nuovo serbatoio del gas e una frizione per la sua fabbrica Muncie a quattro velocità. Con soli 89.000 miglia di autonomia, Steve dice che questa cosa guida come un’auto nuova e non l’ha mai lasciato a piedi. Dopo alcune ricerche, Steve ha scoperto che la ‘Bird è arrivata dalla fabbrica con una combinazione di colori oro su oro, poi è stata verniciata di verde. Entrambe le combinazioni di colori erano quelle che non aveva previsto sarebbero tornate presto. Era abbastanza soddisfatto del rosso metallico spruzzato da un precedente proprietario. Il figlio quattordicenne di Steve è ansioso di aiutarlo a migliorare le sospensioni con bracci di controllo tubolari, scatola dello sterzo in CPP e grandi freni. Si sta anche lanciando l’idea di montare il motore con un set di teste in alluminio Edelbrock e una camma robusta.

Mothers Picture Perfect Award

Questo è il luogo in cui mostrare il proprio orgoglio e la propria gioia al resto dell’umanità, quindi pensiamo che i lettori che si sono presi il tempo di catturare uno scatto davvero fico del loro hot rod dovrebbero ricevere un piccolo bonus. Le mamme hanno accettato, e hanno deciso di venire alla festa con qualche omaggio per la migliore foto presentata a PHR.

Ogni mese i redattori della PHR vaglieranno le immagini e sceglieranno quella con la migliore composizione, illuminazione e qualità complessiva. Il vincitore riceverà un assortimento fresco di prodotti Mothers per mantenere la sua macchina bella e lucida. Inviateci un CD con immagini digitali in formato JPEG, insieme a una descrizione scritta della vostra auto. Ricordate che le immagini digitali devono essere a 300 dpi, e più grande è l’immagine, più grande può funzionare. Inoltre, assicuratevi di includere informazioni sull’auto, insieme al vostro nome e indirizzo. Buona fortuna!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201151105phr-02-o-1969-chevy-camaro-may-2011-hometown-hot-rodding.jpg

Lascia un commento