Questa Chevrolet Camaro Yenko/SC 427 del 1969 è per sempre

Avere il tempo della tua vita, un quarto di miglio alla volta

Vedi tutte le 10 fotoBob McClurgwriterMar 5, 2013

Jere Gemler è un ragazzo fortunato. Nell’aprile del 1969, i suoi genitori comprarono questa Daytona Yellow ’69 Yenko/SC 427 Camaro (YS 9611) da W.J. Cordia Chevrolet a Clymer, New York, per 3.854 dollari. Era un regalo di laurea per lui. E la macchina è ancora sua.

Vedi tutte le 10 foto

La Camaro di Jere è una delle circa 43 che Yenko ha costruito quell’anno con un cambio automatico a tre velocità TH400. Come se l’auto di un solo proprietario non fosse abbastanza desiderabile, questa Camaro ha anche la particolarità di essere l’unità che Hurst Performance ha usato per sviluppare il suo Dual Gate Shifter per la Camaro a blocco grande. Il prototipo originale del cambio è ancora nell’auto, così come è stato consegnato a Yenko Sportscars tanti anni fa.

“Me lo ricordo come se fosse ieri”, dice Jere. “Mio fratello Jim ed io siamo andati a Canonsburg con Jim Cordia e abbiamo pranzato con Don Yenko e Donna Mae Mims. All’epoca, la Camaro era già stata rodata dagli ingegneri di sviluppo di Hurst e aveva circa 300 miglia sul contachilometri. Don ci ha fatto davvero un grande affare!”.

Infranto o meno, Jere non ha resistito alla tentazione di vedere di persona cosa potrebbe fare un 450 CV pubblicizzato sulla Pennsylvania State Route 19. Dice: “Abbiamo guidato la macchina fino a Erie, fumando le gomme e passando macchine come pazzi. Una volta tornato a casa ho ricurvato lo spinterogeno, ho tolto la pompa di smog e ho aggiunto un po’ più di tempo, poi la cosa si è davvero animata”.

Articolo molto interessante
1952 Autocarro Chevrolet - Hot Stuff

Con il patrocinio del Gemler’s High Performance Center, Jere’s Yenko ha gareggiato nella classe NHRA Pure Stock per il resto della stagione 1969 su piste di zona come la Presque Isle Timing Association Dragway a Wattsburg, Pennsylvania, e la Thompson Dragway a Thompson, Ohio, con un tempo di 12,60 secondi a 115,60 miglia all’ora.

All’inizio del 1970, Jere e Ron Hutter avevano già progettato il motore a blocco grande e aggiunto una serie di testate Stahl e slick da 8 pollici. Gareggiando nella classe B/Stock Automatic, i punti salienti delle gare di resistenza aerodinamica di Jere comprendevano la partecipazione alla NHRA Gatornational del 1971 – la sua prima gara nazionale – dove il suo miglior tempo era di 11,578 secondi a 119,04 miglia orarie.

Vedi tutte le 10 foto

A tempo debito, la Yenko di Jere’s Yenko è stata trasformata in una vera e propria auto SS/EA, completa di rollcage a otto punti, vaschette per le ruote e sospensioni posteriori Trick Stuff Engineering coilover. L’auto fu corsa con successo agli eventi nazionali NHRA di Indianapolis, Columbus e Englishtown fino al 1974, registrando il miglior passaggio di 11,10 secondi a 131 miglia orarie.

Jere ha una storia divertente sull’essere stato catturato in un tech a Indy con un cappuccio non proprio legale. “Tutti i corridori della East Coast Camaro stavano tagliando una fessura nel tettuccio di supporto anteriore del cappuccio a induzione della Camaro del ’69”, dice. “Questa modifica ha permesso all’aria di fluire attraverso la griglia e sopra il radiatore, fornendo aria fresca sia alla parte anteriore che posteriore del carburatore e creando una sorta di effetto ariete. Poi si reinstallava l’isolamento in modo che questa modifica non fosse visibile. L’NHRA guardava dall’altra parte perché tutti lo facevano. Se mi avessero cacciato, avrebbero dovuto squalificare l’intera classe”.

Articolo molto interessante
Guarda Scott Miller's 502CI FE Cougar Run a 9.341 a 142 MPH alla Drag Week 2015

Vedi tutte le 10 foto

La Yenko di Jere è stata aggiornata allo stato di Produzione modificata nel 1975 ed è stata la vettura E/MP più veloce al NHRA U.S. Nationals, girando una 10,35 a 131,50 con un piccolo blocco da 302 pollici costruito da Ron Hutter e una Doug Nash a cinque velocità con Hutter al volante. Dopo l’ultima esplosione, YS 9611 è rimasto fermo nel garage di Jere per i prossimi 10 anni. Poi, alla fine degli anni ’80, Jere ha prestato la Yenko all’amico Jeff Kiehl, che l’ha reintrodotta come SS/EA e l’ha guidata fino alla metà degli anni ’90.

Nel 2004, per volere del collega collezionista di muscle car George Lyons, Jere decise di eseguire un restauro completo. La parte più difficile è stata la sostituzione di tutta la parte posteriore del pianale e del bagagliaio, che era stata tagliata e fortemente modificata anni prima. George trovò una carrozzeria perfetta a Louisville, e si riunì con Jere, Rob e Larry Spencer, e lo specialista del restauro della Camaro Gary Biehler. Hanno rimosso con cura la cassetta del bagagliaio, il pavimento della cabina e le timonerie interne per l’installazione nello Yenko. Nel processo hanno anche installato una serie di pannelli posteriori N.O.S.. Una volta terminata la carrozzeria, Jere ha ridipinto il YS 9611 nel codice originale 76 Daytona Yellow.

Vedi tutte le 10 foto

Tutti i lavori meccanici su YS 9611 sono stati eseguiti da Jere, l’amico Charlie Kast e l’ingegnere del motore Ron Hutter, utilizzando l’originale, il 427 che era arrivato da Yenko. Fortunatamente, Jere aveva conservato tutte le parti originali (pompa di smog, aspirazione, carburatore, accensione, collettori di scarico in ghisa, scatola del servosterzo e così via) e le aveva conservate, tra tutte le cose, in scatole di prosciutto in scatola polacca scartate dall’azienda di carne di famiglia.

Articolo molto interessante
Mecum 25° Asta Classica di Primavera in Indy

Vedi tutte le 10 foto

All’interno, YS 9611 presenta l’originale interno in vinile nero, completo del prototipo Hurst Dual Gate Shifter.

Jere e i suoi amici hanno completato il restauro della Camaro il 24 aprile 2009, in occasione del 40° anniversario della vendita originaria. Da allora Jere è stato un po’ riluttante ad esporre pubblicamente l’auto, ma l’ha tirata fuori dalla sua custodia gonfiabile per la prima volta la scorsa estate per essere fotografata per MCR.

“Ho solo pensato che fosse giunto il momento di riportare l’auto alle condizioni in cui i miei genitori me l’hanno data come una sorta di omaggio a loro”, dice Jere.

Vedi tutte le 10 foto

A colpo d’occhio

1969 Yenko/SC 427 Camaro

Di proprietà di: Jere Gemler, Erie, PA

Ripristinato da: Proprietario, George Lyons, Rob e Larry Spencer, Gary Biehler, Charlie Kast, Ron Hutter

Motore: ’69 427ci/425hp L72 V-8

Trasmissione: TH400 automatico a 3 velocità con prototipo Hurst Dual Gate Shifter

Riavviare: 12 bulloni con 4,10 ingranaggi e Positraction

Interno: Sedile a secchio in vinile nero

Ruote: Rally da 15 pollici

Pneumatici: E70-15 Firestone Sports Car 200

Andamento del periodo: 10,35 a 131,50 (U.S. Nationals, 1975, classe E/MP)

Vedi tutte le 10 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2013\03\1969-chevrolet-camaro-yenko-sc-427-three-quarter.jpg

Lascia un commento