Restauro di una Pontiac Firebird Grand Marque VIII del 1968 – Parte 4

Show Me The Show Car – Inizia lo smontaggio del sottotelaio

Vedi tutte le 13 fotoChristopher R. PhillipwriterTeam HPPphotographerJul 15, 2014

Il nostro restauro della famosa fabbrica di auto da esposizione Firebird Grand Marque VIII del ’68 di Pontiac, famosa in tutto il mondo, sta procedendo a pieno ritmo. Per riassumere, nella Parte 1, Classic Pontiac Rescue (CPR) a Honea Path, South Carolina, ha rimosso il fermaglio anteriore della Firebird e ha diagnosticato il disallineamento delle fessure del foglio di lamiera come spostamento del sottotelaio. Nella parte 2, l’equipaggio ha rimosso il motore della Firebird 400 con codice YT Pure-Pontiac dal sottotelaio, ne ha esaminato le parti interne per verificare la presenza di danni e ha preparato il blocco per un viaggio in officina. Il mese scorso, nella Parte 3, hanno rimosso l’assemblaggio della parte posteriore.

Questo mese, il proprietario del CPR Joe Jackson e il suo team portano i loro attrezzi nel sottotelaio della Firebird e iniziano lo smontaggio. Quello che di solito è un lavoro senza ostacoli si trasforma in un lavoro extra, mentre gli uomini si confrontano con un ostinato e piegato tirante esterno e un minaccioso ricordo di una sciatta catena di traino in qualche momento del lontano passato di Firebird.

Saltiamo subito all’azione.

Vedi tutte e 13 le foto

1. Anche con i 400 rimossi, lo smontaggio di un sottotelaio del corpo F può essere un’esperienza che spacca le nocche. Il classico Joe Jackson di Pontiac Rescue dice che se si intraprende questo progetto a casa, lasciare il sottotelaio ancorato al corpo in modo da poter rimuovere in sicurezza le molle anteriori. Joe e la sua squadra iniziano rimuovendo le molle di fine corsa della barra di ondeggiamento anteriore. “Basta usare una chiave a brugola da un lato e una presa a cricchetto dall’altro”, dice Joe. “Una volta rimosso il dado dal collegamento, esso cadrà praticamente a pezzi e uscirà dal braccio A inferiore”.

Articolo molto interessante
1961 Ford Falcon - La piccola usanza che potrebbe

Vedi tutte e 13 le foto

2. Joe estrae le staffe e le boccole della barra di ondeggiamento, e fa scorrere la barra di ondeggiamento di fabbrica su entrambi i lati per avere meno hardware a disposizione durante il lavoro. La rimuoverà in seguito.

Vedi tutte e 13 le foto

3. 3. I tiranti esterni sono prossimi a staccarsi. Per prima cosa, Joe applica una pesante dose di olio penetrante alle noci del castello. “La leva è la chiave per rimuoverli”, dice. “Uso una lunga barra di rottura per aiutare a staccare queste noci testarde”. Se sei fortunato, si staccheranno e gireranno liberamente”. Se il perno del tirante gira con il dado del castello, si può incuneare un separatore di tiranti sotto il braccio A per aggiungere un po’ di pressione. Sul lato conducente del sottotelaio, questo non era necessario. Abbiamo rimosso facilmente il dado del castello e il tirante è caduto al primo colpo di martello sul separatore.

Vedi tutte e 13 le foto

4. La sospensione lato passeggero è stata una storia più dura. “Il tirante esterno di questo lato ci ha combattuto ad ogni passo”, dice Joe. “Nessuna quantità di olio penetrante lo avrebbe convinto ad allentarsi”. L’abbiamo tagliato con una sega alternativa, e poi siamo ricorsi a una ruota di taglio. Missione compiuta”.

Vedi tutte e 13 le foto

5. Joe gira le chiavi inglesi verso la parte superiore del braccio A ed estrae gli ammortizzatori logori. “Queste escono nella maggior parte dei casi; fortunatamente in questo caso, sono uscite molto facilmente”, dice. “Usa le chiavi della misura appropriata: una per evitare che lo stelo dell’ammortizzatore giri e l’altra per rimuovere il dado”. Utilizzare una forte dose di lubrificante per far girare il dado senza combattere. Poi usare un cricchetto con l’apposita presa per rimuovere i due bulloni inferiori (non mostrati) e l’ammortizzatore cade fuori dal braccio A inferiore”.

Articolo molto interessante
Camion sollevato Dodge Ram - Da Big Ram

Vedi tutte e 13 le foto

6. La separazione dei giunti sferici dai mandrini richiede molta cautela. Joe dice di assicurarsi di avere un martinetto idraulico di qualità posto sotto la tasca della molla, come mostrato qui. Solleva il martinetto finché non entra in contatto con le tasche. Questa è una precauzione di sicurezza per mantenere la molla nelle sue tasche superiore e inferiore e il braccio A da cadere violentemente dalla tensione della molla.

Vedi tutte e 13 le foto

7. Con i bracci A supportati, Joe prepara i giunti sferici per rilasciare la tensione della molla. Per prima cosa, allenta i dadi del castello. “Il trucco qui sta nel lasciare il dado del castello filettato sul perno del giunto sferico, in modo che quando la tensione della molla viene rilasciata si arresti la corsa del fuso e non si rilasci completamente la molla. Vuoi che la molla esca alle tue condizioni, non alle sue condizioni”, dice Joe.

Vedi tutte e 13 le foto

8. 8. Tempo di terapia. Joe fa oscillare una mazza da slitta sull’estremità di un separatore di tiranti e fa cadere i giunti sferici. “Non siate spaventati o gentili”, dice. “Potrebbero essere necessarie delle altalene pesanti”. Fate attenzione e non colpite nulla che non volete colpire, come la macchina o le dita”. Quando la pressione della molla si libera, vedrai le sospensioni diminuire leggermente.

Vedi tutte e 13 le foto

9. Con la tensione rilasciata a sufficienza e il martinetto sotto il braccio A inferiore che tiene a bada la molla, Joe svita i dadi di entrambi i giunti sferici e rimuove i mandrini dai bracci A.

Articolo molto interessante
1960 Chevrolet Corvette - Il vincitore - Rod e Custom

Vedi tutte e 13 le foto

10. Joe abbassa il martinetto molto lentamente per controllare la velocità di rilascio della tensione della molla. Si noti che quando il braccio A inferiore è a piena corsa, la molla di solito ha ancora una piccola quantità di tensione residua. Bisogna fare attenzione mentre la si estrae dalle sue tasche superiore e inferiore. I compressori a molla possono essere usati per comprimere le molle prima di far cadere i bracci A inferiori, ma Joe ha stabilito che era sicuro rimuoverli, come mostrato qui. “Tenetevi fuori dai viaggi nel caso in cui la molla salti fuori dalle tasche”, consiglia Joe.

Vedi tutte e 13 le foto

11. La rimozione del braccio A superiore è facile. Joe rimuove i due dadi, e poi scivola semplicemente via dal braccio A.

Vedi tutte e 13 le foto

12. La rimozione del braccio A inferiore dal lato del pilota si è rivelata un’altra sfida per l’equipaggio. Dopo aver separato il dado e il bullone, Joe ha osservato che qualcuno ha usato il punto di montaggio del braccio A inferiore lato guida per trainare o tirare il Firebird. Il labbro è piegato e blocca il bullone inferiore anteriore per evitare che scivoli fuori. Il mese prossimo, Joe dimostrerà come usa il calore e un martello per appiattire il labbro.

Gratis Preventivo gratuito da un Rivenditore locale

e-mail newsletter

Notizie sulle auto, recensioni e altro ancora!

SEGNARE UP https:\www.hotrod.com\uploads\sites\2014\07\removing-front-swaybar-end-links1.jpg

Lascia un commento