Pontiac Grand Prix – Rusty Wallace’s Championship Ride – Auto da corsa del mese

Questo Gran Premio di Pontiac, affettuosamente chiamato “TIA”, ha aiutato Wallace a portare a casa la Winston Cup nel 1989

Vedi tutte le 1 fotoBill HolderwriterRandy JonesphotographerApr 1, 2002

Per ogni appassionato di NASCAR Winston Cup, c’è una solida familiarità con una particolare auto verde e bianca n. 27 di serie. Non è altro che il famoso Kodiak Pontiac Grand Prix che ha portato Rusty Wallace al titolo della Winston Cup del 1989. Non sembra così vecchia, ma ci credete che è stato più di 10 anni fa che Wallace ha guidato questa vettura per il Blue Max Racing Team, di proprietà dell’ex drag race Raymond Beadle.

La familiarità della vettura risale certamente alla lamiera, ma ci sono anche due ex membri dell’equipaggio di quel team che sono ancora in piedi nella NASCAR. L’ex capo equipaggio di Kodiak era il talentuoso Barry Dodson, ora impegnato in diversi progetti, mentre uno dei membri dell’equipaggio era Jimmy Makar, l’attuale capo equipaggio di Bobby Labonte, campione della Winston Cup del 2000. Entrambi hanno molto talento e sono membri molto rispettati della famiglia Winston Cup per essere sicuri.

Quella stagione di campionato di tanto tempo fa sembra ieri, secondo Dodson. Ricorda che tutte le auto avevano un nome. Questa particolare auto ha preso il nome da sua figlia, Tia. In realtà, il nome può essere trovato stenciled su molte parti e pezzi in tutta l’auto.

Articolo molto interessante
Sopravvivere alla Settimana del Trascinamento HOT ROD! - Roadkill Episodio 9

“Abbiamo dato un nome a tutte le auto perché volevamo essere sicuri che ogni auto avesse le parti corrette dopo una ricostruzione”, ricorda Dodson. “Alcune delle altre auto si chiamavano Grano Saraceno, Whitney, Katie (dal nome della figlia di Wallace), Glenda e Sampson. Erano tutte buone auto, e noi eravamo una minaccia per vincere ogni volta”.

Parlando con Dodson, era ovvio che ci sono dei dolci ricordi dell’operazione Pontiac.

Makar, che era uno specialista di telai Kodiak e smontagomme anteriore destro, ricorda la vicinanza della squadra e afferma che è stato certamente uno dei motivi del suo successo.

“Molti dei ragazzi di quella squadra, che hanno preso molte direzioni, sono ancora tutti amici”, dice Makar.

Makar ha anche notato che, poiché la maggior parte della squadra era stata insieme dal 1984 al 1990, è stato uno sforzo coeso.

Sia Makar che Dodson hanno commentato i cambiamenti che le auto hanno subito nel corso degli oltre dieci anni passati da quando la Kodiak si è guadagnata il titolo.

“Le gomme radiali sono state uno dei più grandi cambiamenti. Hanno davvero aumentato la velocità in curva”, dice Dodson.

“Il telaio non è cambiato molto, ma le gomme radiali e la migliore aerodinamica sono grandi miglioramenti. Anche gli shock attuali hanno fatto molta strada”, aggiunge Makar.

Il titolo è arrivato dopo una dura battaglia con Dale Earnhardt, vincendo con un margine di 12 punti, 4.176-4.164 punti. Le vittorie sono arrivate a Michigan, Rockingham, Watkins Glen, due a Richmond e a Bristol.

Articolo molto interessante
All'aperto al Fairplex della contea di Los Angeles - Grand National Roadster Show 2011

La squadra si sciolse dopo la stagione 1990, con Wallace che iniziò la sua lunga relazione con Roger Penske. Ma la macchina è ancora in circolazione, e riporta molti bei ricordi a tutti coloro che la vedono oggi e ne ricordano i giorni di gloria.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites20024ctrp-0204-01-ps-pontiac-grand-prix-kodiak-front-view.jpg

Lascia un commento