Racing West con la Pacific Street Car Association

Le corse automobilistiche più veloci sono tornate in California

Vedi tutte le 15 fotoScott ParkhurstwriterMike PetraliawriterJun 21, 2002

È strano come la storia tenda a ripetersi. Più di 50 anni fa, le gare di drag racing fiorivano sulla costa occidentale. Poi, a causa del travolgente contraccolpo del grande pubblico, i drag racers sono stati sommariamente cacciati dallo stato, spostandosi verso est in cerca di accettazione. Non è che i drag racers siano persone cattive, è solo che i residenti della West Coast preferiscono passare il loro tempo libero a fare shopping piuttosto che a guardare le auto correre su una striscia d’asfalto di 400 metri. Gli anni ’80 hanno quasi ucciso del tutto le corse di drag sulla costa occidentale, quando la legislazione ambientale dello stato della California ha reso praticamente impossibile costruire qualsiasi tipo di potenza in auto nuove.

Poi le tre grandi case automobilistiche si sono fatte furbe, cercando di capire come rendere il potere mentre ancora bruciava pulito. Con le Big Three che offrivano potenti e nuovi V-8 EFI’d, V-6 sovralimentati e Turbo 4, era inevitabile che le auto da strada tornassero in pista. Con tutte le parti calde dell’aftermarket in uscita, non ci è voluto molto perché la gente cominciasse ad adattare la nuova tecnologia alle auto più vecchie e a farle correre più velocemente che mai. Oggi usiamo il termine “Street Car” in modo molto liberale da queste parti, e la Pacific Street Car Association (PSCA) è il nuovo ente sanzionatorio della West Coast che disciplina gli ultimi fenomeni di drag racing da spostare a ovest.

Succede da diversi anni a est, a cominciare dalle sparatorie di auto da strada più veloci dell’NMCA, che sono ancora oggi molto popolari. Mentre l’aspetto “Street Car” è rapidamente sfuggito di mano, è ancora bello vedere auto che assomigliano per lo più a quelle del nostro garage trasportare il culo lungo un quarto di miglio. Quando si fanno bollire le loro differenze di personalità, i corridori della West Coast vogliono la stessa cosa che fanno i corridori della East Coast, per battere tutti gli altri e divertirsi a farlo. Quando tutto questo è iniziato ad est, si è pensato che fosse una serie di corse a prezzi accessibili, dove il Joe medio poteva portare la sua auto e correre per tutto il fine settimana. Si è rapidamente trasformato in un evento a livello professionistico con sponsor di grandi dimensioni desiderosi di ottenere i loro nomi su auto di successo e di mettere in gioco grandi somme di denaro. Questo non l’ha certo rovinata per i fan o i concorrenti, ma l’ha solo allontanata dalle sue intenzioni originali. Ora che questo fenomeno si è spostato a ovest, e tocca a noi correre. In poco più di quattro anni, i corridori dell’Ovest hanno spinto il limite nell’inseguimento della velocità massima delle auto da strada.

Il PSCA gestisce diverse classi. La più veloce è Pro Street e la più lenta (non è proprio la descrizione più accurata per questa classe, ma si adatta al testo), essendo la Drag Radial/EFI Challenge. In mezzo ci sono le classi più popolari, come Real Street e True Street, con auto di serie che vanno dalla metà degli anni ‘8 a 9,50. Queste due classi ottengono la maggioranza del voto popolare. Questo non per dare alle altre classi (come Xtreme Street, Outlaw 10.5, o Hot Street) meno credito perché le auto XS e Outlaw 10.5 erano in circolazione nei 7s il loro primo anno di vita. Ricordate, Hot Street è una classe solo a motore dove i concorrenti corrono 9,50 in auto normalmente aspirate da 3.300 libbre! A differenza della NMCA, non ci sono regole di peso per centimetro cubico nella PSCA – solo i pesi minimi sono specificati per la vostra combinazione motore/potenza. Tutte le classi, ad eccezione di Pro Street e Outlaw 10.5, devono funzionare su pneumatici a specifiche strette approvate dal DOT (come il Mickey Thompson 28×12.5 ET Street, o uno slick ancora più piccolo), quindi navigare tutto ciò che il potere giù la pista è l’attrazione principale.

Alcune delle classi più convenienti, come Limited Street e Drag Radial/EFI Challenge, limitano i motori limitatori solo ai piccoli blocchi e specificano quali sono i mods che si possono realizzare e come si può aggiungere potenza. Nitrous è ancora il re in quasi tutte le classi, e anche il tipo di camma che si può eseguire è regolamentato dalle regole. Per esempio, in Limited Street è possibile far funzionare solo un albero a camme idraulico (ironicamente simile alle regole del nostro Engine Master’s Challenge, hmmm?), e c’è un limite di 412ci, senza che siano ammessi i blocchi grandi. Limitano anche la dimensione del carburatore che si può far funzionare ad un massimo di 800-cfm, ma non sappiamo come intendono controllare questo senza un banco di flusso a bordo pista. C’è un sacco di pensiero innovativo nel far funzionare anche le auto più lente con i numeri che fanno.

Il PSCA ha in programma circa otto gare quest’anno nel sud della California, a Las Vegas e a Phoenix, e sta pianificando anche alcune gare più in alto sulla costa occidentale. Quindi, se siete interessati alle corse di auto da strada e a quello che ci vorrà per correre in modo competitivo, visitate il sito web del PSCA (www.pscaracing.com) e poi pianificate di fare il viaggio più veloce in Occidente.

Vedi tutte le 15 foto

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP

Lascia un commento