Quanto tempo ci vuole per ricaricare un’auto elettrica?

Sometimes charging electric cars can be as simple as plugging it in to an outlet in the wall. A volte la ricarica delle auto elettriche può essere semplice come collegarla a una presa di corrente nel muro. Howard Kingsnorth

Questo post, parte di una serie di cui stiamo parlando auto elettriche , è stato scritto da Kristen Hall-Geisler di HowStuffWorks.com.

Presto arriveranno in un garage vicino a voi: Veicoli elettrici! Grandi case automobilistiche come Nissan, Ford e Mitsubishi sono in programma per le principali uscite di veicoli elettrici nel prossimo anno circa, mentre le piccole case automobilistiche sono impegnate nella costruzione di piccoli veicoli elettrici per brevi spostamenti nel quartiere. Non c’è dubbio che vi piaccia il pianeta; e tutti sanno che vi piacciono anche le nuove tecnologie. Ma per quanto tempo una EV dovrà essere collegata al muro prima di essere pronta per la sua prossima missione silenziosa nel quartiere?

La risposta rapida a questa domanda è da un giorno all’altro. La maggior parte dei veicoli elettrici che saranno sul mercato nei prossimi anni dovrà essere collegata durante la notte per essere completamente carica. Ma la risposta corretta, come per molte altre cose, è “dipende”. Dipende dal tipo di batterie dell’auto e dipende dal tipo di presa che si utilizza per ricaricare la cosa.

Facciamo qualche esempio reale:

– La Nissan LEAF utilizza batterie agli ioni di litio, proprio come il vostro laptop e il vostro cellulare, ma ne utilizza molte di più. Può essere caricata durante la notte (8 ore) su una base di ricarica Nissan da 220/240 volt installata nel vostro garage. Può anche essere ricaricata in una presa da 110/120 volt, del tipo in cui si collega il laptop e il cellulare, ma ci vorrà molto, molto più tempo.

Articolo molto interessante
1967-1973 Coguaro di mercurio

– Anche la sexy Tesla Roadster utilizza batterie agli ioni di litio, ma il connettore a parete ad alta potenza Tesla da 240 volt, come lo chiamano, può caricare quel bambino in sole 3,5 ore. Ma prima di aprire il portafoglio, dovete sapere che questo è anche uno dei più costosi veicoli elettrici in circolazione.

– Un piccolo veicolo elettrico di quartiere (NEV), come le auto della GEM (Global Electric Motorcars), utilizza batterie al piombo. Questa tecnologia è più vecchia, ha dimostrato di essere affidabile e si ricarica in circa 6-8 ore ad una presa standard da 110 volt. Qual è il compromesso? Una velocità massima di appena 25 miglia all’ora (40,2 chilometri all’ora).

In questo modo la ricarica pesante avverrà a casa vostra (nell’arco di diverse ore) presso la stazione di ricarica progettata per il vostro veicolo specifico. Ma la maggior parte delle auto che arriveranno sul mercato nei prossimi anni, come la Nissan LEAF, per esempio, vi permetterà di “fare il pieno” in un outlet standard per un po’ di succo extra mentre siete in giro.

Lascia un commento