Maggio 2012 Editoriale Bangin Gears – Bye-Bye Box O’ Death!

Vedi tutte le 1 fotoJohnny HunkinswriterMaggio 1, 2012

Attraversare il calvario di un restauro completo è una di quelle cose che probabilmente non affronteresti mai se sapessi in anticipo esattamente quanta angoscia dovrai affrontare. Enigmaticamente, è anche una di quelle esperienze che non si scambierebbe mai con niente al mondo. Non c’è niente come la soddisfazione di riportare indietro un’auto dalla morte per diventare un oggetto ambito da tutti, anche dai non addetti ai lavori. La Nova del ’68 restaurata in questo numero è per me quella “calda sfocata”.

La maggior parte del credito per il restauro del Project Nova deve andare a Ron Aschtgen di Outlaw Motorsports a Riverside, California. Mi piacerebbe poter dire di aver fatto tutto io, ma ho solo dato una mano quando ho potuto. (Probabilmente Ron starà ridendo in questo momento, dicendo qualcosa del tipo: “È così che lo chiami!?”) Una cosa che abbiamo scoperto, con nostro grande piacere, è che a Ron piace lavorare in fretta. Forse troppo veloce? Mentre la costruzione di un hot rod di kickass è l’ovvio punto di tutto questo, il vero obiettivo qui è quello di documentare ogni dettaglio in modo da potervi mostrare come si fa. Nel corso dei sei mesi del restauro, ho interrotto Ron un migliaio di volte per rallentare, fermare o rifare qualcosa, in modo da poter mettere la mia macchina fotografica nella giusta posizione per catturarla. Una volta, Ron ha spruzzato un po’ di primer in un giorno in cui non ero lì. Il giorno dopo, gli ho fatto riempire la pistola d’acqua e l’ho fatta spruzzare sul primer a secco mentre scattavo la foto. (La magia della rivista al meglio!)

Articolo molto interessante
File MSD per il capitolo 11 Ristrutturazione

Ad un certo punto, ti accorgi di aver superato la metà del percorso. Comincia ad assomigliare di nuovo a una macchina.

Attraverso il restauro della Nova, sono stato un fascio di nervi. A un certo punto, ad agosto, il sottotelaio era spento, l’interno era fuori uso, la vernice era stata sverniciata, il pavimento era pieno di cianfrusaglie invendibili, una pelle della porta era stata staccata e un quarto di pannello era stato tagliato. Stavo impazzendo: la Nova era un’auto solo di nome. Ho visto migliaia di ragazzi arrivare a questo punto, e poi buttare il loro progetto su Craigslist. Questo è all’incirca il periodo in cui si è scoperto che la “scatola della morte” aveva bisogno di molto più aiuto di quanto si pensasse. Poi, ho fatto una telefonata frenetica a YearOne. Con la vernice sverniciata fino al metallo nudo, ho scoperto cosa c’era veramente sotto il vestito del mio accompagnatore al ballo di fine anno, e questa volta non è stato bello! Quello di cui hai bisogno in una situazione come questa è il consiglio di un esperto e l’enorme inventario in magazzino di un YearOne per toglierti da un tale impiccio.

Fin dall’inizio, tuttavia, abbiamo sempre saputo che avremmo utilizzato strumenti e prodotti Eastwood. Ricordo molti anni fa la prima volta che ho visto un catalogo Eastwood. Era meraviglioso e strano allo stesso tempo. Meraviglioso perché avevano ogni tipo di utensile e fornitura che avessi mai visto per affrontare un progetto di corpo e vernice, e strano nel senso che c’era roba lì dentro che non avevo mai visto prima. Indovinate un po’? Tuffati in un progetto di restauro, e scopri subito che la differenza tra fare una cosa nel modo più difficile e farla nel modo più facile è avere l’attrezzo giusto, o la lattina di roba. È allora che tutte quelle cose “strane” nel catalogo iniziano ad avere un senso. I ragazzi di Eastwood hanno fatto il giro dell’isolato un paio di volte, e se c’è mai stata una richiesta per qualcosa (un attrezzo per piegare la pelle della porta, qualcuno?), ce l’hanno, e a un prezzo che ti puoi permettere.

Articolo molto interessante
Prendi la tua auto in PHR!

Ad un certo punto, ti accorgi di aver superato la metà del percorso. Comincia ad assomigliare di nuovo a una macchina. Per me, quel momento si chiamava “primer”. Una volta che hai messo la vernice su un’auto – anche il primer – superi o fallisci la cartina tornasole. Il tuo ardente desiderio di arrivare a quel punto può però essere una trappola. Quante auto hai visto arrivare al primer e poi fermarsi? Credo di sapere la risposta. Se tutti i lavori in metallo e la preparazione prima del primer non sono buoni, il primer fa schifo. Vedere la tua auto con il primer ondulato è un enorme divertimento, ti dice troppo tardi nel gioco che hai tagliato troppe curve. Ecco perché ero così sollevato nel vedere la PHR Nova in primer, era piatta come un righello. Ora che è tutto finito, ho difficoltà ad abituarmi all’idea che sia la stessa macchina. Se l’hai mai vista nella sua forma a scatola bianca da frigorifero, allora capisci.

Così ora vi presento l’annuale numero di PHR body and paint, portato alla voce sagace dell’esperto di restauro Steve Dulcich. Spero che vi piaccia vedere i nostri progressi in sei mesi, accelerati in poche 13 pagine. E non dimenticate di visitare il nostro canale YouTube (YouTube.com/PopularHotRodding) per vedere qualche bel video dell’intero processo!

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

Articolo molto interessante
Tour del negozio! Rad Muscle e camion a V8 Speed and Resto a Red Bud, Illinois

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201251205phr-00-z-may-2012-bangin-gears-editorial-.jpg

Lascia un commento