Mantenere la calma

Flex-A-Lite rende tutto più facile che mai

Vedi tutti i 12 fotoswpengineWordsMar 18, 2005

I componenti di raffreddamento sono sempre stati accessori aftermarket popolari. Prendete come esempio la ventola flex. Come molti hot roders, l’autore ha usato uno di quei ventilatori Flex-a-lite in fibra di vetro all’avanguardia quando è stato introdotto per la prima volta negli anni ’60 per mantenere fredda una Chevy 283 Hopped-up. Un trucco, quello.

A quei tempi quei ventilatori bianchi e verdi con le lame uniche erano prodotti della mente fertile di Eddy Davis. Pilota dell’Army Air Corps in Inghilterra durante la Seconda Guerra Mondiale, Eddy aveva una certa familiarità con le eliche, in particolare quelle a passo regolabile. Sviluppò una pala a ventola curva che era inclinata in modo ripido a bassa velocità del motore per muovere molta aria e si appiattiva per ridurre la resistenza aerodinamica quando il motore accelerava e l’effetto ariete spingeva l’aria attraverso il radiatore.

Alla fine della guerra, Eddy ha fatto qualche fan flex per alcuni corridori in Inghilterra con risultati promettenti. Dopo il suo ritorno negli Stati Uniti, Eddy ha iniziato a testare alcune tecniche di produzione, anche se a livello di base. Per esempio, la capacità delle pale dei ventilatori di resistere al calore è stata valutata infilando le pale nel forno della cucina. Ben presto, con l’aiuto del fratello Jim, i ventilatori erano in produzione, con la catena di montaggio in garage. Un vero affare di famiglia, tutti si misero a costruire ventilatori. Anche la nipote Lisa si è unita alla troupe nel ’78. Poi, a 8 anni, si guadagnava da vivere spendendo soldi avvitando le lame. Da quegli inizi un po’ umili, Flex-a-lite Consolidated è cresciuta fino a diventare uno dei fornitori leader di ventilatori elettrici e a motore, raffreddatori per motori e trasmissioni, riscaldatori e una miriade di altri prodotti. Una cosa non è cambiata: la nipote è ancora lì, anche se il suo nome e il suo titolo è ora Lisa Chissus, vice presidente e direttore generale.

Flex-a-lite è cresciuto per una varietà di motivi. Uno è che hanno valutato molto astutamente le esigenze dell’aftermarket. Alla convention SEMA di quest’anno abbiamo trovato un esempio perfetto di questo processo. Parte del display Flex-a-lite era un nuovo radiatore in alluminio. Questo da solo non è rivoluzionario; ci sono diversi radiatori in alluminio sul mercato. Ciò che rende unico questo prodotto è il pensiero che è andato a montare la varietà di articoli aggiuntivi che sono diventati di uso comune, come ventilatori elettrici, condensatori per l’aria condizionata, trans e radiatori per motori, e così via.

Anche se ci sono affermazioni di ogni tipo quando si tratta di costruzione di radiatori, se il radiatore è adeguato per l’applicazione, ci sarà poca differenza effettiva tra i radiatori in alluminio e quelli in rame/ottone. I radiatori in alluminio reagiscono (riscaldano e raffreddano) un po’ più velocemente e, naturalmente, sono più leggeri e hanno un bell’aspetto. Ma uno dei motivi per cui Flex-a-lite ha optato per la lega per la costruzione dei radiatori è stato che ha permesso l’uso di estrusi di alluminio unici per i serbatoi superiore e inferiore (così come le cinghie laterali in alcune applicazioni).

L’estrusione utilizza stampi per modellare il materiale – in questo caso l’alluminio – e i risultati sono alette all’interno dei serbatoi e scanalature a T all’esterno. Le ragioni di questo design sono due. In primo luogo, l’efficacia di raffreddamento è aumentata in quanto le alette interne forniscono una maggiore superficie per trasferire il calore dal liquido di raffreddamento al radiatore e, in ultima analisi, all’aria. I test hanno dimostrato che queste alette abbassano la temperatura di 1,7 gradi al minuto più rapidamente rispetto ai serbatoi progettati in modo convenzionale. La seconda parte delle estrusioni, le scanalature a T all’esterno, semplifica il montaggio di tutti i componenti che sono comunemente appesi ai radiatori. Ironia della sorte, questo sistema è così pulito che molti di coloro che guardano questi radiatori per la prima volta non se ne accorgono.

Oltre al design unico dei serbatoi, gli ingegneri di Flex-a-lite hanno esaminato a lungo la compatibilità tra i nuclei dei radiatori e le ventole e sono stati in grado di ottimizzarne la combinazione. Di conseguenza, i rodders hanno ora la possibilità di acquistare componenti abbinati e coordinati da un’unica fonte. Un radiatore in alluminio, una ventola, un mantello e un radiatore a trasmissione sono tutti in un unico pacchetto, tutti progettati per adattarsi insieme e funzionare perfettamente. Che bel modo di mantenere il fresco.

Vedi tutte le 12 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento