Possiamo usare olio vegetale come carburante nelle auto e nei generatori elettrici?

Up Next Since WVO hasn't been thoroughly studied by the EPA, it's not approved under the Clean Air Act. Want to learn more? Check out these alternative fuel vehicle pictures! Poiché il WVO non è stato studiato a fondo dall’EPA, non è approvato ai sensi della legge sull’aria pulita. Volete saperne di più? Date un’occhiata a queste immagini di veicoli a carburante alternativo! Immagine per gentile concessione di Borough of Westwood, NJ

Possiamo usare olio vegetale come carburante nelle nostre auto e nei generatori elettrici? La risposta breve è sì. La risposta più lunga è, beh, sì, con un buon numero di qualifiche.

Prima di tutto, tutti i biocarburanti sono essenzialmente oli vegetali prima di essere raffinati in etanolo, biodiesel, o la classe dei biocarburanti che rientrano nell’etichetta ingombrante ma tecnicamente accurata dei carburanti che sono chimicamente identici alla benzina ma non derivati dal petrolio.

Pubblicità

Le preoccupazioni tecniche, ambientali e sociali sulla produzione di biocarburanti su larga scala richiederebbero interi libri per documentare completamente (e quei libri esistono) o un intero archivio di post del blog sull’argomento (come ha fatto TreeHugger, nudge, nudge, nudge…).

Basti dire per ora che il passaggio da tutte le nostre auto, camion, navi e aerei a combustibili liquidi derivati da piante e non da benzina è un’impresa monumentale, piena di problemi ambientali. È anche perfettamente possibile generare elettricità su scala commerciale a partire dai biocarburanti. Diversi studi hanno dimostrato che è in realtà più efficiente generare elettricità dai biocombustibili e poi alimentare le auto elettriche piuttosto che bruciare il carburante direttamente nei motori a combustione interna. Gli stessi problemi valgono anche in questo caso.

Articolo molto interessante
Come funziona il sistema di propulsione E-Flex di GM

Detto questo, su scala più limitata e a livello individuale, è del tutto possibile, e non eccessivamente complicato, convertire le auto a gasolio per farle funzionare con olio vegetale di scarto.

Come ha scritto TreeHugger :

L’utilizzo di un’auto diesel ad olio vegetale richiede modifiche al sistema di alimentazione che richiedono circa 2.000 dollari per i pezzi di ricambio e la manodopera, e diverse pratiche di guida: Il conducente deve spurgare i tubi del carburante con olio vegetale durante gli ultimi istanti di un viaggio per evitare la formazione di condensa, la funzione di spurgo può essere eseguita solo per 20 secondi circa prima che il carburante diesel rientri nel serbatoio dell’olio vegetale e possa causare un traboccamento, e deve tenere a portata di mano un filtro supplementare per l’olio vegetale, che deve essere cambiato non appena ha esaurito la sua vita utile.

E soprattutto, come sottolinea GreaseCar.com, l’olio vegetale puro non è biodiesel.

La differenza fondamentale tra SVO e biodiesel è che SVO richiede la modifica del motore per funzionare, mentre il biodiesel richiede la modifica dell’olio vegetale stesso. L’SVO sarà sempre più economico da produrre rispetto al biodiesel perché l’SVO deve solo essere filtrato e disidratato prima di essere pronto per essere utilizzato in qualsiasi veicolo che abbia un kit di conversione SVO. Il biodiesel, d’altra parte, deve poi passare attraverso un ulteriore processo pericoloso che utilizza sostanze chimiche caustiche per rendere l’olio vegetale meno viscoso e leggermente più infiammabile, questo processo è chiamato transesterificazione.

Articolo molto interessante
Le auto a energia solare si impadroniranno mai delle strade?

Far funzionare l’auto con olio vegetale puro (ricordate, non il biodiesel ricavato da olio vegetale di scarto, che esiste) è un po’ un’area grigia legale, anche se nessuno è stato ancora multato per averlo fatto:

Il problema dell’olio vegetale è che non è approvato dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA) per l’uso come combustibile. Non è esattamente illegale – non ti farà finire in prigione – ma potrebbe farti multare. Altri biocarburanti, come l’etanolo e il biodiesel, sono approvati dall’EPA. Sono stati studiati e testati a fondo dall’EPA e sono regolamentati dal governo come qualsiasi altra fonte di carburante. In termini di approvazione EPA, ciò significa che l’etanolo o il biodiesel che potete acquistare da un venditore commerciale è conforme al Clean Air Act.

Non è dissuaso? Ancora più entusiasta di convertire la vostra auto? Abbiamo tutte le informazioni necessarie per iniziare. Controlla: Si può convertire qualsiasi auto in un’auto a grasso?

Per quanto riguarda la generazione elettrica a livello domestico, ricordiamo che il motore diesel originale, costruito da Rudolf Diesel nel 1893, è stato progettato per essere alimentato con diversi oli. Di conseguenza non è una sorpresa che oggi si possano acquistare generatori diesel perfettamente in grado di produrre elettricità da olio vegetale.

Un esempio di questo tipo: Un generatore Lister da 6,6 kW può essere acquistato per 4.600 dollari – un po’ più costoso dei generatori diesel comparabili che utilizzano la tecnologia contemporanea (il motore Lister è stato inventato nel 1929), ma quelli non sono pronti per usare olio vegetale puro.

Lascia un commento