Pontiac Sprint Six Engine – L’ultima pagina

Primatech Motorsports International costruisce DOHC Pontiac Sprint Six

Vedi tutte e 5 le fotoDon KeefewriterQuenton OlsonphotographerJun 1, 2006

I fan della Overhead Cam Six di Pontiac, costruita tra il 1966 e il 1969, lamentano spesso le occasioni mancate con il sofisticato propulsore. La versione a quattro barili Sprint è stata la prima sei ad alte prestazioni dopo la Hudson Hornet degli anni ’50. Fu abbandonata dopo il modello del ’69 a causa dei costi di produzione e dei problemi di imballaggio: il motore era troppo alto per liberare il cofano della Firebird del ’70-1/2 senza bolla. Se il motore avesse vissuto solo qualche anno in più, avrebbe potuto essere installato nella Ventura per realizzare una bella auto economica e performante nella tradizione Sprint che sarebbe stata perfetta per gli anni ’70 assediati dall’OPEC.

Prima che la spina venisse staccata dal programma, Pontiac ha costruito alcune versioni sperimentali con una speciale testa cilindrica OHC Hemi. Si dice che abbiano realizzato 325 CV, anche se non hanno mai avuto la possibilità di chiamare qualsiasi vano motore la loro casa.

Quenton Olson e Brent Hougestol della Primatech Motorsports International hanno intrapreso un nuovo capitolo dello sviluppo dei Cammer. A più di 35 anni dalla costruzione dell’ultimo esemplare, la loro azienda ha sviluppato una nuova linea di parti ad alte prestazioni per l’OHC-6 che sta veramente portando il motore nel 21° secolo. Dai collettori di aspirazione, testate, camme e kit di accarezzatori, al porting della testata e ai kit di induzione forzata, la PMI sta facendo del suo meglio per supportare l’innovativa idea di John DeLorean.

Articolo molto interessante
1948 Chevrolet Coupé - Cotto in casa

A tal fine, il PMI sta portando il concetto sperimentale di OHC Hemi al livello successivo. Sta costruendo una testa di cilindro DOHC, basata sul modello tardivo GM 3,4 litri Twin Dual cam V-6. Si tratta del progetto di ingegneria e sviluppo più ambizioso e altamente avanzato dell’azienda fino ad oggi. Nato dal desiderio di migliorare le prestazioni respiratorie della testa del cilindro, il DOHC è destinato ad essere un gruppo ad alte prestazioni, in alluminio, con testa bullonata. A seconda del successo del progetto, potrebbe diventare un’unità disponibile in commercio.

“Siamo arrivati al punto di prendere in giro la testa su un blocco cilindri per pianificare la disposizione dell’ingranaggio di cronometraggio/cinghia e per decidere quali fori della camicia d’acqua devono essere chiusi prima di riscaldare la testa”, dice Olson. “Voglio essere sicuro di dare il giusto riconoscimento al saldatore, Gary Gunther della Gary Gunther Welding di Sun Valley, California. Ha fatto un lavoro straordinario su questo progetto”.

La testa DOHC inizia come due teste DOHC separate da 3,4 litri (GM LQ-1). Ogni testa viene pulita, spogliata e lavorata per diventare un insieme perfettamente coordinato. I passaggi della camicia d’acqua vengono chiusi tra le teste e poi aperti in seguito durante le successive operazioni di lavorazione. Le teste sono saldate insieme da un’estremità all’altra mentre sono installate su un’attrezzatura per mantenere il corretto allineamento.

Articolo molto interessante
1963 Oldsmobile F85 Deluxe Cutlass Convertibile - Junkyard Crawl

Durante il processo, le boccole dei fori dei bulloni della testa vengono rifatte per il corretto posizionamento del blocco OHC di Pontiac. Due borchie di bullone “comuni” vengono saldate chiuse, tagliate a tuffo sul mulino, poi sigillate e rialberate attraverso diversi passaggi di saldatura a macchina.

Il porta camme (articoli di magazzino del motore LQ-1) passa attraverso un processo simile di giunzione da un capo all’altro, ma non sono saldati, e non hanno giubbotti d’acqua da sigillare. Il risultato è una testa DOHC a 24 valvole per il blocco OHC. Sono installati riduttori a camme personalizzati, così come alberi a camme costruiti su misura. Progettati e costruiti per essere un urlatore ad alto numero di giri e ad alta potenza, queste teste dovrebbero essere usate solo su blocchi corti “costruiti”, dove sono stati installati steli ricondizionati e pistoni forgiati. Aggiorneremo questa storia man mano che si sviluppa. Nel frattempo, collegatevi a www.primatechmotorsports.com.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento