Progetto DLM Brembo Upgrade – Catturare un freno

Dopo una notte difficile, il progetto DLM ottiene il nuovo kit di freni Brembo Dirt Late Model Brake Kit

Vedi tutte e 13 le fotoBobby ClarkwriterAug 18, 2010

Alla fine della scorsa stagione all’East Bay Raceway Park di Tampa, il nostro Roush Yates Engine si è comportato in modo impeccabile nella gara di heat race e ha fatto atterrare il Project DLM in modo solido nella funzione. Inutile dire che tutto il team era entusiasta. Ma dopo sette giri, la macchina mi è scattata addosso mentre entravo alla curva 3. Un guasto catastrofico al rotore dei freni ha messo fine a quella che era una notte promettente. Ora, dovevamo andare alla ricerca di nuovi freni. Entra Brembo del Nord America.

I corridori americani conoscono Brembo come un produttore di freni di alta gamma utilizzato dai team della NASCAR di serie Cup. Ma sapevate che negli ultimi 10 anni ha anche ottenuto nove vittorie complessive alla 24 Ore di Le Mans? Sì, non lo sapevo neanch’io; e ad essere onesti non me ne fregava nulla – anche se, per vincere così tante gare (di qualsiasi tipo) di fila, bisogna costruire un impianto frenante dannatamente buono. Brembo è in realtà un’azienda italiana che ha iniziato nel 1961. Ha iniziato a correre nel 1975 quando Enzo Ferrari ha scelto l’azienda per aiutare a fermare le sue auto di Formula 1. Bello, vero? Ma restate con me, tutta questa storia sta andando da qualche parte.

Gli ingegneri Brembo hanno sviluppato sistemi frenanti dedicati per molte delle serie da corsa di alto livello di questo paese. I ragazzi della NASCAR e delle corse su strada di alto livello utilizzano i sistemi dell’azienda, ma fino a poco tempo fa non erano coinvolti nel nostro mondo, le corse su pista corta. Questo è cambiato un paio di anni fa.

“Continuavamo a ricevere domande dai corridori di base. Cosa fate per la mia auto?” dicevano, spiega John Hayworth di Brembo. “Quando i clienti ti chiedono abbastanza, ti apre gli occhi”.

Essendo Brembo un’azienda italiana, il braccio americano ha dovuto fare qualche vendita ai loro capi europei per ottenere il via libera. Fortunatamente per gli short tracker, l’hanno fatto.

Vedi tutte e 13 le foto

A partire dal 2007, gli ingegneri americani di Brembo hanno iniziato a concettualizzare ciò che sarebbe stato necessario per realizzare un kit per un Dirt Late Model. Con l’aiuto di Kevin Rumley di Xceldyne, si è deciso di fare qualcosa di un po’ estremo e fuori dagli schemi. L’obiettivo era quello di progettare un sistema frenante più piccolo nel diametro e nelle dimensioni della pinza, ma con la stessa forza di serraggio. Lasciate che ve lo dica, quando ho aperto la scatola sono rimasto un po’ sorpreso da quanto siano piccole queste pinze. Ho pensato che non c’è modo che questo possa fermare la mia auto. Ma poi mi sono ricordato che Brembo progetta sistemi per la Formula 1, quindi dovrei essere a posto.

Oltre ad avere un design radicalmente piccolo (leggi leggero), il team Brembo ha voluto che questo fosse un sistema di fissaggio che non richiedesse grandi cambiamenti da parte del pilota. In un altro scostamento rispetto alla norma, raccomanda anche pompe 3/4 più piccole, anteriori e posteriori, con un rapporto di pedalata di 7:1. Il punto è che Brembo voleva rendere il sistema così rigido che non ci fosse gioco da nessuna parte.

Così i test e le corse del pacchetto per tutto il 2008 e il 2009, hanno permesso al team di convalidare pienamente il fatto che il sistema sarebbe durato 70 gare prima di rilasciarlo al pubblico. Oggi, ragazzi come Steve Blackburn, Josh Richards e altri ancora stanno utilizzando questo sistema con molto successo.

Il nostro è solo il progetto DLM, ma ho già visto una serie di caratteristiche che mi piacciono. I kit Dirt Late Model di Brembo sono caratterizzati da un design a quattro pistoni in una confezione piccola e leggera. Il kit viene fornito completo di rotori scanalati Brembo Racing che includono campane in alluminio leggero, pattini da corsa e tutte le staffe e l’hardware necessari. Questo rende l’installazione di questo kit di freni una delle cose più semplici da fare. Il kit è composto essenzialmente da quattro componenti: pinze, pastiglie, pastiglie, rotori e staffe.

Vedi tutte e 13 le foto

Pinze Le nostre pinze sono ricavate da una lega di billette specifiche per la corsa. Brembo dice che questo aumenterà la rigidità e migliorerà la sensazione di pedalata a temperature elevate, che personalmente non vedo l’ora di provare. Ora, le pinze utilizzano pistoni e guarnizioni ad alta temperatura, molto resistenti, progettate appositamente per la nostra applicazione. Il design delle pinze Mono Block Caliper è caratterizzato da due spurgo gemelli, quattro pistoni in alluminio con rivestimento duro (30/36mm), che resistono alla flessione e sono uno dei progetti più leggeri in circolazione. Sono pinze a montaggio radiale e devono essere torsionate a 18 ft-lb. Brembo fornisce kit di spessori per pinze spaziali a 0,040 pollici di distanza dalle dita del mozzo. Questo è un bel vantaggio di questo kit, è fatto per un Dirt Late Model dall’interno verso l’esterno.

Le pastiglie Brembo Hawk DTC 30 (anteriori e posteriori) sono extra spesse e sono caratterizzate da mescole da corsa ad alta coppia, progettate per fornire elevati livelli di attrito in un’ampia gamma di temperature, elevata sensibilità alla modulazione di pressione e prestazioni ad alta temperatura e senza dissolvenza. Le pastiglie sono in realtà una combinazione di materiali speciali come i composti metallici con particelle di carbonio e grafite miscelate. La grafite fornisce una base lubrificante per alte temperature. Brembo afferma che il risultato è un innesto del freno più fluido, prevedibile e costante, insieme a caratteristiche di rilascio eccezionali che non si trovano nella maggior parte dei materiali d’attrito da competizione. Proveremo questi freni come parte del nostro test della nuova Mastersbilt in un prossimo numero, quindi tenete gli occhi aperti per questo.

Vedi tutte e 13 le foto

Rotori Il rotore/cappello galleggiante premontato è dotato di alette curve che favoriscono il raffreddamento. I rotori sono bilanciati in fabbrica e, con una larghezza di 0,700 pollici e un diametro di 10,9 pollici, sono leggermente più piccoli del nostro set di foratura trasversale che avevamo sulla macchina l’anno scorso.

In conclusione, l’installazione di questo sistema è stata un gioco da ragazzi. Il kit di Brembo è completamente chiavi in mano e tutto è stato imbullonato e si adatta perfettamente. Quando sarà il momento di agganciare il tutto, useremo il tubo del freno n. 3. Ma la vera parte entusiasmante di questa installazione è stata il risparmio di peso. Brembo dice che i corridori dovrebbero aspettarsi una riduzione di peso da 26 a 36 libbre rispetto ai freni convenzionali Dirt Late Model. Il nostro risparmio di peso di 29 libbre è in linea con queste affermazioni.

Tutto ciò che abbiamo visto da questo sistema punta a un pacchetto di prima classe che ci si aspetta da un’azienda con la reputazione di Brembo. Abbiamo sentito dire che la consistenza del pedale è prevedibile dall’inizio della gara fino alla fine, e quindi si può correre in modo conservativo nei primi tempi, risparmiando l’auto fino al “go-time” alla fine della gara. Avremo un rapporto completo sulle prestazioni del nostro nuovo sistema in un futuro numero di Circle Track dopo aver avuto la possibilità di testare e correre questo sistema. Nel frattempo, se volete ottenere un set tutto vostro, è disponibile esclusivamente attraverso i prodotti CV al prezzo di 2.497,50 dollari. Anche se si potrebbe dire che è un po’ caro, probabilmente sarà l’ultimo sistema frenante che comprerete, a meno che non lo infiliate nel muro e rompiate qualcosa.

Vedi tutte le 13 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento