Progetto Max Effort Cougar Sospensione posteriore – Piantare la parte posteriore

Come creare una sospensione posteriore pronta per la gara con parti di Cortex Racing, Griggs Racing e Kertz Fabrication.

Vedi tutte le 18 fotoChristopher CampbellwriterFeb 1, 2011

Rendering di Filip Trojanek

L’assemblaggio del progetto Max Effort è finito, grazie agli esperti di assi solidi della Speedway Engineering e della Currie Enterprises, quindi ora è il momento di metterlo sotto il nostro Cougar con la nostra prima incursione nella vera carne della costruzione: il telaio e le sospensioni.

La base della nostra sospensione posteriore è il pacchetto GR350 della Griggs Racing, ma l’avvertenza è che la nostra è un po’ diversa, visto che stiamo lavorando su una piattaforma unica. Anche se si tratta essenzialmente di una Mustang sotto la lamiera, ci sono alcune piccole ma importanti differenze su una Cougar, dovute soprattutto all’aumento del passo da 108 pollici a 111 pollici. Quel tratto di 3 pollici ha richiesto alcune modifiche e regolazioni per mantenere la geometria corretta. Griggs è stato in grado di accogliere alcune delle modifiche, ma per il resto ci siamo affidati all’abilità ingegneristica di Filip Trojanek di CorteX Racing, e alla vasta esperienza di head fabricator per il Project Max Effort, Ryan Kertz di Kertz Fabrication. Dalle auto da pista e le tradizionali hot rod, alle F1 d’epoca e persino alle opere architettoniche, Kertz è un maestro costruttore con un occhio di riguardo per la perfezione.

Articolo molto interessante
Serpentine Beltdrive per una Oldsmobile V8

Fortunatamente per noi, Kertz ha anche trascorso diversi anni alla Griggs Racing come produttore di piombo, quindi conosce intimamente i loro prodotti e come sono progettati per funzionare. Questo è importante, ma è ciò che Kertz sa su come far funzionare le auto da strada moderne e d’epoca e le auto da corsa complete al massimo della loro funzionalità in pista che fa la differenza tra una buona maneggevolezza e una perfetta maneggevolezza. Kertz e Trojanek spesso lavorano insieme per testare e portare nuove idee dal CAD alla realtà. Sia che le abbia costruite da zero o che abbia semplicemente corretto gli errori degli altri, dal suo negozio situato proprio sotto la curva 11, Kertz ha realizzato molte delle auto più veloci che girano su Infineon Raceway in un dato giorno, compresi alcuni detentori di record attuali. Sa cosa funziona in pratica, ed è un giocatore chiave nel rendere Max Effort un massimo performer. Siamo fortunati ad averlo a bordo.

Nel caso non l’aveste indovinato, questo non è un progetto che si può fare a meno di fare un tentativo. A volte, per fare una funzione di sospensione, idealmente, ci vuole un po’ di affettatura, anche se questa volta abbiamo a malapena riscaldato le taglierine al plasma e le smerigliatrici. Kertz non è riuscito a flettere le sue formidabili capacità di fabbricazione in questa fase della costruzione, ma rimanete sintonizzati perché, man mano che le sospensioni e la preparazione del telaio continuano, avrete un assaggio di ciò di cui è capace, e del perché è uno dei segreti meglio custoditi nella fabbricazione di auto da strada e da corsa.

Articolo molto interessante
Can You Hemi Now? Part 2

Vedi tutte le 18 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2011\02\1102phr-01-o-project-max-effort-cougar-rear-suspension.jpg

Lascia un commento