Motore per tour su strada

Costruire un’asta stradale per il lungo raggio…e potrebbe essere tua

Vedi tutte le 22 fotoRon CeridonowriterDominic Contiillustrator9 luglio 2003

Ogni anno, da una mezza dozzina di anni a questa parte, SRM ha coinvolto alcuni dei migliori costruttori del settore nella costruzione di una nuova asta per il Road Tour. E anche se la forma è variata da uno all’altro, la funzione delle varie auto è sempre stata la stessa: dimostrare che i componenti prontamente disponibili forniti dai nostri inserzionisti forniranno effettivamente le affidabili prestazioni che gli appassionati di strada si aspettano da loro. Per dimostrare il punto, viene costruita un’auto Road Tour, poi ci leghiamo Jerry Dixey e lo lasciamo andare su un pubblico ignaro per guidare da costa a costa, da confine a confine, partecipando a tutti gli 11 eventi della NSRA lungo il percorso. In un periodo di tempo relativamente breve che porta all’accumulo di ben oltre 20.000 miglia, una vera e propria prova di uomo e macchina. E quest’anno l’asta del Road Tour metterà alla prova qualcos’altro: la vostra fortuna. All’ultimo evento NSRA del 2001, a Tampa, in Florida, sceglieremo il fortunato vincitore del Road Tour. (Le lotterie possono essere iscritte a qualsiasi evento dell’NSRA, oppure compilando la scheda di iscrizione che si trova in queste stesse pagine).

Mentre il focus delle auto del Road Tour è sempre lo stesso, lo sforzo di quest’anno è unico per una serie di motivi; non ultimo, la versione del 2001 è la prima ad essere basata su un originale tutto d’acciaio. A partire da una Chevy del ’36 immacolata, la CarFab di Concord, North Carolina, insieme a una serie di fornitori, sta trasformando la berlina di serie in una vera e propria guerriera della strada. Ma anche se questa auto da tour può essere diversa dagli sforzi del passato per alcuni aspetti, a causa dei rigori della strada a cui sono tutti esposti, un affidabile propulsore è sempre in cima alla lista delle necessità per tutti loro. Quest’anno quel bisogno è stato capibilmente soddisfatto dal Performance Automotive Warehouse (PAW).

Quando si sceglie un motore per qualsiasi asta stradale ci sono una varietà di opzioni, ma quello che cercavamo era qualcosa di fuori dal comune. Un motore economico, costruito su misura, che può essere duplicato da chiunque. Sfogliando il catalogo di oltre 1.200 pagine di PAW abbiamo trovato proprio quello che cercavamo in uno dei loro kit completi di motori Chevy a blocco piccolo. Insieme a tutte le parti di prima classe necessarie per costruire un robusto motore da strada, il blocco ha ricevuto la stessa attenzione ai dettagli di un motore di fabbrica, in più l’intera massa di rotazione e di ricircolo è stata bilanciata su misura. Soprannominata Chevy Special 350, il kit viene fornito completo di un blocco principale a quattro bulloni che è stato rivestito, levigato in linea, alesato di 0,030 pollici oversize, levigato per gli anelli di molibdeno, verniciato all’interno e all’esterno, e dotato di nuovi cuscinetti a camme e tasselli morbidi in ottone. Il kit comprendeva anche un albero a gomiti rettificato su misura, aste rettificate Magnafluxed, pallinate, ridimensionate e dotate di bulloni a stelo in molibdeno cromato, pistoni forgiati TRW, anelli al molibdeno, camma Comp Cams, sollevatori, aste di spinta, catena di distribuzione a doppio rullo e pignoni, pompa dell’olio ad alto volume, e bilancieri a fessura lunga. A completare il tutto ci sono le teste Torquer SR della World Products SR insieme a un collettore di aspirazione Edelbrock e un carburatore.

I Trucchi ci vuole per essere un trucco Uno dei vantaggi di costruire un motore nel modo in cui l’abbiamo fatto con il nostro piccolo blocco PAW è l’opportunità di applicare i vecchi trucchi e l’attenzione ai dettagli che i motori delle linee di produzione standard non vengono trattati. Per coloro che possono aver sentito alcuni dei termini comuni che si riferiscono alla costruzione di un motore, ma che non sono esattamente sicuri di cosa significhino, ecco una panoramica delle operazioni necessarie per costruire un motore personalizzato che PAW utilizza abitualmente.

Line Honing: Per consentire all’albero a gomiti di ruotare nel blocco senza problemi con la minor perdita possibile di attrito, è fondamentale che i fori dei cuscinetti principali siano perfettamente allineati; la levigatura in linea lo assicura. Il processo consiste nel prelevare alcune migliaia di pezzi dalla superficie dei cappelli del cuscinetto principale, poi vengono riattaccati al blocco e i fori del cuscinetto principale vengono affilati al diametro esatto e di conseguenza sono in perfetto allineamento.

Decking: Non è insolito che l’altezza del ponte (la distanza dalla linea centrale dell’albero a gomiti alla superficie della guarnizione della testa del blocco) vari da un’estremità all’altra del blocco. Il risultato è che i pistoni si avvicinano al ponte in alcuni cilindri più vicini rispetto ad altri; ciò significa che c’è una differenza nella compressione e nella produzione di potenza tra i cilindri. PAW lavora la superficie della guarnizione della testa dei blocchi del loro kit, che è chiamata decking, per assicurare che le superfici siano piane per facilitare la tenuta della guarnizione della testa, e parallele all’asse dell’albero a gomiti.

La smielatura: Fondamentalmente ci sono tre tipi di anelli: fusi, cromati e molati. Gli anelli fusi si rompono velocemente e sono adatti per cilindri non proprio perfetti; gli anelli cromati sono più adatti agli ambienti sporchi ma possono richiedere molto tempo per rompersi; gli anelli molli (chiamati così perché la faccia dell’anello di compressione superiore ha una scanalatura riempita di bisolfuro di molibdeno) si rompono velocemente e forniscono un’eccellente tenuta. Come ci si potrebbe aspettare, così come gli anelli sono diversi, così sono diverse le finiture delle pareti del cilindro che richiedono. L’utilizzo dell’approccio del kit di messa a terra permette al costruttore del motore di specificare il tipo di anelli desiderati, così come la finitura delle pareti del cilindro per adattarsi ad applicazioni specifiche.

Preparazione della biella: Uno dei componenti più critici di un motore sono le bielle. Poche cose sono più catastrofiche di una rottura di una biella, quindi occorre prestare particolare attenzione ad esse. La preparazione delle bielle inizia con il Magnafluxing per controllare la presenza di crepe e poi sono dotate di bulloni ad alta resistenza. Successivamente si controlla il diametro delle estremità piccole e si ridimensionano le estremità grandi rimuovendo una piccola quantità di materiale dalle superfici di accoppiamento dell’asta e del tappo, bullonandole nuovamente insieme e poi levigandole al giusto diametro interno. Questo assicura una corretta schiacciatura del cuscinetto, che è ciò che impedisce ai cuscinetti di girare nell’asta. La pallinatura viene effettuata per compattare la superficie esterna delle aste e ridurre la tendenza a sviluppare crepe superficiali. Infine, le aste vengono controllate in un’attrezzatura speciale per garantire che siano diritte su tutti i piani.

L’equilibrio: La chiave per un motore liscio e di lunga durata è l’equilibratura. L’equilibratura personalizzata consente anche la sostituzione di diversi componenti. Ad esempio, quando si sostituiscono i pistoni forgiati più robusti al pezzo fuso, la differenza di peso può essere presa in considerazione quando l’albero a gomiti è bilanciato.

Rettifica dell’albero a gomiti: Generalmente considerata una procedura di riparazione, la rettifica dei perni dell’albero a gomiti sottodimensionati (normalmente .010, .020 o .030 pollici) rimuove qualsiasi imperfezione e garantisce che i perni siano lisci e rotondi.

Getting It All Together Per assemblare il nostro kit ci siamo rivolti all’esperto equipaggio dell’officina meccanica di PAW. Una vecchia mano in queste faccende, hanno accettato di fare il lavoro. Poi abbiamo inviato Dominic Conti con la macchina fotografica in mano per documentare quello che serve per costruire un motore per resistere ai rigori del Road Tour. Seguitelo mentre inizia la costruzione della nostra Chevrolet del ’36, che potrebbe finire nel vostro garage.

Vedi tutte le 22 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20037107sr-01s-1936-Chevrolet-Two-Door-Side-View-Engine-Bay.jpg

Lascia un commento