OHC 6-Powered Pontiac Tempest – Muscle Car Rewind

Vedi tutti i 1 fotoswpengineWordsOct 4, 2012

Quando Robert Genat ha citato un test su strada Motor Trend della Pontiac Tempest motorizzata OHC-6 nel numero di gennaio del ’66 (vedi la nostra storia di copertina “The Non GTO”), siamo andati a cercare quella storia per trovare qualche informazione in più su questa vettura e sul suo avanzato (per l’epoca) propulsore. Nella storia, John Ethridge ha paragonato i sei cilindri della Pontiac al motore Jaguar della serie XK, in particolare la sua nota di scarico. “Comincia a fare musica molto simile a quella della XK-120M, che raggiunge un crescendo intorno ai 2.800-3.000 giri al minuto e continua fino alla linea retta. Fortunatamente, a differenza della Jag, però, questa può essere orchestrata fino a circa 6.500 giri/min senza paura che qualcosa si stacca, per via del suo design moderno e a corsa breve”.

L’auto di prova di Ethridge era una Tempest Sprint, equipaggiata con la versione a più alta potenza (207 CV) della 230ci sei. Era supportata da un cambio manuale a quattro velocità e 3,90 marce. La Saginaw trans aveva un gap abbastanza ampio tra la prima (3,11) e la seconda (2,20) marcia, che si rivelò un problema; Pontiac gli chiese di mantenere i giri sotto i 5.800 giri perché il motore della vettura era nuovo di zecca.

Tuttavia, Ethridge è stato in grado di scattare da 0 a 60 volte di 8,2 secondi e un quarto di miglio in 16,7 a 82 miglia all’ora. E lo ha fatto con un tempo abbastanza brutto e umido, a giudicare dalle foto. “Tuttavia, abbiamo la certezza che, utilizzando tecniche di drag racer abbastanza semplici, [questi tempi] possono essere ulteriormente migliorati”, ha scritto. Per esempio, Ethridge ha scritto di una Tempest Sprint con drag slick, 4,33 marce, e nessun filtro dell’aria che ha corso il quarto di quarto a 16,2 a 86 mph, e un altro con 3,11 marce e pneumatici in butile al posto delle slick che hanno corso 15,8 a più di 90 mph. La buona autorità a cui si riferisce è stata probabilmente l’equipaggio della Royal Pontiac, che spesso massaggiava le auto per la stampa.

Articolo molto interessante
Sviluppo tecnologico, auto da corsa esotiche e SCCA Racing - On The Gas

Secondo la scatola di specifiche, l’auto di prova di Motor Trend ha avuto un prezzo base di $2.507 ma è costata $3.139,19 a causa del pacchetto Sprint ($126,72), cambio a quattro velocità ($184,31), pacchetto di guida e gestione ($16), ruote da rally ($42,02), gomme 7.75×14 blackwall ($14,74), radio AM/FM ($29,12) e altre opzioni.

Ethridge è rimasto impressionato dalla Tempest Sprint, dicendo che avrebbe “superato la maggior parte delle auto, il che è notevole per qualsiasi sei cilindri di questi tempi”. Anche tra le auto che possono batterla, è difficile trovarne una che dia prestazioni più soddisfacenti dal punto di vista psicologico. Sia che si tratti di accelerare attraverso le marce, di affrontare strade tortuose o di percorrere le autostrade, quest’auto offre la massima sensazione di velocità e di movimento. Non la velocità in sé, ma la sensazione di essa, è davvero ciò che l’appassionato cerca”.

Hmmm. Immagino che ci siano stati alcuni proprietari di GTO che hanno avuto problemi con quest’ultima parte.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites201210mscp-1206-ohc-6-powered-pontiac-tempest-muscle-car-rewind-lead.jpg

Lascia un commento