Nissan 350Z Design

The 2003 Nissan 350Z was designed to be practical in terms of technology and price. La Nissan 350Z del 2003 è stata progettata per essere pratica in termini di tecnologia e di prezzo. ©2007 Publications International, Ltd.

Il ruolo della Z come ammiraglia simbolica della Nissan è importante, e il design della Nissan 350Z riflette questo ruolo. La precedente vettura Z, la 300ZX del 1990-1996, era una vetrina tecnologica. Dimostrava che il talento ingegneristico dell’azienda era in grado di costruire un’auto all’altezza di auto sportive e GT da lungo tempo apprezzate, come la Porsche 944 o la Corvette, e poi altre ancora.

Ma così facendo, la precedente 300ZX ha perso l’odore della pista a basso costo pionieristica della Datsun 240Z originale.

Al contrario, l’ingegneria della 350Z è stata meglio descritta con il termine “tecnologia appropriata”. Non c’era nessun sistema ultra-trick che potesse spingere il suo prezzo troppo alto. Nessun Super HICAS a 4 ruote sterzanti, come sulla 300ZX. Nessun doppio turbocompressore. Nessuno smorzamento attivo. Nessuna funzione di riconoscimento vocale. Nessun collettore ad induzione variabile. E così via.

Anche se la nuova Z è stata all’altezza delle caratteristiche e della tecnologia, non c’era nulla che fosse falso al concetto originale della Z. Dopotutto, a cosa serve costruire la migliore auto del mondo se solo pochi possono permettersi di comprarla?

Per fornire tutto ciò che i clienti si aspettano da un’auto sportiva di alta qualità e all’avanguardia, una buona base è fondamentale. Nissan ha definito la struttura unitaria della 350Z un High Damping Body, in sostanza una molla dinamica con un effetto stabilizzante.

Il corpo non è stato progettato per ottenere solo numeri elevati di statica-flessione e di rigidità torsionale. La rigidità è stata progettata come un sistema dinamico con le gomme e le sospensioni in posizione per migliorare la stabilità di guida e il comfort di guida. Il risultato è stato un corpo con una rigidità torsionale e flessionale significativamente superiore a quella della precedente 300ZX.

The unit body of the 350Z was designed to be rigid yet devoid of performance-robbing weight.” ” Il corpo dell’unità della 350Z è stato progettato per essere rigido ma privo di un peso che ne riduce le prestazioni. ©2007 Publications International, Ltd.

Ma il corpo non era rigido solo per la rigidità. Era stato analizzato non solo al computer, ma anche attraverso molteplici procedure di prova ed errore utilizzando prototipi reali. Questo ha portato alla collocazione di carne di manzo in più dove era necessario per la forza, e alla rimozione del grasso in eccesso dove una riduzione di peso avrebbe contribuito alle prestazioni e all’efficienza.

Gli elementi strutturali chiave del design della vettura comprendevano un pavimento a doppio pannello, una doppia paratia anteriore e davanzali delle porte a grande sezione. Il pavimento a doppio pannello ha fornito le basi necessarie per le future varianti di carrozzeria. I binari del tetto e i pannelli laterali sono stati saldati al laser per un montaggio solido e preciso. E un puntone di sostegno posteriore, imbullonato e saldato al suo posto, ha ripristinato la rigidità perduta adottando un portellone posteriore e rinunciando alla tradizionale paratia posteriore in acciaio di una carrozzeria in stile coupé.

Per saperne di più su Nissan Zs e altre grandi auto sportive, date un’occhiata:

  • Nissan Z
  • Auto sportive
  • Porsche Cars
  • Ferrari

Lascia un commento