Nelle sue stesse parole: Andy Brizio

Rodfather.

Vedi tutte le 21 fotoDave WallacewriterCourtesy della Brizio Familyphotographer16 luglio 2014

Molto prima di diventare il Rodfather, una sconosciuta vipera della California del Nord divenne un giovane padre, per cinque volte. Ora 81, Andy Brizio descrive Andy Brizio che ha lottato tra la fine degli anni ’50 e i primi anni ’60 per sfamare quella famiglia: “Ho fatto il lattaio per anni, ho fatto il netturbino per anni, ho caricato camion. Sono stato lo starter di due dragstrip. Ho fatto tre lavori in una sola volta. Non dormivo nemmeno più. I bambini ne ridono ancora. Mi fermavo al semaforo e dicevo: “Dimmi quando è verde”. Chiudevo gli occhi, sai?” Si ferma per riascoltare il ricordo, poi aggiunge: “Ora me lo fanno di nuovo: ‘Ehi, papà, è verde!

Vedi tutte le 21 foto

I successi commerciali non sono però un successo di Rodfather. A partire dal 1957, i drag racers lo hanno conosciuto come lo starter regolare all’Half Moon Bay e Cotati strips gestito dal suo defunto amico, Jim McLennan. Andy e un altro amico di una vita, Cub Barnett, sono succeduti a Jim come proprietari del leggendario Champion Speed Shop. Andy ha trasformato la Dragmaster Co. ‘s slow-selling T-bucket kit di Dragmaster Co. ‘s lento-vendita T-bucket nel rosso caldo Instant T, alla fine facendo “istantanea” strada vogatori da centinaia di appassionati dal 1966 al 1980. La sua roadster personale, la seconda auto costruita con le parti della Dragmaster, si è evoluta in America’s Most Beautiful Roadster nel 1970. “Una volta acquistato il telaio da 595 dollari, il resto lo troverete nel nostro catalogo”, spiega. “Questa era la mia trovata: prendi il telaio, poi tutto quello che volevi, lo dovevi comprare da me, perché ho fatto i pezzi che si avvitavano, tranne le luci della cofanatura che usavamo come indicatori di direzione a quei tempi”. Quando Sue tornava in Iowa per andare a trovare i parenti ogni estate, trovava delle vecchie lanterne che potevamo rivendere”.

Articolo molto interessante
Top Gear USA su per il giro numero 2

Vedi tutte le 21 foto Vedi tutte le 21 foto

Entrando nel suo nono decennio, Andy Brizio non sta rallentando, né in senso figurato né in senso letterale. Come abbiamo osservato in prima persona durante il Rodfather Road Tour 2012, Andy è spesso l’ultimo ragazzo rimasto in piedi nel bar di un hotel, appoggiato al suo bastone, eppure tra i primi ad accendersi all’alba. Mentre ci mettevamo a 120 km/h nella corsia lenta, la nostra Model A è stata ripetutamente passata da una Deuce viola fiammeggiante, con pioggia o sole, all’avventura successiva di una vita vissuta a tutto gas.

Vedi tutte le 21 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento