Persici regolabili fatti in casa – Suicida!

Home Built Suicide Perches regolabili

Vedi tutte le 36 fotoRyan MansonwriterMar 19, 2007

La progettazione di un telaio è stata la prima grande decisione che ho avuto davanti a me quando è arrivato il momento di portare il mio progetto roadster dal tavolo da disegno al pavimento del garage. In sostanza, il mio concetto è un tradizionale arrangiamento da ragazzo A-V8 con una carrozzeria Ford roadster del ’28-29. La cosa che ha reso il mio telaio diverso è stato il fatto che avevo bisogno di allungare il passo più di quanto un set di binari Deuce ‘rails potesse ospitare. Se avessi usato un set di rotaie del ’32, avrebbero dovuto essere allungate da qualche parte tra la traversa anteriore e la traversa. Il problema era che i binari del ’32 dovevano essere stretti nella zona del cofano per adattarsi allo stile più stretto della carrozzeria del primo modello As. Molti negozi di ricambi forniscono telai Deuce per adattarsi allo stile della carrozzeria del ’29, ma il fatto che avessi ancora bisogno di tagliare i binari e allungarli significava che avrei giocato alla roulette russa quando ho tagliato il telaio per capire se tutto sarebbe rimasto in posizione (ovviamente non lo sarebbe stato). L’unica opzione era quella di fare una dima del telaio per tenere in posizione i “binari” mentre la sezione anteriore veniva allungata.

L’altro problema che si è presentato è stato il fatto che il motore sarebbe stato rimesso indietro nel cofano, spingendo il supporto del trans, e inevitabilmente l’intero membro X, all’indietro. La ragione di questo era il fatto che ci sarebbe stato un soffiatore 4-71 montato sulla parte anteriore del blocco motore della Chevy, aggiungendo circa 15 pollici al motore. Questo significava che non solo avrei dovuto allungare il telaio, ma avrei dovuto anche localizzare dove il motore e il trans sarebbero stati montati, e avrei dovuto fabbricare un X-member che avrebbe ospitato queste modifiche. Quando i chip hanno iniziato ad impilarsi contro di me, ho deciso di non usare le guide Deuce e ho deciso che partire da zero sarebbe stato più facile.

Sono sempre stato un grande fan dei laghi secchi e delle corse di Bonneville, quindi l’idea alla base del mio ’29 ha sempre avuto queste influenze in mente. Ho deciso che se fossi rimasto bloccato a costruire un telaio da zero, l’avrei fatto con stile e avrei incorporato tutte le sfumature che mi hanno tormentato in passato. Il mio ultimo hot rod (che l’editore Rizzo sta facendo un lavoro meraviglioso di resurrezione) soffriva di un disegno del telaio che si grattava il mento, anche con un asse di serie e 6,50×16 Firestone bias-plies. Non sono mai stato contento delle gomme più grandi davanti, ma non ho avuto scelta, perché i più piccoli 5,50 avrebbero messo la macchina nelle erbacce, letteralmente. Ha anche sofferto di una quantità estrema di ruote a causa del punto di montaggio delle aste del raggio e il fatto che non c’era alcuna regolazione nella parte anteriore. Con questo in mente, ho deciso di incorporare il più possibile l’adattabilità, dato che avevo completa libertà di progettazione per il nuovo telaio.

In sostanza, volevo avere il controllo completo dell’altezza di marcia e della regolazione delle sospensioni. Ciò significava poter scambiare qualsiasi combinazione ruota/pneumatico di qualsiasi dimensione e mantenere comunque un’adeguata altezza di marcia. Volevo anche rimanere flessibile per quanto riguarda le configurazioni degli assi. Se volevo passare da un assale Ford di serie con una balestra principale di serie ad un assale a caduta con balestra principale abbassata, potevo farlo semplicemente spostando il trespolo della molla per mantenere la stessa altezza libera da terra. Prevedere queste modifiche in anticipo mi ha permesso non solo di apportare modifiche estetiche all’auto, ma anche di mettere a punto le sospensioni per applicazioni ad alte prestazioni.

Poiché avevo completa libertà di progettazione per il mio nuovo telaio, ho deciso di costruirlo utilizzando tubi tondi da 2 pollici in un design space frame. Questo mi avrebbe permesso di piegare i miei telai per seguire il contorno della carrozzeria del ’29 più facilmente che piegare tubi rettangolari, pur continuando il tema delle auto da corsa che volevo evocare. Ho iniziato con due serie di “binari”, una superiore e una inferiore, che ho piegato con una curvatubi e una dima del telaio che ho realizzato con il ferro angolare e una serie di dimensioni che ho steso sul pavimento dell’officina. Poi ho posizionato gli assi anteriore e posteriore nelle rispettive posizioni e ho lasciato volare le scintille.

Vedi tutte le 36 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento