NHRA Holley National Hot Rod Reunion

Auto d’epoca e leggende dell’NHRA si riuniscono sulle colline di Bowling Green, nel Kentucky, per un weekend da ricordare.

Vedi tutte le 23 fotoNick LicatawriterJul 3, 2003

Mentre l’NHRA entra nel suo dodicesimo anno consecutivo ospitando il grande successo della California Hot Rod Reunion a Bakersfield, California, il Beech Bend Raceway Park è sembrata la scelta perfetta per ospitare l’Inaugurale NHRA Holley National Hot Rod Reunion. Nascosto nel profondo delle colline di Bowling Green, nel Kentucky, è il luogo perfetto per una gara di accelerazione in stile vintage e una mostra di auto.

Ok, lasciamo perdere il termine “vecchia scuola”. . . questo posto è il vero affare per quanto riguarda la nostalgia. I posti a sedere nelle tribune sembrano quelli che potrebbero essere stati usati dalla “Casa che Ruth ha costruito” originale. I braccioli arrugginiti e sudati ti fanno credere che questo possa essere onestamente il caso. Come Street Rodder’s Editor, Brian Brennan ed io siamo entrati a Bowling Green, e poi a Beech Bend il venerdì pomeriggio nel nostro bellissimo roadster del ’32 costruito da Alloway’s Hot Rod Shop (da allora soprannominato “The Rent-a-Rod” dallo staff del museo NHRA) siamo stati piacevolmente accolti da una sensazione di essere trasportati indietro alla fine degli anni ’60. Willys Gassers, auto A/FX restaurate e alcune Funny Cars d’epoca erano tutte partecipanti, il che ci ha dato davvero l’idea che ci aspettava un weekend spettacolare.

Articolo molto interessante
PentaStars - Novembre 2013

Prima ancora di poter parcheggiare la piccola highboy roadster verde, siamo rimasti sbalorditi dalle nostre prime immagini di auto d’epoca. Alcuni dei piloti più cool della storia dell’NHRA erano seduti proprio davanti ai nostri occhi stellari. Come due ragazzini troppo eccitati che si aggiravano per i box della leggendaria Drag Strip dei Lions nel 1968, ci siamo affrettati a prendere le nostre macchine fotografiche e abbiamo scattato fotogramma dopo fotogramma per paura che le auto sparissero presto prima che l’otturatore potesse terminare l’esposizione finale.

Naturalmente, ci siamo avventurati collettivamente, ma non prima di darci un pizzicotto veloce solo per assicurarci che questo non fosse un sogno. Continuando, ci siamo imbattuti in una pletora di famosi corridori d’epoca. Arnie “The Farmer” Beswick era lì con due delle sue familiari Pontiac; “Big Daddy” Don Garlits ha portato un dragster dei primi Swamp Rat con una Chevy di piccola cilindrata; a fare il viaggio dalla California c’era la fantastica Winged Express Fuel Altered, una delle prime Camaro Funny Cars di Dick Harrell; e due delle auto A/FX “Color Me Gone” di Roger Lindamood erano in mostra.

La maggior parte dell’azione di drag racing dell’evento è stata orientata ad essere più di uno spettacolo, piuttosto che una competizione a tutto campo. Dopotutto, alcuni di questi famosi veicoli sono oggi relegati a “esemplari da museo”. Anche se erano presenti Top Fuel e Junior Fuel Dragsters, non c’erano abbastanza iscrizioni per completare 16 campi di auto come l’evento californiano. Ciononostante, la corsa è stata feroce. I bassi tempi di 6 secondi trascorsi dalle auto Top Fuel hanno messo in piedi la folla assemblata. I tifosi del Kentucky hanno mostrato il loro sincero ed enfatico apprezzamento con una standing ovation dopo ogni passaggio della Top Fuel, anche se il motore è diventato silenzioso a metà pista.

Articolo molto interessante
Cielo blu in una Mercury Convertibile del 1951

La folla del sabato pomeriggio è stata trattata da Randy Walls con uno spettacolare burnout in stile “Jungle Jim-style”. La sua Super Nova Funny Car del ’70, splendidamente restaurata, si è schierata contro Joe Jacono nella Stoned Cuda Funny Car di Rollin’ per una gara di match race, che ricorda l’Irwindale Raceway di un venerdì sera del 1971. E, se non bastasse, Bruce Larson ha fatto una corsa nella sua Camaro Funny Car del ’68 USA-1 come se fosse l’ultimo round delle Finali Mondiali del 1969 – con le ruote anteriori montate per i primi 120 piedi.

Per coloro che non hanno la fortuna di assistere in prima persona al Cacklefest, l’idea è quella di far uscire le auto famose dal glorioso passato delle drag racing e di spingerle effettivamente a partire – esattamente come si faceva negli anni d’oro delle drag racing. Poi, le auto si fermano una accanto all’altra e chiocciano fino a quando non finiscono il carburante. Anche sentire queste bestie correre magre (e alla fine silenziose) è eccitante, di per sé. Le immagini e i suoni di un evento così spettacolare sono davvero magici per chi di noi ricorda queste leggende sul carburante d’epoca.

Quando le auto sono uscite dall’oscurità dall’estremità superiore della pista, sono state seguite dalle loro auto da spinta, poi, lentamente, hanno sfilato intorno alla linea di partenza (sotto la potenza in tutta la loro gloria ridacchiante) per fare la curva finale e affrontare l’estremità superiore della pista. La prima auto si è fermata in diagonale appena dopo l’albero di Natale. Le altre hanno seguito l’esempio e si sono fermate una accanto all’altra creando una fila di auto che si estendeva quasi fino ai 600 piedi.

Articolo molto interessante
20° Annuale Nazionale della Costa Est - I Goodguys Rock Rhinebeck

Questa struttura perfetta, traboccante del memorabile fascino dei vecchi tempi del nostro sport, potrebbe non essere mai più la stessa… cioè, naturalmente, fino alla Reunion del prossimo anno.

Vedi tutte le 23 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento