Perché le auto fanno rumore quando si cambia marcia male?

Ogni motore di un’auto ha un redline, un punto massimo di giri al minuto, che limita quanto un motore può funzionare senza esplodere. Si cambia marcia in un’auto con cambio manuale quando si incontrano diverse condizioni di guida (salite o discese, accelerazioni o rallentamenti, ecc.) per evitare che il motore raggiunga la linea rossa e per assicurarsi che funzioni al meglio. La forcella del selettore del cambio è fissata ad un collare con denti da cane, che innesta gli ingranaggi. Se si commette un errore quando si passa da una marcia all’altra e, di conseguenza, si sente questo terribile rumore di macina, è dai denti di cane che cercano di inserirsi nei fori degli ingranaggi.

La frizione è la parte della macchina che permette di collegare o scollegare il motore e la trasmissione quando si cambia marcia. Se si spinge verso il basso la frizione, il motore può ancora funzionare quando l’auto è ferma, poiché il motore e la trasmissione non sono più collegati. La doppia frizione, una tecnica che viene utilizzata soprattutto nelle auto più vecchie e nelle auto da corsa, richiede al pilota di spingere e rilasciare la frizione due volte ogni volta che si desidera cambiare marcia. Per esempio, prima si spinge la frizione per staccare il motore dal cambio; poi si sposta il collare con i denti da cane in folle. Si rilascia il pedale della frizione e si preme il gas in modo che la marcia ruoti alla stessa velocità del collare per consentire ai denti di cane di innestare facilmente i fori sul lato della marcia. Dovete spingere di nuovo la frizione per far sì che il collare si blocchi nella nuova marcia.

Articolo molto interessante
Perché l'olio motore di qualità è importante?

Pubblicità

Lascia un commento