Museo della velocità americana

La fiducia di una famiglia nel valore del passato da preservare per il futuro

Vedi tutte le 40 fotoBrian BrennanwriterMay 13, 2011

Un museo per sua natura è destinato a procurare, curare, studiare ed esporre argomenti di interesse. Per definizione, il Museum of American Speed è all’altezza della sua fattura, ma c’è di più, molto di più. Situato nel campus aziendale della Speedway Motors a Lincoln, Nebraska, il museo rappresenta il sogno di una vita di “Speedy” Bill Smith, iniziato quando era un ragazzino.

I suoi primi anni di formazione sono stati trascorsi a studiare per diventare insegnante, ma la sua passione si è fermata altrove, quindi è stata la corsa e l’inizio di quella che oggi è un’attività di immenso successo. Joyce, sua moglie, gli prestò i 300 dollari per far partire la Speedway Motors in un edificio di 20×20 piedi quadrati vicino al centro di Lincoln. A Bill piace raccontare questa storia di prendere in prestito i soldi e non restituirli mai. (N.d.R.: Joyce ci dice di non aver dimenticato il debito e di aver tenuto traccia degli interessi maturati negli ultimi quasi 60 anni! Attenzione, Bill).

Il museo ufficialmente registrato ha aperto nel 1992 in una porzione del magazzino di Speedway situato vicino allo speed shop. Il museo si è trasferito nell’attuale edificio di tre piani di 135.000 piedi quadrati e ha aperto al pubblico nel 2001. Ci sono diversi altri magazzini Speedway che ospitano numerose parti e automobili che un giorno saranno restaurate e che alla fine troveranno la loro strada nella collezione. Nel museo attuale ci sono così tante cose che un certo numero di auto attendono la rotazione, in quanto non possono entrare tutte insieme. Abbiamo trovato numerose auto di fama identificabili, tra cui un’auto del progetto della rivista; STREET RODDER Il progetto SpeedRodder sta aspettando il suo turno per visitare il piano del museo.

Articolo molto interessante
1932 Ford Highboy Roadster - Il ritorno dell'asta perduta

Molti musei hanno oggetti che vengono fedelmente restaurati, alcuni dei quali sono esposti “così come sono” e danno un’impressione di completezza. Il Museum of American Speed porta tutto questo ad un altro livello. Molti dei manufatti automobilistici e non automobilistici sono letteralmente “così come sono” con il loro materiale di imballaggio e le scatole originali, alcuni ancora imbullonati alle loro casse originali, come un motore Tucker, e molti esposti in diorami realizzati con accessori originali dell’epoca.

La collezione del museo è eclettica, ma c’è un significato culturale profondamente radicato che tesse una connessione tra gli oggetti. Per esempio, troverete una collezione di copertine di album di rock ‘n’ roll, chitarre autografate da quasi tutti gli artisti più significativi degli ultimi 50 anni, giacche e targhe di club automobilistici per accompagnare praticamente ogni tipo di auto da corsa di razza americana – Bonneville, laghi asciutti, drag race, pista sterrata, asfalto, Indy, pista da snowboard e persino auto da derby Soap Box. Vedete il filo conduttore? Il denominatore è il “Made in America” e questo legame culturale unisce corridori, roditori e amanti delle auto per godere di ogni aspetto del museo. Gli appassionati di auto godono di molte forme di Americana e per questo motivo il museo offre a ciascuno di essi qualcosa di speciale significato. Ci sono collezioni di auto a pedali, cestini per il pranzo dell’infanzia, poster di film automobilistici e auto giocattolo, ed è una scommessa sicura dire che gli appassionati di auto di ogni aspetto delle corse e delle corse a cavallo hanno goduto di più, se non tutti, di questi sforzi durante la loro vita. Camminare (lentamente è meglio!) attraverso il museo è come tornare indietro a vari momenti della nostra vita e riportare alla mente ricordi della nostra infanzia, della nostra giovane età adulta e anche di quello che potremmo fare oggi. Pensate a questo museo come a un “tempo che si ferma” che vi dà l’opportunità di recuperare ciò che potreste aver perso la prima volta.

Articolo molto interessante
1979 Chevy C10 - Low-Faux Bonanza

Come è arrivato tutto questo? Lincoln, Nebraska, non è esattamente il centro culturale dell’America, quindi perché qui? Il Nebraska è legato al cuore dell’America, il che lo rende facilmente accessibile ai primi tempi di molte forme di corsa e un luogo naturale per il Museo della Velocità Americana.

Vedi tutte le 40 foto

L’inclinazione di Speedy Bill per il “carrellonaggio e lo spaccio” ha scoperto i suoi primi pezzi di equipaggiamento per la velocità, che comprendeva una conversione della videocamera di Hal per una Model A four-banger. Sono state scoperte come questa che hanno portato Speedy Bill a esaminare veramente questi primi pezzi di velocità e a sviluppare un vero apprezzamento per l’ingegnosità e l’ingegneria dei primi pionieri, come Robert Roof, Joe Jagerberger (Rajo) e George Riley.

Bill vi dirà: “Se si considera quello che hanno fatto quei ragazzi, è stato davvero incredibile. Non avevano molti soldi o il sostegno di qualche grande azienda, ma avevano il desiderio e l’intraprendenza di creare prodotti che rendessero i motori prodotti in serie più potenti ed efficienti. Questi ragazzi hanno letteralmente gettato le basi per l’intero settore dell’aftermarket delle prestazioni”.

Non ci vuole molto a capire che la carriera agonistica di Bill e la promozione della sua attività gli hanno dato l’opportunità di viaggiare molto in tutto il paese. È stato durante questo periodo che Bill ha trovato numerosi pezzi, ma ha anche preso i contatti personali che gli sono serviti per decenni di collezionismo.

Bill ci dice: “Negli anni ’50, ’60 e ’70, molte di queste vecchie parti e motori erano considerati spazzatura obsoleta. La gente buttava via un po’ di questa roba. Ma io riuscivo a vedere il valore e il significato storico di questi oggetti. Sentivo che era importante salvarli e conservarli in modo da avere una documentazione della provenienza dell’industria”.

Articolo molto interessante
Mopar's Cool Cars dal SEMA Show 2010

Bill e Joyce non sono estranei alla Hershey e a numerosi altri noti incontri di scambio. È un avido lettore di annunci pubblicitari nazionali; qualsiasi forma di comunicazione che porterebbe a un pezzo d’antiquariato ha l’attenzione di Bill. Con la crescita della collezione di motori e pezzi di ricambio di Bill, la sua collezione è diventata più deliberata.

Da notare che il museo è aperto in determinati giorni e orari; una volta alla settimana il venerdì alle 14.00 da ottobre ad aprile; da maggio a settembre ci sono visite giornaliere dal lunedì al venerdì alle 14.00. È meglio chiamare e prendere un appuntamento e c’è un costo di 10 dollari a persona per una visita guidata, in più il museo è disponibile per eventi speciali di club e di gruppo durante tutto l’anno. Sarà difficile ottenere di più per i vostri soldi in qualsiasi altro luogo che non questo tour di due ore.

Abbiamo trascorso un giorno e mezzo e ci siamo sentiti ancora come se ci fosse molto di più che avremmo dovuto guardare più da vicino. L’attenzione ai dettagli all’interno del museo è davvero sorprendente ed è qui che il vero appassionato di auto vorrà trascorrere il suo tempo. Divertitevi a visitare il passato come nessun altro luogo può offrire.

Vedi tutte le 40 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento