Nash-Healey

Questo ultimo modello Nash-Healy ha un corpo in acciaio, come contrapposto al corpo in alluminio dei modelli precedenti.

Siamo nel 1949, e l’automobilista britannico in erba Donald Healey è diretto in America sulla Queen Elizabeth , sperando di acquistare Cadillac V-8 per la sua ultima creazione. A bordo c’è anche George Mason, presidente di Nash-Kelvinator. Mason dice a Healey che il nuovo motore di Caddy è a corto di carburante, ma che il robusto Ambassador six di Nash è prontamente disponibile. Quando raggiungono New York, nasce una nuova auto sportiva: l’anglo-americana Nash-Healey.

Un prototipo fu esposto in Europa nel giro di nove mesi, e la produzione fu avviata nel 1951 nei piccoli negozi di Healey nel Warwickshire, recentemente ampliati a questo scopo. La Nash-Healey fece presto il suo debutto americano come roadster a due posti con carrozzeria in alluminio a lastra di alluminio (della britannica Panelcraft), telaio progettato dalla Healey e motore Nash riscaldato da due carburatori gemelli, albero a camme più selvaggio e una speciale testa del cilindro in alluminio ad alta compressione. Il prezzo era di 4.063 dollari per la Cadillac, ma includeva sedili in pelle, gomme bianche e cambio manuale a tre marce.

” ” Tutti i Nash-Healys avevano interni ricchi, in pelle ed eleganti console per cruscotti.

La Nash-Healey si è rapidamente affermata nel più impegnativo degli sport motoristici europei contemporanei, ma le alte rifiniture alla Mille Miglia e a LeMans non hanno fatto nulla per le vendite in casa, che sono state molto basse a causa del prezzo elevato. La Nash-Healey fu così rinnovata per il 1952, acquistando una nuova elegante carrozzeria in acciaio dall’italiana Pininfarina, più, come cambio di marcia, una Nash six più grande con 10 CV in più. Ma il prezzo è salito di circa 1800 dollari per coprire le ingenti spese di spedizione dei propulsori americani verso l’Inghilterra, i telai mobili da lì all’Italia e le auto completate per tornare negli Stati Uniti.

Articolo molto interessante
1964-1965 Oldsmobile F-85 Cutlass 4-4-2

Tuttavia, le vendite sono aumentate un po’. Nel frattempo, la Nash-Healey ha rivisitato LeMans, piazzandosi al terzo posto assoluto e al secondo posto nell’Indice di Performance. Nash ha festeggiato per il ’53 con una coupé LeMans a ruote allungate, ma il suo prezzo è stato di 6399 dollari. La roadster di quell’anno costava 5908 dollari. Ancora una volta, però, le vendite aumentarono.

Il motore Nash a 6 cilindri non solo ha dato al Nash-Healy metà del suo nome, ma anche la potenza per risparmiare. Questo motore in realtà alimentato l’auto ad alte finiture a LeMans.

Solo la coupé è tornata per il ’54, con un lunotto avvolto e un prezzo più amichevole di 5128 dollari. Ma i problemi di denaro hanno fatto sì che Nash non potesse più permettersi la sua auto sportiva a basso volume, così la produzione di Nash-Healey è stata interrotta in agosto, ironia della sorte, dopo un’ultima fioritura a LeMans (undicesima in assoluto).

Per una macchina così ovviamente capace, la Nash-Healey meritava un destino migliore. Non è morta invano, però, perché le sue deludenti vendite hanno portato Donald Healey a creare un’auto sportiva più economica, alimentata da Austin, la… beh, sapete.

Per saperne di più su Nash-Healey e altre auto sportive, vedere:

  • Come funzionano le auto sportive
  • Auto sportive degli anni ’50
  • Nuove recensioni di auto sportive
  • Recensioni auto sportive usate
  • Muscle Cars
  • Come funziona la Ferrari
  • Come funziona la Ford Mustang

Lascia un commento