Porsche 356 Storia

La Porsche 356, introdotta nel 1950, ha messo questa rinomata casa automobilistica tedesca sulla mappa delle auto sportive. Ma anche se la 356 fu la prima Porschesports, era ben lontana dalla prima Porsche sportiva.

Ferdinand and Ferry Porsche, 1948

Traghetto e Ferdinand Porsche con la Porsche 356/1 a Gmund.

FerdinandPorsche è nato il 3 settembre 1875 nel villaggio austriaco di Maffersdor. Allontanandosi dall’attività metallurgica del padre, il giovane e fantasioso Ferdinand persegue il fascino dell’elettricità e, negli anni Novanta del XIX secolo, progetta persino un’auto elettrica. Il suo acume ingegneristico era evidente, e si estendeva alla progettazione di motori per aerei. Dopo la prima guerra mondiale, Porsche iniziò a concentrarsi sull’argomento che sarebbe diventato la passione della sua vita, una ricerca iniziata con la progettazione di una piccola ed efficiente auto sportiva a due posti aperta, la Sascha da 1,0 litri.

Sì.
Il percorso professionale di Porsche, tuttavia, lo ha portato negli anni ’20 alla casa automobilistica tedesca Daimler, dove ha contribuito a progettare potenti motori da 6,0 e 7,0 litri per costosi classici Mercedes-Benz come il favoloso SSK. I suoi sogni di piccola auto non morirono mai, però, e con il suo progetto di un’economica auto con motore posteriore raffreddato ad aria, costruita negli anni ’30 per volere del dittatore nazista Adolf Hitler, avrebbe trovato uno sbocco con il suo progetto per un’auto con motore posteriore raffreddato ad aria a basso costo. Questa era la Volkswagen originale, l’auto del popolo. Era conosciuta quasi fin dall’inizio con il suo soprannome, il Maggiolino. La seconda guerra mondiale ha fatto deragliare il progetto dopo, ma ne sono state prodotte una manciata.

VW Beetle Prototype

Ferdinand Porsche ha contribuito alla costruzione di questo primo prototipo di Maggiolino VW.

Porsche e il suo studio di design, di cui faceva parte anche il figlio Ferry, hanno rivolto la loro attenzione alla produzione bellica. Uscivano dal conflitto malconcio ma intatti. La VW continuò a prosperare sotto la sua stessa proprietà, mentre Porsche e suo figlio Ferry tornarono a quel primo amore e crearono una piccola auto sportiva basata sul design del Maggiolino VW.

>.

Sì.
La Porsche si era già dimostrata abile nel costruire buone auto sportive da componenti straordinari, ma sarebbe stato lasciato a Ferry per realizzare la Porsche di prima produzione. Come ha raccontato a SteveCropley della rivista CAR nel 1984: “Durante la guerra ebbi l’opportunità di guidare una cabriolet VW cabriolet sovralimentata con circa 50 cavalli, che all’epoca era una potenza molto elevata. Decisi che se si poteva fare una macchina più leggera di quella, con 50 cavalli di potenza, allora sarebbe stata davvero molto sportiva”.

Ferryand Karl Rabe, un socio dell’epoca di Ferdinand alla Daimler, è passato a una macchina sportiva VW nel 1947. Ferdinand era stato imprigionato dai francesi per un breve periodo dopo la guerra con accuse relative al suo lavoro di progettazione per il Terzo Reich. Quando si ricongiunse al figlio e a Rabe in agosto, i due avevano già sulla carta i dettagli. Ferry ricorda che suo padre era “molto interessato… naturalmente”. Si interessava a tutto, ma non ne aveva più l’energia… ho dovuto assumermi da solo il rischio”.

Date un’occhiata all’elenco completo di Porschecars, compresi questi favolosi modelli:

Porsche 356

Porsche 911

Porsche 914

Porsche 924, 944, 968

Porsche 928

Porsche 959

Porsche Boxster

Porsche Cayenne

Porsche Cayman

Per ulteriori informazioni su Porsche e altre auto emozionanti, vedere:

  • Guida per il consumatore Porsche prezzi delle auto nuove e recensioni
  • Guida del consumatore Porsche prezzi delle auto usate e recensioni
  • Guida per i consumatori Prezzi e recensioni delle auto a prestazioni Premium
  • Ferrari: Scopri centinaia di Ferrari da strada e da corsa.
  • Muscle Cars: Guarda le muscle car americane degli anni ’60 e ’70.

Lascia un commento