Mantenere sotto controllo i Temps del motore in un pickup Chevrolet del 1956

Installazione di un radiatore U.S. Triple Pass

Vedi tutte le 27 fotoRon CeridonowriterJason ScudellariphotographerFeb 19, 2016

Le cose sono sicuramente cambiate nella ricerca di cavalli. Alcuni di noi possono ricordare quando un motore ad alte prestazioni che produceva 1 hp/ci era un grande affare, oggi quei numeri sono prontamente disponibili in un motore per casse con una garanzia. E se si vuole aumentare la potenza alla spina qualche semplice ritocco produrrà numeri che si potevano immaginare solo non molto tempo fa.

Anche se la potenza in cavalli è più facile da reperire che mai, essa può porre maggiori esigenze ad altri sistemi. Ovviamente il telaio e la trasmissione devono essere in grado di gestire ciò che viene loro richiesto, ma la sfida più grande è spesso quella di mantenere fresco un motore ad alte prestazioni.

Ogni giorno, l’impavido leader del nostro centro tecnologico, Jason Scudellari, si occupa di veicoli specializzati con un sacco di cavalli. Di conseguenza, sa quanto sia importante avere un sistema di raffreddamento efficace e non c’era modo che il radiatore di serie del suo pickup Chevrolet del 1956 raffreddasse il motore 383 LS che lo avrebbe alimentato.

Sapendo benissimo che non c’è niente di peggio di un veicolo che si surriscalda in uso o vomita il temuto “fiume verde della morte” ogni volta che è parcheggiato, Scudellari voleva il massimo della capacità di raffreddamento. Quindi, per tenere sotto controllo la temperatura di esercizio del suo camion in ogni situazione immaginabile, Scudellari ha scelto un radiatore Triple Pass del radiatore statunitense di Don Armstrong.

Un concetto relativamente nuovo, come suggerisce il nome, in un radiatore Triple Pass il refrigerante scorre tre volte attraverso il nucleo. In un radiatore standard a passaggio singolo il refrigerante entra in un serbatoio, attraversa il nucleo ed esce dal secondo serbatoio. A seconda della temperatura del nucleo, la temperatura tra l’ingresso e l’uscita è di circa 30 gradi. In un radiatore a triplo passaggio il refrigerante fluisce attraverso il nucleo, i deflettori nei serbatoi inviano poi il refrigerante indietro attraverso il nucleo una seconda e una terza volta. Essenzialmente il refrigerante viene esposto al flusso d’aria tre volte senza modificare la velocità del flusso, con conseguente maggiore caduta di temperatura, che spesso raggiunge i 20 gradi.

Articolo molto interessante
Trasforma il tuo Mopar 440 in un mostro da 512 pollici

Dopo aver deciso quale tipo di radiatore utilizzare la preoccupazione successiva era quella di far passare l’aria attraverso il suo nucleo. Per prendersi cura di quel radiatore americano ha fabbricato un mantello di alluminio che monta un paio di elettroventilatori Spal sul retro del nucleo (gli elettroventilatori sono più efficaci come estrattori che come spintori).

L’installazione di un radiatore a flusso incrociato al posto del radiatore di discesa originale del camion ha richiesto una certa lavorazione. Scudellari ha realizzato una culla inferiore per sostenere la parte inferiore del radiatore e una staffa superiore per tenerlo in posizione. Inoltre, la combinazione del motore LS e di un radiatore con l’ingresso e l’uscita sullo stesso lato avrebbe richiesto alcuni tubi flessibili unici. La soluzione a questo problema era un amalgama di tubi d’acciaio e brevi sezioni di tubi di gomma per far arrivare il refrigerante al radiatore e tornare al motore.

Un elemento aggiuntivo che dovrebbe essere aggiunto alla maggior parte dei sistemi di raffreddamento è un serbatoio di recupero. Quando un motore è spento il liquido di raffreddamento smette di fluire attraverso il radiatore, tuttavia il liquido di raffreddamento continua ad assorbire calore dalle teste e dal blocco. Di conseguenza la temperatura nel sistema di raffreddamento aumenta, il liquido di raffreddamento si espande aumentando la pressione nel sistema fino al punto in cui viene superato il valore nominale del tappo del radiatore e il liquido viene rilasciato attraverso il troppo pieno del radiatore. Quando il sistema si raffredda e il liquido di raffreddamento si contrae, qualcosa deve sostituire il volume del fluido che è andato perso. Senza un sistema di recupero l’aria viene aspirata nel radiatore. Di conseguenza, dopo aver scaricato il liquido di raffreddamento alcune volte il livello nel radiatore può abbassarsi. In circostanze normali, un serbatoio di recupero mantiene il radiatore pieno, qualsiasi liquido di raffreddamento che viene spinto fuori viene aspirato di nuovo.

Con il radiatore Triple Pass di U.S. Radiator in posizione, un mantello personalizzato, due ventole elettriche gemelle e un impianto idraulico personalizzato, il camion Scudellari ha un sistema di raffreddamento in grado di gestire le richieste che gli verranno poste. Non c’è dubbio che si tratta di un camion caldo che non perderà il suo raffreddamento.

Articolo molto interessante
Sguardi e prestazioni - Articolo tecnico - Street Rodder Magazine

Vedi tutte le 27 foto

Per mantenere il motore della Chevy LS da 383 pollici del pickup Chevy del 1956 di Jason Scudellari, sono stati selezionati un radiatore U.S. Radiator Triple Pass, un mantello in alluminio e due ventilatori Spal da 12 pollici.

Vedi tutte le 27 foto

Per tenere il fondo del radiatore a flusso incrociato è stata realizzata una piccola traversa con culla a forma di U. Un cuscinetto di gomma protegge e ammortizza il nucleo.

Vedi tutte le 27 foto

Una simile culla a canale C viene utilizzata anche per sostenere la parte superiore del radiatore. Scudellari ha integrato questo supporto nel supporto del nucleo superiore che ha fabbricato.

Vedi tutte le 27 foto

Originariamente il supporto superiore del radiatore copriva solo il nucleo. Scudellari ha deciso di estendere entrambe le estremità. Questo è un modello per i pezzi da aggiungere.

Vedi tutte le 27 foto

Le estensioni per la staffa superiore del radiatore sono state formate su un freno da banco Eastwood.

Vedi tutte le 27 foto

Così è apparsa la montatura superiore prima delle estensioni.

Vedi tutte le 27 foto

Dopo un testfit la staffa superiore è stata rimossa e i pezzi aggiuntivi sono stati saldati.

Vedi tutte le 27 foto

Le prolunghe riempiono lo spazio tra le estremità della staffa superiore e i pannelli interni del parafango per un aspetto molto più pulito e un supporto aggiuntivo.

Vedi tutte le 27 foto

Per fabbricare le sezioni idrauliche del radiatore sono state utilizzate sezioni di tubi in acciaio dolce.

Vedi tutte le 27 foto

La costruzione del connettore inferiore è iniziata con la marcatura del primo taglio su una curva a U.

Vedi tutte le 27 foto

Un viaggio attraverso una sega a nastro ha eliminato la parte diritta in eccesso.

Vedi tutte le 27 foto

La curva a U accorciata è stata attaccata al motore con una breve sezione di tubo flessibile; è stata poi marcata per il secondo taglio.

Vedi tutte le 27 foto

Articolo molto interessante
State scegliendo le camme giuste?

Dopo il secondo taglio della curvatura a U, un breve tratto di tubo dritto e un pezzo di tubo flessibile sarebbero stati utilizzati per il collegamento al radiatore.

Vedi tutte le 27 foto

La forma del connettore inferiore ha confermato che è stato fissato al tavolo di saldatura.

Vedi tutte le 27 foto

Scudellari ha acceso la saldatrice TIG per fare due pezzi di tubo uno.

Vedi tutte le 27 foto

Poi c’è stato il tubo superiore, sarebbe stato un po’ più complicato. Qui il primo taglio è segnato.

Vedi tutte le 27 foto

Con il primo taglio effettuato il secondo è segnato. Il risultato finale sarebbe una curva a 90 gradi.

Vedi tutte le 27 foto

Per garantire che questo taglio fosse dritto, il tubo è stato bloccato in una sega a nastro orizzontale per essere tagliato.

Vedi tutte le 27 foto

La prima sezione di tubo è stata bloccata in posizione, poi la seconda curva a 90 gradi è stata posizionata e contrassegnata per la rifilatura.

Vedi tutte le 27 foto

Per mantenere il corretto allineamento le due sezioni di tubo sono state saldate a puntina.

Vedi tutte le 27 foto

Con le prime due curve a 90 gradi, sono stati fatti dei segni per tagliare la terza.

Vedi tutte le 27 foto

I segni di allineamento sono stati fatti in modo che la terza curva potesse essere saldata nella posizione corretta.

Vedi tutte le 27 foto

Per evitare che i tubi flessibili scivolino via dalle linee rigide, Scudellari ha fatto rotolare un tubo Mesa Hose su ogni estremità.

Vedi tutte le 27 foto

Questo è il tubo ibrido superiore completato e verniciato.

Vedi tutte le 27 foto

Qui il connettore inferiore è in posizione.

Vedi tutte le 27 foto

Il supporto superiore modificato e verniciato completa l’installazione del radiatore.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento