Quali sono le preoccupazioni di sicurezza delle celle a combustibile?

Su Avanti

Le celle a combustibile funzionano a idrogeno, un elemento che ha un basso punto di accensione. Questo porta ad alcuni particolari problemi di sicurezza. Anche prima che le celle a combustibile possano essere ampiamente utilizzate nelle automobili, è necessario mettere in atto un sistema di erogazione dell’idrogeno. Un sistema di consegna richiede una rete di condutture, un sistema di trasporto su camion, impianti di generazione di idrogeno e stazioni di rifornimento di idrogeno in tutti gli Stati Uniti. Ogni punto lungo questa rete dovrebbe essere fisicamente, chimicamente e meccanicamente sicuro.

Anche il sistema di stoccaggio all’interno di un’auto alimentata da celle a combustibile a idrogeno presenta di per sé problemi unici. L’idrogeno è piuttosto pesante rispetto al gas. Quindi, affinché un’auto possa immagazzinare abbastanza idrogeno da poter percorrere il convenzionale raggio d’azione previsto per un serbatoio pieno (300 miglia o circa 480 chilometri), i telai delle auto devono essere più robusti o gli scienziati devono trovare un modo per rendere più leggera una cella a combustibile a idrogeno.

Pubblicità

I vigili del fuoco, il personale medico di emergenza, la polizia – qualsiasi tipo di primo soccorritore – dovranno sviluppare nuovi processi e risposte per gli incidenti automobilistici che coinvolgono un veicolo alimentato a celle a combustibile a idrogeno. Infatti, qualsiasi incidente, in uno qualsiasi dei punti della rete dell’idrogeno, dall’auto al gasdotto all’impianto di generazione dell’idrogeno, richiederà un piano di sicurezza specifico che si occupi delle esplosioni di idrogeno. Di conseguenza, l’onere di garantire la progettazione di un sistema sicuro e affidabile è davvero a carico degli ingegneri delle celle a combustibile a idrogeno.

Articolo molto interessante
Possiamo usare olio vegetale come carburante nelle auto e nei generatori elettrici?

Lascia un commento