Personalizzato 1956 Ford F-100 Truck F-100 – Ricambi Camion

Dan Fuller F-100… Non il tuo mucchio medio di parti O’

Vedi tutte le 7 fotoRob FortierwriterNov 2, 2006

In qualità di restauratore di auto d’epoca da drag race (per lo più a passo alterato) nel suo negozio, Pit Pass Restorations, Dan Fuller è davvero un “testa del cambio”. Ma il semplice fatto di essere un “gearhead” non ti classifica automaticamente come uno straordinario costruttore di autocarri classici. Chiunque abbia mai costruito un F-100 dalle fondamenta dimostrerà che non è una passeggiata nel parco. Dan, tuttavia, ha compiuto l’impresa… due volte.

All’inizio degli anni ’80, Dan costruì il suo primo camion Ford del ’56. Da allora, ha sempre avuto un’affinità con gli F-100. Purtroppo, ci sarebbero voluti altri due decenni prima che il suo sogno si concretizzasse. Nonostante la sua precedente esperienza, la seconda volta si è rivelata un po’ più impegnativa. Naturalmente, questo potrebbe avere molto a che fare con il fatto che Dan ha letteralmente iniziato con un mucchio di pezzi piuttosto che con un camion completo. In realtà, tutto è iniziato con un telaio arrugginito e stanco che aveva strappato da uno sfasciacarrozze a nord del suo negozio di Elyria, Ohio.

Invece di riabilitare il telaio standard F-100, Dan lo ha semplicemente usato come riferimento. Con le specifiche del magazzino al suo fianco, ha costruito una fondazione completamente nuova con tubi rettangolari 2×6 e, nel fare ciò, ha incorporato una Corvette IRS del ’74 Corvette IRS con un sistema a quattro collegamenti in acciaio inossidabile e coilovers. Per il frontend, ha riflettuto sulle sue opzioni prima di passare infine a una configurazione Dakota Dodge Dakota da Industrial Chassis. Oltre al desiderio di una bella corsa, Dan voleva anche qualcosa di abbastanza robusto da contenere la futura 392 Chrysler Hemi che era destinata ad andare tra le rotaie.

Articolo molto interessante
Rick Adams' '70 Coronet R/T

Mentre il telaio aveva progredito rapidamente, una volta completato, questo era quanto… Dan non aveva ancora localizzato il resto del suo camion. Tutto questo è cambiato quando ha visto un annuncio per una cabina senza ruggine nella Pennsylvania occidentale. Anche se mancava una portiera, era proprio come diceva l’annuncio, quindi tornò al lavoro. Un mese dopo, Dan aveva in programma di andare a Detroit per prendere un letto e un portellone posteriore, seguito da un viaggio all’incontro di scambio Hershey per acquistare un set di parafanghi posteriori di Dennis Carpenter. Per il cofano, ha finito per usarne uno di un F-100 del ’54, che ha richiesto un po’ di tempo per diventare dritto e liscio. Ciononostante, quello era un altro oggetto finito e fuori mano. Tutto questo è stato sufficiente per tenerlo occupato durante i mesi invernali.

Una volta arrivata la primavera, Dan era diretto in Tennessee per la F-100 Supernational, non per trovare parti, ma piuttosto per trovare un’ispirazione per il colore della vernice. Una scelta di colore è passata all’altra, finché alla fine ha iniziato a cercare nelle tabelle dei colori dei chip di vernice del 1956. La scelta finale? Verde Nebbia d’erba (Codice G). Con il pavimento del letto in noce nero massiccio (grazie a Larry Taylor) e la brillante brillantezza del colore, il colore è la scelta perfetta per il pickup.

Quello di cui parlava Hemi, beh, non è uno scherzo. Dan ha preso un blocco Chrysler del ’58, ha fatto eseguire a Jim Wright della Motor Heads le necessarie lavorazioni meccaniche, poi l’ha completato personalmente con le aste del CAT H, i pistoni Keith Black, la camma Isky e le teste di ferro Chrysler. Per completare correttamente il mulino influenzato dalle corse, è stato completato con l’aspirazione Weiand e un soffiatore GMC 6-71, per gentile concessione di Chuck Finders. Una GM Turbo 350 con convertitore TCI Street Fighter (di Jeff Gulley) collega il motore da 700 CV alla Vette posteriore a 3,55 marce. Con le piccole eccezioni di cui sopra (così come la lucidatura dei metalli da parte di Arden Kyer e la lavorazione del nipote Tom Prechtel), Dan ha costruito l’intero camion con le sue mani, in due anni non meno di due anni. L’unica area che la maggior parte degli appassionati di fai-da-te ha coltivato all’esterno, l’interno, l’ha fatto anche lui. Utilizzando un sedile del camion GMC del ’90 e le basi dei pannelli delle porte RodDoors, ha cucito e ricoperto tutto in vinile color sabbia, completando ulteriormente il colore esterno. La cabina è stata rifinita con spessori Classic Instruments, una ruota per banjo Lecarra e un impianto audio Pioneer completo.

Articolo molto interessante
1968 Dodge Hemi Dart - Hemi Companion

Quindi il tizio ha costruito un F-100 da solo… un grosso affare, giusto? Beh, non solo ha costruito il camion con un mucchio di pezzi, ma ha anche messo il suo tocco personale, dove possibile. Per esempio, date un’occhiata all’ingegnoso roll pan che ha costruito per amalgamare meglio i parafanghi con la scatola del letto, i copriletti rinnovati e il cruscotto di raso levigato. E, beh, si spera che il punto sia chiaro. Anche se un vecchio F-100 potrebbe non essere la costruzione più difficile del mondo, non è sicuramente una kit car, e Dan Fuller ha usato il suo talento per trasformare i suoi pezzi in un bellissimo camion.

Vedi tutte le 7 foto Dan Fuller Elyria, Ohio1956 Ford F-100Frame:custom 2×6 di Dan Fuller, Pit Pass Restorations, Elyria, OHRearend / Rapporto:’74 Vette / 3. 55:1 Sospensione posteriore: Vette IRS con quattro freni posteriori a quattro bracci costruiti dal proprietario: Wilwood discFront suspension: Industrial Chassis Dakota IFSFront freni: Dakota discSteering box: Dakota rack-and-pinionwheels/tires: Early Wheel smoothie, 15×6, 15×8; BFGoodrich, P215/65R15, P255/70R15Cisterna a gas: metà degli anni ’50 inox 20-galYear and make: ’58 Chrysler 392Machining / Assembly:Jim Wright, Motor Heads / ownerHeads:ferro HemiValve covers:ChryslerManifold / Induction:Weiand / GMC 6-71 blower, dual Edelbrock 500sIgnition:MSDHeaders:Hot HeadsExhaust / Mufflers:3″ stainless / Summit stainlessMake and model:’75 GM TH350Modifications:TCI Street Fighter 3,500 converterShihifter: colonna c/Lokar linkageModifiche:cuciture riempite, angoli arrotondatiParabordi anteriori/posteriori:stock / Dennis CarpenterHood:’54 F-100Grille:stock, Dennis CarpenterBed:stock, ringhiere sagomate, pavimento in noce nero di Larry TaylorBodywork e vernice di:ownerPaint type / Color:PPG / Meadow Mist GreenHeadlights / Taillights: stock / stock c/custom brackets by Tom PrechtelParaurti:stock anteriore, custom rolled pan posterioreDashboard:stock, completamente levigatoGauges:Classic InstrumentsStereo:PioneerSteering wheel:LeCarra banjoSteering column:’89 Chevy vanSeats:’90 GMC truckUpholstery by:ownerMaterial / Colore:vinile / sandCarpet:sand-colored double pileShow All

Articolo molto interessante
1956 Cadillac Serie 62 Hardtop Coupé - Cadillac A Big Deal

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento