Progetto Garage – Roddin’ At Random

Vedi tutti 1 fotoswpengineWordsDec 1, 2005

Questo lo devi vedere Così eravamo sulla linea di partenza di US 131 quando il lettore Jim Owen ci ha dato la caccia: “Amico, questo lo devi vedere!” E l’abbiamo fatto. A pochi chilometri a ovest della pista nell’outback del Michigan c’era Jim Byerly e il suo quasi totalmente autocostruito AA/Blown Fuel Streamliner per Bonneville. Byerly, che gestiva i jet dragster negli anni ’60, non è stato al Salt per molti anni, e quando gli abbiamo chiesto perché non ha iniziato più facilmente con un’auto di classe inferiore, ha risposto: “Una cosa del genere richiede tempo, e io non ne ho abbastanza, quindi tanto vale che vada fino in fondo la prima volta”. Immagino di sì. Ha anche fabbricato completamente un complesso rimorchio per il “liner”, e ha costruito il proprio banco motore che utilizza un freno ad aria ricavato da un motore radiale che ha ottenuto dal suo amico, E.J. Potter, “The Michigan Madman” della fama del V-8 drag-cycle. I motori di Byerly sono due grandi Chevys con turbo fatto in casa. E questo, gente, è puro rodding caldo.-David Freiburger

Bob Juliano, impresario di Juliano a Vernon, nel Connecticut, sta costruendo due Ford Ranch Wagons in due conteggi, due Ford Ranch Wagons del ’60 allo stesso tempo, chiamandoli “Thunder” e “Lightning”. La premessa è stata sviluppata quando Bob ha deciso che sarebbe stato bello costruire auto simili per sé e per il figlio più giovane, Jeff. Lightning andrà ad alta tecnologia con un motore a cassa Cobra da 4,6 Cobra soffiato, mentre Thunder sarà una vecchia scuola con un motore a cassa da 514 pollici. Entrambe le auto saranno nere, e le fiancate laterali saranno realizzate con grana di legno simulato lavorato a mano in alluminio. Il piano definitivo è una gara padre-figlio di match match race con pitting retrò contro la potenza dell’alta tecnologia. Per ulteriori aggiornamenti, visitare il sito www.julianos.com.-Rob Kinnan

Rivivere gli anni ’60 Nel periodo d’oro della musclecar, i concessionari e i negozi di performance si riunivano spesso per costruire e vendere auto nuove a caldo. Dalla parte della Chevy, nomi come Yenko, Dana, Nickey, Baldwin-Motion e Berger producevano regolarmente Camaros e Chevelles di grossa cilindrata che erano significativamente più veloci di qualsiasi cosa la fabbrica costruisse. La prima crisi del gas, le normative sullo smog e tutte le altre cose che hanno ucciso le musclecars originali hanno significato la fine di questi rapporti, ma alcune persone legate a quei tempi stanno cercando di far rivivere l’idea. Da qui il ritorno delle Camaros Nickey e Baldwin-Motion.

Per quanto riguarda Nickey, abbiamo Dean Klein e Mike Guarise insieme a Bill Thomas ad Anaheim, California, e HiTech Motorsport a Ramsey, Minnesota, per costruire una Nickey Camaro del ’02 (sono in tre). Bill Thomas Race Cars ha lanciato le prime 427 nella nuova Camaro del ’67 venduta tramite Nickey Chevrolet a Chicago. Per mantenere viva la tradizione, Dean ha strappato alcune Camaro SS Camaros del 35° anniversario del ’02 e ha fatto costruire a Bill Thomas III una 427ci C5R LT1 con una coppia di turbocompressori progettati dalla HiTech. Si dice che la potenza sia di 1.010 rwhp e 934 lb-ft.

Anche Joel Rosen e Marty Schorr, due dei mandanti della Baldwin-Motion negli anni ’60, è tornato a farlo, offrendo Camaros Baldwin-Motion ’69 costruite su ordinazione. Vedremo la prima al SEMA di quest’anno con un big-block EFI 540, ma sembra che le costruiranno con la lista dei desideri del cliente di pezzi fino alla potenza standard del settore di 1.000 CV. Tutto ciò che abbiamo finora è un rendering, e non si sa quanto. -Rob Kinnan

Year One Steals Our Idea HOT ROD regola perché abbiamo ottenuto la prima nuovissima Camaro del ’69 dalla Dynacorn e l’abbiamo costruita in un’auto da corsa, guidandola un anno fa. Testimoniate la saga nell’enorme sezione dedicata all’auto in questo numero. Ma ora che le carrozzerie stanno arrivando sul mercato, altri stanno iniziando a costruirle, in particolare il primo anno. L’azienda ha aggiunto la nuova carrozzeria al suo catalogo e ha deciso di scoprire cosa comporta la costruzione di un clone SS attorno ad essa. Year One costruisce auto a progetto piuttosto radicali da qualche anno ormai, ma il presidente dell’azienda Kevin King non voleva che questa vettura fosse un affare a favore della costruzione, così invece di usare i professionisti della sua officina, ha arruolato appassionati in tutta l’azienda per lavorare sulla vettura. Il piano è quello di passare da scatole e casse a un’auto finita e funzionante in 90 giorni, con un debutto previsto all’Year One Myrtle Beach Fall Cruise, 21-23 ottobre 2005. Le uniche cose che verranno coltivate saranno la vernice e la cabriolet top-teoricamente, tutto il resto è disponibile nuovo e dovrebbe andare a posto. E’ più facile, dato che non andranno completamente Pro Touring sulla vettura – avrà un motore GMPP ZZ4 a cassa e un automatico 700-R4, Moser 12 bulloni, freni a disco a quattro ruote SSBC a quattro ruote, ruote Rally da 17 e 18 pollici in billet, un sistema Vintage Air, piantone dello sterzo inclinabile Flaming River e servosterzo. Il resto saranno interni di base molto pedonali, stereo AM/FM addomesticato, vetri avvolgibili manuali e serrature delle porte. L’anno uno documenterà ogni fase del progetto, e quando sarà finito l’azienda avrà un elenco completo di tutti i numeri di parte del suo catalogo necessari per costruirlo, un elenco di ciò che non porta (ma deve portare), quali parti dovranno provenire da una macchina donatrice, cosa deve essere modificato per adattarsi, e cosa deve essere fatto. Il primo anno, inoltre, terrà traccia di tutte le ore di lavoro necessarie per mettere insieme l’auto, e concluderà il tutto in un libro in due parti che mostrerà la costruzione completa, con una sezione per sottoinsieme e l’altra giorno per giorno. Consultate lo stato di avanzamento su www.yearone.com. -Rob Kinnan

La nuova Nickey Camaro, basata su una Camaro SS del ’02.

Vuoi una Camaro Baldwin-Motion del ’69 ma non hai i dollari di Barrett-Jackson? Joel Rosen ne costruirà una per voi.

HiTech Motorsport ha costruito il setup turbo che aiuta a fare poco più di 1.000 cavalli alle gomme della Nickey Camaro.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:www.hotrod.comuploadssites200512512-hrdp-01-ps-project-garage-project-car.jpg

Lascia un commento