Quali sono i tipi di motori a combustione interna?

La combustione interna significa proprio quello che dice: che il carburante viene bruciato all’interno del motore. Nel motore di un’auto, la benzina viene bruciata all’interno del motore, che accende il carburante e rilascia l’energia che muove l’auto. Ci sono anche altri metodi di combustione interna, come i motori diesel e i motori a turbina a gas. La combustione interna è un sistema efficiente che richiede un motore relativamente piccolo per creare movimento. È anche più efficiente del carburante rispetto ai motori a combustione esterna, come un vecchio motore a vapore.

I motori a benzina erano inefficienti quanto i motori a vapore. Nel 1876 fu inventato il motore a benzina, che non era più efficiente del motore a vapore, che utilizzava la combustione esterna. Si sprecava molto carburante. Nel 1878, Rudolph Diesel decise di sviluppare un motore con una maggiore efficienza, e nel 1892 nacque il motore diesel. Era più efficiente come motore a combustione interna, ma ci vollero molti più anni per sviluppare un motore diesel che fosse più pulito e più silenzioso. I primi motori diesel sputarono fuori fumo fuligginoso e all’inizio furono usati solo nei camion. Oggi, nuovi progressi in questo metodo di combustione interna hanno migliorato il motore diesel. La differenza tra i motori a gas e quelli diesel è il modo in cui il carburante viene convertito in energia.

Pubblicità

Le turbine sono un altro metodo utilizzato per creare energia con un movimento di rotazione. Ci sono turbine eoliche, turbine a vapore, turbine ad acqua e anche turbine a gas. Le turbine a gas funzionano secondo il principio della combustione interna. In un moderno motore a turbina a gas, il motore produce il proprio gas pressurizzato bruciando il carburante. Il motore può bruciare propano, gas naturale, cherosene o jet fuel. Il combustibile che brucia crea calore, il calore a sua volta espande l’aria, e un getto d’aria calda ad alta velocità fa girare la turbina.

Lascia un commento